HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Red Sound: la cassa per il Kemper è siciliana
Red Sound: la cassa per il Kemper è siciliana
di [user #116] - pubblicato il

Le casse Red Sound, dai diffusori passivi ai sistemi attivi studiati per trarre il meglio dagli apparecchi digitali per chitarra e basso, sono già parte dei rig di Chicco Gussoni, Luca Colombo e Luca Galeano. Ora la nuova distribuzione curata da Sound Wave porta i nuovi RS-LG12 in tutti i negozi italiani.
Amplificare a dovere il suono di un sistema digitale per chitarra e basso su un palco è da sempre un grattacapo per molti appassionati di amp simulator, multieffetti e dintorni. Il taglio in frequenza e la risposta tipica di un cabinet tradizionale per strumento poco si adatta al suono prodotto da processori come l'Axe FX o la rivelazione degli ultimi anni in fatto di profilazione: il Kemper.
Questi, infatti, sono pensati per ricreare anche la risposta stessa della cassa, con tutte le sue caratteristiche. Se li si collega a un normale cono per chitarra o basso, finiscono per cambiare profondamente i suoni elaborati con tanta fatica in studio o in cuffia, come a subire un doppio filtraggio, prima dal cabinet simulato, poi da quello reale.

Red Sound: la cassa per il Kemper è siciliana

La soluzione, manco a dirlo, arriva da un laboratorio italiano. Siciliani, per la precisione, gli specialisti di Red Sound hanno messo a punto una linea di casse disegnate appositamente per le necessità dei musicisti che hanno fatto di prodotti come il Kemper il perno del proprio sound. A loro si sono rivolti professionisti del calibro di Luca Colombo, tra gli altri, e la loro cassa passiva RS-LG12 è già un riferimento per gli amanti del digitale.

Ora, con l'arrivo della versione Active del cabinet, per Red Sound è anche il momento di espandersi sul territorio, e lo fa grazie a un nuovo accordo di distribuzione stretto con Sound Wave.
La collaborazione ha inizio proprio in questi giorni, e vedrà presto le casse raggiungere i negozi italiani con modelli dedicati sia a chi usa dispositivi provvisti di amplificazione propria o abbinati a un finale di potenza esterno, sia a chi necessita di un diffusore compatto e prestante con un amplificatore potente e trasparente già al suo interno.

Red Sound: la cassa per il Kemper è siciliana

Le RS-LG12 Passive e Active differiscono per la presenza di un finale di potenza in classe AB nel modello Active, mentre condividono il resto delle caratteristiche costruttive.
In un mobile in multistrato di betulla, montano un cono DC ceramico Red Sound RSDC-12 da dodici pollici, capace di una risposta in frequenza da 60Hz a 16kHz e una potenza massima di 500 watt.
In uno chassis da 42x50x35cm, le RS-LG12 sono interamente fatte a mano in Italia e garantiscono una risposta lineare, trasparente e fedele a qualsiasi volume e in ogni condizione d'ascolto, grazie a un'immagine sonora particolarmente ampia di 160 gradi.

