HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Seymour Duncan PowerStage 170: l'ampli in pedaliera
Seymour Duncan PowerStage 170: l'ampli in pedaliera
di [user #116] - pubblicato il

Il PowerStage 170 è un vero amplificatore per chitarra. Pensato per chi fa i propri suoni coi pedali o con multieffetto digitali, si collega direttamente a un cabinet, eroga 170 watt di potenza e consente di regolare il volume dalla pedaliera senza staccare le mani dalla chitarra.
L'avanzare dell'effettistica digitale e dei pedali sempre più elaborati con cui costruire suoni di ogni tipo crea un terreno perfetto per il prosperare di amplificatori compatti, studiati per generare suoni trasparenti e una headroom elevata, magari con la praticità della tecnologia solid state e la portabilità di un formato stompbox. È quello che ha fatto Seymour Duncan con il PowerStage 170, un amplificatore per chitarra in tutto e per tutto, con un'equalizzazione essenziale e un finale di potenza da ben 170 watt.

Seymour Duncan PowerStage 170: l'ampli in pedaliera

Presentato all'inizio del 2017, il PowerStage è ora pronto a toccare il mercato e si propone come una soluzione ideale per chi costruisce i propri suoni con i pedali o con multieffetto e simulatori digitali.
Non si propone di generare distorsioni o di simulare valvole in saturazione, bensì di restituire un segnale organico, trasparente e sensibile alla dinamica impartita dal musicista, per portare su qualunque palco il proprio tono senza le complicazioni e il peso di un amplificatore tradizionale.

Piccolo a sufficienza da entrare comodamente in pedaliera, ha solo un interruttore d'accensione, un ingresso per lo strumento e un'uscita per un altoparlante da 4 e 8 ohm.
Sul pannello non compare alcuno switch: il PowerStage non è un effetto a pedale, bensì un vero amplificatore, e come tale non va attivato a tratti. Ci sono invece potenziometri per alti, medi e bassi, tutti e tre attivi per un intervento efficace grazie a un'escursione di 13dB. Al centro, la manopola del volume è più grossa, per avere sempre sott'occhio le regolazioni e aggiustare con facilità secondo necessità, anche col piede, senza dover smettere di suonare né chinarsi.



Sul sito ufficiale a questo link è possibile vedere più foto del PowerStage 170 e ascoltare anche altre demo. Per la disponibilità in Italia, consigliamo di contattare Casale Bauer, distributore dei prodotti Seymour Duncan nel nostro Paese.
170 amplificatori powerstage seymour duncan
Link utili
PowerStage 170 sul sito Seymour Duncan
Sito del distributore Casale Bauer
Altro da leggere
Pubblicità
Da Black Widow il modeling analogico e...
Positive Grid Bias Head: mille manopole zero...
Le novità Boss 2017 spiegate da Alex...
Supro Neptune Reverb: mangia-pedali in...
Pubblicità
Commenti
di wahale [user #44966] - commento del 18/06/2017 ore 09:24:33
Mi piace come idea, ti permette di avere con te i tuoi suoni e viaggiare leggero, il problema maggiore e che non è dotato di un uscita cuffie e di un ingresso aux in. Questo lo rende inutilizzabile per tutti coloro che studiano in cuffia.
Rispondi
di Aynrand [user #35588] - commento del 18/06/2017 ore 10:15:03
Passare ad una testata senza valvole per me è stato totalmente indolore, la manopola del gain invece è una componente rassicurante a cui non riesco proprio a rinunciare, forse perchè non ho mai trovato il pedalino "della vita" (non è che mi sia mai impegnato nel trovarlo). L'idea di dover costruire il mio suono senza partire dal sweet spot, mi mette psicologicamente in seria difficoltà, in questo senso, i piccolissimi monocanale Quilter sono una vera e propria manna.
Rispondi
di coldshot [user #15902] - commento del 18/06/2017 ore 13:37:2
Sono convinto che se dimezzassero il prezzo qualcuno ne venderebbero, me compreso probabilmente, a 400-430 euro la vedo dura.
Rispondi
di Pietro [user #44778] - commento del 18/06/2017 ore 16:24:1
Infatti ha un prezzo assurdo,per quello che offre.
Rispondi
di coldshot [user #15902] - commento del 18/06/2017 ore 16:39:47
Ora questo sarà di sicuro migliore ma l' electro harmonix 44 magnum si trova a 145 euro nel caso uno voglia un oggetto del genere come backup, per non parlare di questo che fa da preamp, finale, reverb, midi, efx loop e cuffie, e la qualità sembra al top, ora si trova a 589

