SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Il Russian Big Muff è tornato
Il Russian Big Muff è tornato
di [user #116] - pubblicato il

Electro Harmonix racchiude il circuito del Big Muff costruito in Russia, il fuzz-distorsore che ha segnato il rock alternative, in uno chassis formato Nano.
Il Big Muff realizzato da Sovtek in Russia per conto di Electro Harmonix è pronto a invadere di nuovo l'occidente. Conosciuto anche come Russian Muff o Green Muff, è il fuzz-distorsore che ha segnato il sound del rock alternative e dello shoegaze negli anni '90 ed è oggi un vero oggetto di culto per gli appassionati del genere al punto da raggiungere quotazioni importanti sul mercato dell'usato e ispirare molteplici cloni più o meno fedeli all'originale. La riedizione ufficiale, firmata EHX e costruita interamente presso gli stabilimenti di New York, ne riprende tutte le caratteristiche storiche e le trasferisce dentro un contenitore più piccolo e moderno. Lo chassis della serie di pedali Nano, che ha già ospitato numerosi classici della casa, si tinge ora di verde militare e accoglie il Russian Big Muff.

Il Russian Big Muff è tornato

Provvisto dei canonici potenziometri di Volume, Sustain e Tone, il Russian Big Muff è caratterizzato da bassi profondi e sgranati, poderosi ma sempre bene a fuoco. Ciò ne fa l'ideale per rendere i riff di chitarra più ingombranti nel range grave dei mix più scarni, ma lo trasforma anche in un valido strumento ai piedi di un bassista.
Il sustain abbondante e gli acuti sempre musicali, mai eccessivamente penetranti o taglienti, contribuiscono a un timbro inconfondibile, restituito alla perfezione dalla breve dimostrazione pubblicata dal canale ufficiale su YouTube.



Sul sito Electro Harmonix è possibile vedere la scheda tecnica completa del Green Russian Big Muff, oltre a consultare alcuni altri test non ufficiali raccolti in giro per il web.
effetti e processori electro harmonix green russian big muff
Link utili
Green Russian Big Muff sul sito EHX
Nascondi commenti     8
Loggati per commentare

di Claes [user #29011]
commento del 17/10/2017 ore 19:43:31
Ho la primissima versione e a quei tempi era strano - che fosse una versione copia versione pirata una provocazione in più? Look da Russian mine! Era invece su licenza EHX - disdetta! Tipo cineserie? Strana alleanza a livello politico in qualche modo dato che c'era la Guerra Fredda.
Quello che c'è dentro è minimo di dimensioni e metterli in versione mini è una buona idea.
Rispondi
di screamyoudaddy [user #37308]
commento del 19/10/2017 ore 10:12:21
Posso solo dire che con tutti i nuovi pedali che sta proponendo EHX non ne sentivo la necessità, anche perché con un solo controllo toni l'ho sempre trovato poco gestibile.
Rispondi
di dale [user #2255]
commento del 19/10/2017 ore 10:37:37
Il video è agghiacciante ma pedale è figo e, mi piacerebbe farci un giro.
Rispondi
di AlexEP [user #35862]
commento del 19/10/2017 ore 11:29:41
MI sta salendo la gas per l'ennesimo muff (sarebbe il quinto!!!!)
Rispondi
di Silvio [user #24065]
commento del 20/10/2017 ore 00:27:53
Credo che,per chi non ha la fortuna di possedere un ram's head originale o un civil war,a tutt'oggi il de luxe big muff sia imbattibile. Usato si trova anche ad un ottantina di euro e si riescono a riprodurre fedelmente tutti i modelli big muff d'epoca con una precisione impressionante. Personalmente ho provato questa riedizionr del muff russo e non è per nulla simile,anzi...ha dei bassi ingestibili e pochissimo sustain sulle note singole. Il de luxe se lo mangia a colazione. Paradossalmente credo sia più indicato per i bassisti. Sconsigliatissimo per tutti i fans di David Gilmour.
Rispondi
di AM97 [user #46890]
commento del 12/12/2017 ore 10:37:46
Piccola curiosità, i muff sono una via di mezzo tra un fuzz e un distorsore, e questo, almeno dai sample sul web, mi sembra un po’ meno delicato della versione “standard”... come lo vedete per spaziare tra sonorita alla Gilmour e alla Page? Non una perfetta emulazione perche entrambi usano setup totalmente differenti, ma qualcosa da poter utilizzare per avvicinarsi a entrambi.
Rispondi
di Burnin utente non più registrato
commento del 31/08/2018 ore 08:10:51
In rete circola il rumor che sia un Nano Bass Big Muff Pi ripitturato...
Sarà vero?
Rispondi
di Nitro [user #44110]
commento del 21/12/2020 ore 19:12:42
Ciao, scusa mi potresti linkare informazioni al riguardo. Ho sentito anche io una cosa del genere... Sarebbe assurdo, ma non mi meraviglierei.
Rispondi
Altro da leggere
Ho comprato il TS9 a causa dei multieffetto, e l’ho odiato
Ampli, effetti e un nuovo sistema cabinet negli ultimi firmware per Helix e POD Go
Cinque pedali che non hai capito
Effetti essenziali per la chitarra ambient
Spruce Goose: più di un Bluesbreaker da EHX
Un’ondata di stompbox in miniatura per la serie EHX Pico
Articoli più letti
Seguici anche su:
Scrivono i lettori
Ambrosi-Amps: storia di un super-solid-state mai nato
Il sarcofago maledetto (e valvolare) di Dave Jones
Neural DSP Quad Cortex: troppo per quello che faccio?
Massa, sustain, tono e altri animali fantastici
Ho rifatto la Harley (Benton ST-57DG)
Il suono senza fama: per chi?
Rig senza ampli per gli amanti dell'analogico
Gibson, Fender e l'angolo della paletta "sbagliato"
Marshall VS-100: una (retro) recensione
L'Imperfetta: storia di una thinline diversa da tutte




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964