Sul sito Red Sound a questo link è possibile approfondire la conoscenza delle casse, mentre per disponibilità e prezzi vi rimandiamo alla distribuzione di Sound Wave.
casse e altoparlanti kemper profiling amplifier red sound soundwave
Link utili
Sito Red Sound
Sito del distributore Sound Wave
Altro da leggere
Pubblicità
Bose Soundlink Revolve, diffusori bluetooth...
Friedman ASC-12: 500 watt per i tuoi...
Nuovi diffusori della serie AS di Audio Tools...
L-Acoustics presenta Syva: alta fedeltà e...
Pubblicità
Commenti
di Tubes [user #15838] - commento del 09/02/2017 ore 11:53:05
E' già da un pò che conosco queste casse, però ho un dilemma che anche in altri forum non sono riuscito a sbrogliare : come si comportano con i profili di chitarra acustica, ovviamente suonati con acustiche . Ho paura che siano casse più sbilanciate,per così dire, suoi suoni elettrici .
Qualcuno di voi le usa per quel tipo di contesto ?
Rispondi
di Jimmyno85 [user #46407] - commento del 15/02/2017 ore 16:34:07
Io l'ho provata e ho percepito una netta differenza rispetto alla yamaha che uso.
La Dxr10 risulta sicuramente più brillante e probabilmente più idonea per l'acustica.
Comunque anche Jad&Freer sta realizzando una cassa FRFR con tweeter, per il momento solo passiva.
Rispondi
di Tubes [user #15838] - commento del 15/02/2017 ore 21:45:30
OK Grazie ! Comunque ho idea che questo delle casse per simulatori digitali sia una nicchia di mercato in crescita.
Ciao
Rispondi
di Pietro [user #44778] - commento del 09/02/2017 ore 12:27:49
Beh il prezzo è buono se suonano come le Mission/Quantum etc.. sono molto appetibili.
Rispondi
di screamyoudaddy [user #37308] - commento del 09/02/2017 ore 12:33:34
Compri il kemper per non portarti appresso troppa roba e poi ti serve una cassa e pure specifica? Boh, sarò strano io ma se voglio leggerezza vado di kemper se no uso un ampli, o dico castronerie? L'unica notizia lieta è che il prodotto sia italiano.
Rispondi
di smilzo [user #428] - commento del 09/02/2017 ore 13:37:51
Serve un monitor. Avere un proprio suono di riferimento noto, che non venga influenzato dal service può rivelarsi utile. Anche solo per l'interazioni con lo strumento.
Rispondi
di screamyoudaddy [user #37308] - commento del 09/02/2017 ore 15:43:15
Che serva un monitor era chiaro. Presumo che chi usi il kemper abbia il suono oltre che mandato al mixer anche in cuffia. Se poi serve una cassa monitor perché non ci si trova con cuffie o per altre motivazioni varie è un altro discorso. In tutta onestà non sapevo che servisse una cassa apposita per il kemper, anche perché non lo uso. Presumo una normale cassa spia sia simile ma non lo so per certo.
Certo resta la meraviglia di avere diversi profili sotto mano, ma penso che se mi devo portare pure una cassa il kemper perda molto del suo appeal.
Rispondi
di Repsol [user #30201] - commento del 09/02/2017 ore 16:07:22
Io uso il Fractal Fx con una Atomic Clr, una cassa molto simile a questa. Sicuramente queste casse riproducono in modo fedele le caratteristiche di apparecchiature quali Kemper e Fractal...in studio non servono più di tanto, in un contesto live sì. Sta al chitarrista decidere se gli serve un monitor di gran qualità e fedele o gli basta sentirsi da una qualsiasi spia dove il proprio suono potrebbe essere leggermente modificato. È davvero una questione personale...
Rispondi
di yasodanandana [user #699] - commento del 09/02/2017 ore 16:29:3
a occhio sembrerebbe il contrario.. ovvero, una normale cassa da impianto di amplificazione, per il semplice fatto di essere almeno a due vie, tende a riprodurre fedelmente ciò che le viene dato in pasto. Una cassa, invece, ad una sola via che raggiunge, vagamente, i 16000 hertz, il suono che gli mandi, inevitabilmente lo taglia..
Rispondi
di Pietro [user #44778] - commento del 09/02/2017 ore 18:40:03
Non so spiegartelo tecnicamente,però io ho provato un Fractal AX8 con un monitor Yamaha a 2 vie (non ricordo la serie ma costava sui 6/700€) ed un Atomic come quello che nomina Repsol,e la differenza era notevole,non che suonasse male nello Yamaha ma con l'Atomic era assai meglio,nel monitor Yamaha sembrava più fine e metallico il timbro.
Rispondi
di yasodanandana [user #699] - commento del 09/02/2017 ore 19:01:53
certamente.. io, personalmente, preferirei, come idea, quella di una cassa lineare e poi, magari, agire sul profilo.. ma se un'altra soluzione facesse uscire un risultato migliore e più alla svelta...
Rispondi
di Pietro [user #44778] - commento del 09/02/2017 ore 19:08:21
Quel cabinet li Yamaha era uno di quelli FRFR ( o come diavolo si scrive) cioè dovrebbe essere super lineare come risposta,ma questi cabinets specifici (Atomic,Mission ed ora questi qua) in pratica fanno la stessa cosa,c'erano dei grafici in giro che dimostravano la loro migliore risposta rispetto ai 2 vie tradizionali,la prova pratica alle mie orecchie ha dato questa impressione.
Rispondi
di Repsol [user #30201] - commento del 10/02/2017 ore 00:42:1
Hai perfettamente ragione, anche per me in teoria è così.
Solo che la tendenza di chi ha un Fractal o un Kemper sembra quella di orientarsi su casse di questo tipo, Atomic Clr qui negli Usa e Red Sound ora in Italia.
Non mi spiego neanche io il motivo ma ho provato a confrontare in contesto live la classica spia con la mia Clr e la differenza è piuttosto importante. Il suono esce più rotondo, più omogeneo. Probabilmente queste casse, essendo davvero molto neutre, riescono a riprodurre fedelmente le profilazioni anche con questo tipo di configurazione.
Rispondi
di briant [user #9800] - commento del 09/04/2017 ore 17:03:49
Se si può usare sul palco senza cassa frfr alle spalle, per fare i suoni a casa cosa è necessario avere? Si possono fare con buone cuffie?
Rispondi
di viabcroce [user #13757] - commento del 09/02/2017 ore 18:46:1
Be', suonare in cassa è un'esperienza del tutto diversa dal suonare in cuffia.
Quando vado sul palco ho sempre usato le spie a disposizione, ma la cassa la uso a casa, o nei posti dove non c'è il PA, o per fare jam con gli amici.
Qualsiasi amplificatore (anche una tradizionale testata a valvole) ha bisogno di una cassa... e il Kemper è per l'appunto una megatestata, per così dire.
Trovo il titolo dell'articolo piuttosto fuorviante: il Profiler, come qualsiasi modeller di alto livello, rende al meglio con una cassa di qualità. E comunque, a parità di ingombro (diciamo testata + almeno 2x12" vs. Profiler + diciamo RS, o CLR), la versatilità e le specificità di un sistema come il Kemper non hanno paragoni secondo me.
:)
Rispondi
di screamyoudaddy [user #37308] - commento del 10/02/2017 ore 09:23:08
Capisco, suonare con una cassa è una cosa, in cuffia un'altra. Io sono abituato alla seconda per questione di rumore (in casa), altrimenti sono il primo a preferire una bella cassa. È solo che rimango stupito nell'apprendere che un sistema tecnologicamente avanzato come il Kemper non abbia integrato un sistema per usare una normale cassa in commercio. Magari una versione futura colmerà questo limite.
Rispondi
di viabcroce [user #13757] - commento del 11/02/2017 ore 03:42:53
Aspetta, comincio a perdermi... a che tipo di casa ti riferisci? Una cassa per chitarra?
Rispondi
di yasodanandana [user #699] - commento del 09/02/2017 ore 12:40:45
boh... non capisco perchè non proporre un normalissimo due vie, quindi con tweeter.. Se la cassa deve essere hi-fi, che lo sia veramente .. :-)

