HOME | CHITARRA | DIDATTICA | ONSTAGE | RECnMIX | RITMI | PEOPLE | NEWS         EVENTI | STORE | ANNUNCI | AGENDA
Jackson Mick Thomson: Floyd Rose contro corrente
Jackson Mick Thomson: Floyd Rose contro corrente
di [user #116] - pubblicato il

La Jackson del chitarrista degli Slipknot dimostra come la ricerca sonora possa tracciare percorsi inattesi, come un Floyd bloccato per unire i due mondi.
Pochi costruttori di chitarre possono vantare di aver attraversato le epoche senza perdere mai smalto e riuscendo a risultare appetibili allo stesso tempo agli occhi di chitarristi stilisticamente così diversi tra loro, pur restando nell’ambito del rock e del metal. Jackson è uno di questi e, mentre da un lato ha conquistato i cuori dei tradizionalisti fan di Randy Rhoads quanto dei virtuosi più versatili come Marty Friedman, dall’altro si è dimostrata in grado di ammiccare anche ai metalhead più moderni e aggressivi.
Nel luglio 2016, Mick Thomson annunciava il suo ingresso tra le file Jackson con una foto dei due strumenti custom affidatigli dai laboratori californiani: una Double Rhoads e una Soloist. Quest’ultima sarebbe poi diventata la sua chitarra di punta, fino a evolversi in tre versioni signature.

Jackson Mick Thomson: Floyd Rose contro corrente

Insieme a Jackson, il numero sette degli Slipknot ha affinato diverse caratteristiche che rendono oggi davvero peculiare il suo sound. Tra tutte, la scelta di adoperare un ponte fisso ricavato da un ponte mobile bloccato all’interno del proprio scasso.
Dettaglio imprescindibile negli strumenti di Thomson ormai da diverso tempo, trova la sua incarnazione finale grazie a Jackson e a Floyd Rose con un modello appositamente disegnato per lui e ora montato su tutte le chitarre dedicategli.

All’apparenza e al tatto, il sistema risulta del tutto simile a un Floyd Rose, con regolazione di fino dell’accordatura alla base del ponte e bloccacorde in metallo al capotasto. Le differenze sono sostanziali invece sul piano timbrico, dove la risposta accoglie tutti i benefici di un sistema fisso. Il meccanismo assicura un timbro più duro sulle basse frequenze, con un attacco deciso e maggior sustain, grazie alla minor dispersione delle vibrazioni del ponte fisso. Il risultato è singolare, differente da quello che si otterrebbe con un hardtail tradizionale in quanto l’avvitamento non avviene nel legno, bensì su un sistema di piloncini e lame del tutto simile a quello di un Floyd mobile.
Dal retro è possibile accedere al tradizionale blocco inerziale, dove le corde sono ancorate, e notare come il ponte sia stato fissato in maniera vicina a come si farebbe con un classico Floyd, ma la chitarra è qui liberata anche dal vano delle molle e dal resto del meccanismo. Senza oscillazioni di sorta, lo strumento non teme nemmeno la perdita del setup alla rottura di una corda.

Jackson Mick Thomson: Floyd Rose contro corrente

Introdotta dapprima come edizione limitata al Namm 2017, la Jackson Mick Thomson è sbarcata nella gamma USA all’alba del 2018 per la produzione su vasta scala e nella Pro Series per una versione più accessibile senza rinunciare alle caratteristiche distintive del modello.

Jackson Mick Thomson: Floyd Rose contro corrente

Pickup Seymour Duncan Blackout signature di Thomson sono di serie su tutta la gamma, come sono in comune anche la presenza di un manico con tastiera dal raggio compound 12-16 pollici e la scelta di non sfoggiare alcun segnatasto sulla parte frontale. Solo il bordo superiore, al posto dei più comuni dot, riporta dei piccoli segnatasti a blocco per orientarsi al meglio in condizione di scarsa luminosità… o mentre si indossa una puntuta maschera che potrebbe limitare la visuale sul palco.

Nel video, Mick espone alla stampa la sua limited edition originale, soli 15 esemplari di cui uno in suo possesso nella violentissima finitura Deep Blood Metallic.



Le caratteristiche costruttive sono rimaste pressoché immutate all’arrivo nella gamma USA, per il Namm 2018, mentre cambiano le finiture disponibili con l’introduzione delle versioni bianca e nera, stavolta con binding a contrasto su body e paletta.
Come da tradizione Jackson, le caratteristiche costruttive sono le medesime che verranno poi riproposte nella Pro Series, salvo per la presenza di un manico in pezzo unico contro le tre parti longitudinali della serie USA.