vai al link
Rispondi
di Pietro [user #44778] - commento del 18/06/2017 ore 16:44:25
Il Bluguitar lo conosco,è anni luce meglio e offre un universo in più,e quel che costa li vale tutti.
Io comunque a queste cifre andrei di pre passivo (un bell'AMT F1) ed un cabinet amplificato.
Rispondi
di coldshot [user #15902] - commento del 18/06/2017 ore 16:49:30
Si infatti, io ho solo sentito le demo ma sembra che spacchi davvero, costa un pò di più ma è molto più versatile, per non parlare delle mini testate che so trovano ad ottimi prezzi, la Quilter mini head 101 costa 380 euro
Rispondi
di E! [user #6395] - commento del 18/06/2017 ore 16:57:46
Questo AMT F1 comincio a sognarmelo di notte...
Rispondi
di Pietro [user #44778] - commento del 18/06/2017 ore 17:01:03
Eh..eh..secondo me se lo provi,te lo porti a casa,così ci puoi anche dormire assieme!! :-)
Rispondi
di E! [user #6395] - commento del 18/06/2017 ore 17:33:00
:-D
Quasi quasi lo prendo senza provarlo e... Buonanotte!!!
Rispondi
di dantrooper [user #24557] - commento del 18/06/2017 ore 14:17:40
a quel prezzo mi dirigo su altre cose per viaggiare leggero, dotati anche un canale distorto e di un loop effetti (una a caso: DV Mark signature Ciro Manna, che costa anche meno!)
Rispondi
di onlyfender [user #5881] - commento del 18/06/2017 ore 17:27:56
Certo che alzare il volume con la suola della scarpa strisciando sulla manopola non credo si possa spacciare come una grande funzionalità :-)
Rispondi
di Kibb [user #19804] - commento del 18/06/2017 ore 20:34:44
ahah si in effetti è abbastanza ridicola
Rispondi
di kelino [user #5] - commento del 19/06/2017 ore 00:02:49
Ma che vi hanno fatto di male i combo valvolari?
Rispondi
di fenderpassion61 [user #13902] - commento del 19/06/2017 ore 17:38:07
Io ne ho uno che mi stacca il braccio...e non è dei più pesanti. Quando lo accendo mi passa tutto però.
Venendo a questo coso secondo me costa troppo. E' solo un ampli e nulla più.
Vorrei far notare che la H&K fa testatine da 40 watt e 7,5 kg di peso completamente valvolari con mille features incorporate.
Rispondi
di janlukemam1 [user #43216] - commento del 21/06/2017 ore 10:48:41
Premetto che parlo da possessore di un Cicognani Brutus combo: i combo sono scomodi, poco versatili, pesanti e delicati.
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Stupende chitarre, meravigliose rovine: l'approccio migliore al restauro
Migliorare l'accordatura sulla Les Paul
Positive Grid Bias Head: mille manopole zero valvole
Seymour Duncan PowerStage 170: l'ampli in pedaliera
Zoom AC2 Acoustic Creator
I più commentati
Migliorare l'accordatura sulla Les Paul
Stupende chitarre, meravigliose rovine: l'approccio migliore al restauro
PRS e John Mayer ancora insieme per la Super Eagle II
Seymour Duncan PowerStage 170: l'ampli in pedaliera
AC Noises Vola: personalità con rispetto
I vostri articoli
Stupende chitarre, meravigliose rovine: l'approccio migliore al restauro
Valeton Dapper Mini: come suonare leggeri
Beatles: gli insospettabili Stratocaster Hero
Una Les Paul travestita da Duo Jet
JT Custom Teleste: la Telecaster che non c'era... e non cera
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964