Poi, certamente, suonerà benissimo, ma a me, adesso, a occhio, sembra più adatta una normale cassa da "impianto"
Rispondi
di coldshot [user #15902] - commento del 09/02/2017 ore 13:15:48
Secondo me è meglio che non ci siano i tweeter, di solito con le distorsioni di un ampli fanno pena no ? un pò effetto zanzara
Rispondi
di yasodanandana [user #699] - commento del 09/02/2017 ore 14:09:
questa cassa non serve per amplificare una testata da chitarra ma il kemper.. strumento che viene usato, in studio, connettendolo al mixer o ad un pre e quindi registrato senza limitazioni e monitorizzato su ascolti lineari e fedeli
Rispondi
di coldshot [user #15902] - commento del 09/02/2017 ore 14:35:24
mah, può darsi ma anche la Kemper stessa fa i suoi cabinet e nessuno ha i tweeter, e poi non è che viene usato solo in studio, si vede molto spesso nei live usato dai professionisti
Rispondi
di yasodanandana [user #699] - commento del 09/02/2017 ore 16:19:31
il punto è molto semplice.. parte integrante del suono di una chitarra elettrica è l'altoparlante il quale filtra molto di ciò che gli manda l'amplificatore.

Per cui connettere ad un amplificatore "normale" un altoparlante hi-fi, che non filtra, fa uscire un suono molto brillante che di solito non è associato al suono della chitarra elettrica.

Ma quì non siamo di fronte ad un ampli normale, siamo di fronte ad un apparecchio, il kemper, che, per il fatto di averlo "profilato", fa uscire il suono di un amplificatore+altoparlante già completo e pronto.