Mogano per il body ed ebano per la tastiera, la Jackson di Mick Thomson è studiata per un tono grosso e poderoso, incisivo anche nelle accordature più ribassate grazie a dei pickup potenti e definiti al tempo stesso. La ricerca sonora in fatto di hardware è infine un esempio fulgido di come le soluzioni meno convenzionali possano portare alla definizione di un proprio suono distintivo, al di là dei canoni del genere e contro ogni standard di mercato.
chitarre elettriche jackson mick thomson mick thomson soloist slipknot
Link utili
Jackson Randy Rhoads su Accordo
Jackson Marty Friedman su Accordo
Pro Series
USA Signature
USA Signature Limited Edition
Altro da leggere
Pubblicità
La passione segreta di Slash per la...
Come suona la chitarra in una camera anecoica...
Chi ha inventato davvero il tapping...
Calcolare la distanza dei tasti col fanned...
Pubblicità
Commenti
di maxventu [user #4785] - commento del 19/09/2018 ore 17:11:1
I gusti e l'utilità di avere un Floyd completamente bloccato sono soggettivi, ma colgo spunto da una caratteristica di questa chitarra per porre una domanda.
Nel caso di tastiera con raggio compound 12" - 16" come nel caso di specie, mi chiedo e chiedo a tutti quelli che leggono più esperti di me, quale raggio vada dato alle sellette del ponte, posto che le sellette Floyd non hanno le stesse possibilità di regolazione fine in altezza delle tipiche sellette ponti tipo Fender (cioè con due viti per ogni singola selletta).
In altri termini, come sono regolate le sellette? A formare un 16" che sarebbe il raggio di uscita più piatto delle corde dal manico ? O un 14" come un raggio "medio" quale potrebbe aversi all'incirca a metà manico ? o altro ancora ?
Rispondi
di zanzacris [user #11650] - commento del 19/09/2018 ore 21:22:16
Non ti saprei rispondere, ma 2 anni fa ho preso per sfizio una jackson js32 rr con Raidius 12-16, ed è meraviglioso. Le sellette non so come siano regolate ma suonare quel manico è un piacere....parlo di chitarra da 300 euro nuova
Rispondi
di Repsol [user #30201] - commento del 21/09/2018 ore 17:04:5
nelle tastiere compound solitamente si usa un raggio medio, in questo caso sarebbe 14”.
Rispondi
di lomba [user #3864] - commento del 19/09/2018 ore 18:29:28
wow, solo 15 esemplari! mi chiedo solo che cosa se ne faranno degli altri 14
Rispondi
di catoblepa [user #33960] - commento del 19/09/2018 ore 21:50:17
ah ah ah
... bella domanda amico ... bella domanda :))))
[32 minuti di applausi in piedi]
Rispondi
di kithara [user #24622] - commento del 21/09/2018 ore 07:19:09
🤣🤣🤣🤣...spettacolo! 👏👏👏
Rispondi
di Telecaxx [user #48305] - commento del 20/09/2018 ore 00:14:31
...io invece mi chiedo se si magna pure la minestra con la maschera o se la beve con la cannuccia....(scusate non ho resistito)
Rispondi
di kithara [user #24622] - commento del 21/09/2018 ore 07:20:56
😂😂😂😂...battuta da antologia, direi! 👏👏
Rispondi
di francesco72 [user #31226] - commento del 21/09/2018 ore 18:20:07
Continuo a chiedermi se sia così necessario sobbarcarsi le beghe del flloyd rose e non averne i vantaggi. Non nego che ci possa essere un apporto in termini di sustain, ma vogliamo dirci che è così fondamentale che prima di Thompson le chitarre erano tutte senza sustain. Che poi facesse jazz o blues, anche anche, ma per fare del metal, mi pare che tutta questa necessità di un micron di sustain in più non ci sia.
Comunque, contento lui, contenti tutti. Ovviamente ci sta che avendo il roadie che gli mette a posto le chitarre se ne sbatte allegramente delle beghe, ma io che il roadie non ce l'ho lascio volentieri questo articolo ad altri.
Ciao
Rispondi
di KanonOfGemini [user #47965] - commento del 23/09/2018 ore 20:15:51
Bé, le beghe del floyd sono completamente eliminate visto che é bloccato. La giusta domanda sarebbe perchè un floyd e non un tremolo normale lasciato appoggiato al corpo piuttosto di un hartail tipo tele; probabilmente avrà bisogno di meccanismi tipo D-tuna e qui la vera domanda che più offtopic non si può.....chissà perché nessuno ha ancora brevettato/venduto un d-tuna per tremoli normali ed hardtail :p
Rispondi
di francesco72 [user #31226] - commento del 25/09/2018 ore 14:41:04
Oddio: dover svitare la placchetta nel retro del body e portare sempre con se' la chiave a brugola per il bloccacorde alal paletta restano e ti garantisco che già da sole solo due belle beghe, soprattuto rispetto a non dover fare null'altro che accordare.
Ciao
Rispondi
di KanonOfGemini [user #47965] - commento del 25/09/2018 ore 16:44:50
La placca sul resto del body non c'é, non ci sono molle, il floyd é fisso. La brugola, anche su chitarre con floyd non bloccato, non la usi per accordare ma solo al cambio corde. Poi per carità, ti portà anche dar fastidio "sprecare" 20-30 secondi in più durante un cambio corde per cercare ed usare una brugoletta, ma chiamarle beghe....

P.S. Lui non suona "metal", lui suona negli Slipknot accordato in drop A/B coi cavi dell'enel al posto delle corde. Io e te non ce ne facciamo nulla, ma per quella nicchia che suona come lui, al momento credo sia "l'unica soluzione" (infatti di norma si prende una chitarra col floyd e lo si blocca con spessori o altro).
Non centra il sustain, é un discorso di "meccanica" della chitarra.
Mettere delle .14-60 su una simil-strato è molto più bega di usare una brugola ;)
Rispondi
Commenta
Loggati per commentare





I più letti della settimana
Chi ha inventato davvero il tapping
HX Stomp: alta tecnologia Line 6 in formato pedale
Come suona la chitarra in una camera anecoica
Tornano con Waza due insospettabili classici Boss
Da EMG due set passivi per Stratocaster senza saldature
I più commentati
Dophix vi condanna al Purgatorio, per Lussuria
HX Stomp: alta tecnologia Line 6 in formato pedale
Come suona la mia stanza?
Doyle Bramhall II, "Shades": splendida ruvidità e genuinità artistica.
Chi ha inventato davvero il tapping
I vostri articoli
Altamira N200CE: una bella sorpresa
Com'è fatto e come stravolgere un Metal Zone
Una stratoide di nome Silver Sky
Seymour Duncan JB/'59: perfetti per rock anche spinto
Fender Modern Player Telecaster Plus
Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964