HOME | CHITARRA | DIDATTICA | LIFESTYLE | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Prescrizioni psichedeliche col delay The Surgeon
Prescrizioni psichedeliche col delay The Surgeon
di [user #116] - pubblicato il

Tre modalità di ritardo colorano le ripetizioni per simulare una chitarra sotto l'effetto di Vicodin, morfina e ossigeno puro. Il delay Matthews Effects offre un approccio classico per sonorità fuori dagli schemi.
Chi non si è mai chiesto come suonerebbe la propria chitarra sotto una dose di Vicodin, imbottita di morfina o attaccata a una bombola d'ossigeno? Forse nessuno in realtà, ma l'interpretazione che ne ha dato Matthews Effects fa drizzare più di qualche orecchio.
Con il The Surgeon, il laboratorio statunitense ha provato a mettere insieme tre sonorità, dalle più classiche alle meno scontate, all'interno di un solo delay dal formato compatto e con una dotazione di controlli completa ma essenziale allo stesso tempo. Dalle tipiche ripetizioni trasparenti e brillanti di un delay digitale alle code colorate e profonde di un echo a nastro con qualche anno sulle spalle, l'ultimo arrivo nel catalogo Matthews Effects potrebbe rappresentare un asso nella manica niente male per chi è sempre alla ricerca di nuove sfumature con cui stupire il pubblico.

Prescrizioni psichedeliche col delay The Surgeon

Sebbene preferisca delle decal piuttosto curiose con i suoi richiami alla medicina, il pedale parte dalla più classica delle configurazioni per un delay. Il potenziometro indicato come Dose gestisce il volume delle ripetizioni generate, mentre il Regen dosa la quantità delle stesse, come un normale feedback. A Pulse è invece affidato il tempo del delay, con un massimo di 1000ms.
Meno convenzionale è invece il ruolo della manopola Mutation, che cambia compito a seconda della modalità impostata attraverso il piccolo selettore in metallo sulla destra dello chassis.
Con questo, si possono selezionare le modalità Vicodin, Morphine e Oxygen.
Morphine non è altro che un delay classico, trasparente e fedele, col quale Mutation ha il compito di regolare l'equalizzazione delle ripetizioni in termini di brillantezza.
Quando si passa su Vicodin, si ottiene invece un delay più morbido, in stile tape echo, con una leggera modulazione aggiunta alle code che, con livelli più alti di Mutation, che qui controlla la velocità della modulazione, può arrivare a strizzare l'occhio a sonorità elettroniche.
Non meno singolare è il risultato della modalità Oxygen, che aggiunge un auto-filter alle code del delay. Grazie al Mutation, qui è possibile deciderne il mix nel suono finale, per ottenere una colorazione leggera o un filtro ben udibile e distinto rispetto al suono diretto.

Un breve video ufficiale mostra le funzioni del The Surgeon sul campo.



Da alimentare con un comune alimentatore a 9 volt con negativo centrale, il delay Matthews Effects ha uno switch privo di scatto in configurazione true bypass e porta tutte le connessioni sul dorso, per il minimo ingombro in pedaliera. Non ci risulta che il The Surgeon sia distribuito ufficialmente in Italia, ma per maggiori informazioni e per l'acquisto diretto dagli USA ci si può rivolgere direttamente al sito ufficiale a questo link.
effetti e processori matthews effects the surgeon
Link utili
The Surgeon sul sito Matthews Effects
Altro da leggere
Pubblicità
EHX Synth9: il guitar synth...
Pigtronix: arriva la versione Micro del...
Overlord: l'overdrive EHX arriva dalle...
Jam Buddy: Joyo mette l'ampli in pedaliera...
Pubblicità
Commenti
di tormaks [user #26740] - commento del 31/12/2016 ore 15:25:53
170 dollari più tasse.....fate prima dal pusher sotto casa ,risparmiate pure qualcosa e magari vi divertite di più!
Augurissimi a tutti!
Rispondi
di edgar587 [user #15315] - commento del 01/01/2017 ore 12:28:51
senti senti...! ho spulciato le demo anche degli altri reverb e modulation della Matthews; mi sa che qualcuno si sta affacciando sul mercato dei craft pedals con abbastanza argomenti da risultare interessante sul serio. nel marasma dei piccoli produttori ho trovato solo HearthQuacker Devices, Mr Black e un paio di altri a fare qualcosa di davvero diverso e interessante...o forse sono io che amo le modulazioni oniriche e spaziali come quelle proposte da loro..! Poi il prezzo è anche buono, considerato che con altri marchi si parte dalla soglia dei 200 dollari.
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Fender in total black per il 2017
Quando l'imperfezione diventa sinonimo di unicità?
La Paul Gilbert signature in miniatura per chi ha mani... normali
Frankenstein: dispendiosa e sorprendente avventura
Chitarre mitiche: la Fender Mustang di Kurt Cobain
I più commentati
Arrogantia la chitarra perfetta?
Frankenstein: dispendiosa e sorprendente avventura
Chitarre mitiche: la Fender Mustang di Kurt Cobain
EHX Synth9: il guitar synth
Quando l'imperfezione diventa sinonimo di unicità?
I vostri articoli
Amplificatori figli degli anni '80 da conoscere
Le chitarre a range esteso riempiono di più il mix?
Frankenstein: dispendiosa e sorprendente avventura
Quando l'imperfezione diventa sinonimo di unicità?
Tamaki 335: una sorpresa inaspettata
Ultime dal Namm
ddrum: Reflex diventa Elite
Cort e Manson dal vintage al drop tuning
Godin premia Music Gallery: è italiana la miglior distribuzione diretta
Ibanez celebra 40 anni di Benson con due edizioni speciali
Somnium: la chitarra riconfigurabile
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964