Se lo filtro ulteriormente connettendolo ad un altoparlante che non riproduce tutte le frequenze, faccio un'operazione che in qualche modo "rovina" la fedeltà di tale "profilazione".

Quando vai dal vivo e il fonico ti mette un microfono di fronte all'amplificatore, poi il segnale di tale microfono non va a finire in un ampli da chitarra però più grosso, no, va a finire in un impianto che, come minimo, riproduce fino ai 20.000 hertz

certamente il kemper viene usato anche dal vivo, dicevo solo che in studio, per lavorarci sopra, non usano una cassa con solo il woofer, ma monitor completi con risposta in frequenza estesa e lineare


Considerando anche che se la risposta in frequenza dichiarata è fino ai 16000, vuol dire che i 16000 non si sentono e si sente molto meno..

per cui non è che mi scandalizzo, ma rimango perplesso.. a mio parere, a occhio, sarebbe meglio usare la classica cassa da "impianto"
Rispondi
di coldshot [user #15902] - commento del 09/02/2017 ore 16:28:12
Ok, io mi riferivo però ai tweeter più che altro e che secondo me fanno bene a non integrarli in queste casse e probabilmente anche i produttori pensano sia meglio cosi, anche le Clr dell'Atomic Amp non li hanno, a volte ho suonato dei preamp su casse da impianto ed i tweeter sono fastidiosi, si con la chitarra acustica il discorso è diverso, i tweeter servono
Rispondi
di yasodanandana [user #699] - commento del 09/02/2017 ore 16:42:41
il tweeter, in realtà, serve, per esempio, anche nella riproduzione della chitarra elettrica distorta/fuzz/overdrive .. il sistema ampli+cono tradizionale da chitarra elettrica genera in distorsione anche frequenze molto più alte del limite nominale dell'altoparlante.
Se fai passare una parte registrata di chitarra elettrica, che so, distorta anche da un ampli pregiato (marshall, vox, fender ecc. ecc.), anche ricavata da un disco, in un equalizzatore e attenui gli acuti, te ne accorgi anche se intervieni su frequenze che l'altoparlante dell'ampli, nominalmente, non riproduce...

insomma, la cassa di cui sopra, si propone come monitor fedele del suono del kemper, ma in realtà al pubblico, dalla diretta del kemper, va un altro suono..

poi, magari, faccio la prova ed è tutto bellissimo, ma, per ora, ragionandone, la cosa mi risulta strana ..
Rispondi
di smilzo [user #428] - commento del 10/02/2017 ore 10:49:59
Il tweeter introduce due "problemi":
1- il crossover introduce uno sfasamento elettronico;
2- uno sfasamento fisico, ed un disturbo all'irraggiamento.

Ovviamente in fase di ascolto non possiamo che accettarli; ma se vogliamo creare il suono di chitarra, e rimanere fedeli più possibile alla risposta del set originale, per ora mi sembra che usare un trasduttore ad una via, anche se di maggior estensione, offra un risultato migliore.
Rispondi
di yasodanandana [user #699] - commento del 09/02/2017 ore 16:25:32
riguardo a ciò del quale stiamo chiacchierando, interessante il caso dell'utente di cui sopra che intenderebbe utilizzare profili da chitarra acustica.. una cassa senza tweeter decisamente non è adatta
Rispondi
di Tubes [user #15838] - commento del 09/02/2017 ore 16:55:13
Ciao Yaso,
mi sembra di aver capito,però,che queste casse siano coassiali, cioè abbiano un tweeter il che le renderebbe adatte anche all'uso acustico . Almeno questo mi riferisce un utente di Accordo grande esperto del mondo Kemper e suoi derivati . Ti risulta ?
Rispondi
di yasodanandana [user #699] - commento del 09/02/2017 ore 17:29:45
ciao.. non lo so.. certamente se hanno il tweeter coassiale, c'è il tweeter e quindi la cosa mi appare più interessante.. mi lascia però incerto il fatto che la risposta in freq dichiari 16000 hz
Rispondi
di SysOper [user #10963] - commento del 09/02/2017 ore 20:38:23
No, è indicato sulla scheda prodotto: numero di vie 1, trasduttore 1 woofer FR
Rispondi
di Jimmyno85 [user #46407] - commento del 15/02/2017 ore 16:29:44
La Kemper non produce cabinet.
Quello che si vede in fiera sono casse, presumibilmente per chitarra, con il logo kemper su e il tolex verde.
Rispondi
di viabcroce [user #13757] - commento del 09/02/2017 ore 18:50:5
Yaso, ci sono due filosofie di pensiero sull'amplificazione dei modeller: FRFR e GRFR. La RS appartiene alla seconda categoria. Questo significa che offre una risposta lineare ma una banda passante ristretta rispetto ad una cassa completamente trasparente (20-20k). Chiaramente il woofer utilizzato non è quello tipico di un ampli per chitarra!
Il risultato sonoro è un'ottima risposta alle variazioni di profilo\patch (con una cassa per chitarra ampli diversi finiscono per suonare in maniera molto simile) ma un punch (botta) maggiore a parità si SPL, e gli estremi gamma (bassi rimbombanti e acuti troppo frizzanti tipici di una microfonazione prossimale) già filtrati come un tecnico del suono farebbe comunque con una cassa microfonata.
Ho suonato una RS col mio KPA, la risposta è eccellente.
Un abbraccio :)
Rispondi
di yasodanandana [user #699] - commento del 09/02/2017 ore 18:58:54
certamente non penso che sia una cacchiata colossale, sarebbe strano, la gente non la userebbe. A occhio mi piacerebbe godere di una risposta in frequenza completamente estesa, poi, se provando, mi piacesse l'altra soluzione.....
Rispondi
di viabcroce [user #13757] - commento del 09/02/2017 ore 20:33:19
Ti capisco, e "sulla carta" la penso nel tuo stesso modo. Poi però ti accorgi che una cassa microfonata in prossimità suona meglio se la smussi un po', soprattutto nel contesto della band.
In fondo, il parametro Pure Cab del Kemper è stato inventato proprio per quello (ridurre l'effetto prossimità).
Naturalmente tutto il discorso cambia se si usa una cassa per chitarra eliminando il profilo cassa nel Profiler.
Rispondi
di smilzo [user #428] - commento del 10/02/2017 ore 10:44:23
Un suono di chitarra profilato se arriva a 10kHz è grasso che cola...

Generalemente si ferma a 6kHz, con un po di residui fino a 8/10...

vai al link
Rispondi
di Jimmyno85 [user #46407] - commento del 15/02/2017 ore 16:27:1
No, smilzo. Per esperienza diretta scelgo i tagliare alcuni profili oltre i 10-12kHz con un eq shelving e ti assicuro che la differenza è chiaramente percepibile man mano che scendi dai 20kHz ai 12kHz.
Rispondi
di ilguitarist [user #21062] - commento del 18/03/2017 ore 18:49:06
Sono un felicissimo possessore della Red Sound, finalmente si trovano anche nei negozi di musica, e posso dire di essere molto soddisfatto della sua resa. Ho avuto modo di testarlo con molta calma prima dell'acquisto. Il suono riprodotto è esattamente quello che si sente in studio di registrazione collegando il Kemper o (nel mio caso) il Fractal direttamente in scheda audio; il che per me non è da sottovalutare considerando che i suoni di queste macchine vengono creati e modificati principalmente utiizzando dei monitor di riferimento super neutrali.. ;-)
Un ottimo prodotto made in Italy!
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Stupende chitarre, meravigliose rovine: l'approccio migliore al restauro
Migliorare l'accordatura sulla Les Paul
Seymour Duncan PowerStage 170: l'ampli in pedaliera
Zoom AC2 Acoustic Creator
AC Noises Vola: personalità con rispetto
I più commentati
Migliorare l'accordatura sulla Les Paul
Stupende chitarre, meravigliose rovine: l'approccio migliore al restauro
PRS e John Mayer ancora insieme per la Super Eagle II
Seymour Duncan PowerStage 170: l'ampli in pedaliera
AC Noises Vola: personalità con rispetto
I vostri articoli
Una Stratocaster entrata nel mito e il suo inseparabile compagno
Stupende chitarre, meravigliose rovine: l'approccio migliore al restauro
Valeton Dapper Mini: come suonare leggeri
Beatles: gli insospettabili Stratocaster Hero
Una Les Paul travestita da Duo Jet
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964