CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS SHOP
Ibanez amplia le Iron Label con ancora più violenza
Ibanez amplia le Iron Label con ancora più violenza
di [user #116] - pubblicato il

Tutte in finitura nera satinata, senza segnatasti e con pickup dall’output estremo, la Iceman completa il suo percorso verso l’aggressività totale e lo shape X diventa ancora più brutale.
La collezione Iron Label di Ibanez nasce con un’idea chiara e molto semplice alla base: dare vita a una serie di chitarre elettriche dal sound e dall’estetica portati all’estremo, con il metal in tutte le sue forme a fare da riferimento universale.
Con i modelli introdotti nel 2021, l’azienda nipponica spiega di aver probabilmente prodotto gli strumenti più spinti mai entrati nel catalogo Ibanez: stavolta, a trasformarsi sono gli shape della serie X e la Iceman.

Ibanez amplia le Iron Label con ancora più violenza

Con il 2021, le Iron Label portano avanti la missione di offrire ai musicisti una gamma di chitarre che vadano dritte al punto, dure e pure, con l’equipaggiamento giusto per affrontare le derive metal più aggressive e con un look a dir poco intimidatorio.
Il logo stesso della serie diventa ancora più violento nell’estetica, ripercorrendo lo stile proprio dei loghi scelti dalle band metal nordiche.

In perfetto allineamento con la filosofia Iron Label, il video di presentazione per i nuovi arrivi è una pura ode al metal.



Sono tre i modelli con cui Ibanez estende la gamma, puntando sulla solidità delle costruzioni neck-thru e sulla resa di un’elettronica basata su degli evergreen DiMarzio.
All’appello risponde una Iceman a sette corde con ponte fisso, accompagnata da due X nelle versioni a sei e a sette corde entrambe con ponte flottante.

Ibanez amplia le Iron Label con ancora più violenza

Per tutte, la costruzione neck-thru vede due parti in okume incollate su un manico Wizard in cinque parti alternate di acero e noce. I profili dei manici cambiano leggermente a seconda del modello, con un Wizard III per la X a sei corde e un Wizard II-7 per la Iceman e la X a sette corde.
L’insieme scelto per i legni e il tipo di assemblaggio sono descritti dal costruttore come responsabili di note brillanti e incisive, ottimali anche in condizioni di gain estremo dove la Iron Label trova senza dubbio terreno fertile.

Le tastiere, tutte in ebano, contano 24 jumbo fret seminati lungo un diapason da 25,5 pollici.
Non ci sono segnatasti sul davanti, ma dei dot luminescenti lungo il bordo superiore consentono al musicista di orientarsi anche al buio.

L’elettronica a marchio DiMarzio ruota intorno a una coppia di D-Activator, humbucker ceramici passivi in grado di garantire un’uscita consistente, una forte propensione alla saturazione ma tutta la definizione necessaria a produrre ritmiche corpose e parti melodiche presenti, con un low-end sempre asciutto, mai slabbrato.
L’abbinamento è con un selettore a tre posizioni, un solo volume, un tono e senza possibilità di split né combinazioni esoteriche, per degli strumenti nati per essere spartani, attrezzi da lavoro senza troppi giri di parole.

Ibanez amplia le Iron Label con ancora più violenza

La Iceman, modello ICTB721, adotta un ponte Mono-rail, l’hardtail di casa Ibanez studiato per ridurre il fenomeno di “cross-talk”, cioè l’influenze di una corda vibrante sulle sellette adiacenti. Sulla paletta, disposte su due file, sette meccaniche Gotoh MG-T bloccanti garantiscono tenuta ottimale.
La Iceman arriva di fabbrica con corde .010-.064 per conservare una tensione sufficiente anche durante l’uso di accordature ribassate.

La X si declina invece in due modelli con ponte Edge Zero II per sei e sette corde, rispettivamente identificati dai codici XPTB620 e XPTB720. Le meccaniche Gotoh diventano di tipo tradizionale, in quanto la stabilità è assicurata dal canonico bloccacorde al capotasto.
Per la sei-corde, il manico Wizard III monta un calibro .010-.052. Il Wizard II-7 del modello a sette corde adotta invece di fabbrica una muta .010-.064.

Nel video ufficiale, Ibanez offre un rapido giro sulla Iceman ICTB721.
Consigliamo di tenere gli occhi puntati sul canale YouTube, perché le controparti con ponte Edge-Zero e shape X potrebbero fare prossimamente capolino con dei video dedicati.



Sul sito Ibanez, la XPTB620 è illustrata nel dettaglio a questo link, mentre la XPTB720 è a questa pagina e la ICTB721 è a questo indirizzo.
chitarre elettriche ibanez ictb721 iron label ultime dal mercato xptb620 xptb720
SOSTIENI LA MUSICA

Dal 1992 ACCORDO si impegna a favore di chi fa musica, offrendo gratuitamente contenuti di alta qualità e servizi. Sostieni ACCORDO per sostenere la musica italiana nella sua stagione più difficile.

Dona adesso e usufruisci dei serviizi riservati ai sostenitori!
Link utili
XPTB620 sul sito Ibanez
XPTB720 sul sito Ibanez
ICTB721 sul sito Ibanez
Le Ibanez Iron Label su Musicarte Store
In vendita su Shop
 
IBANEZ - GRX40MLB
di Music Works
 € 179,00 
Visualizza il prodotto
IBANEZ - K5 LTD Fluorescent Green Matte
di Music Works
 € 549,00 
 
IBANEZ - JEM JR JUNIOR SP PINK
di Music Works
 € 479,00 
 
IBANEZ - JOE SATRIANI JS2450 MCP MUSCLE CAR PURPLE
di Music Works
 € 1.908,00 
 
IBANEZ - RG 470
di Music Works
 € 477,00 
 
IBANEZ - AS153 ARTSTAR AYS – ANTIQUE YELLOW SUNBURST
di Music Works
 € 795,00 
 
Ibanez GSR200 Defretted USATO cod. 97821
di Lenzotti
 € 189,00 
 
Ibanez Q52LBM Laser Blue Matte Headless w/Gigbag
di Music Island
 € 989,00 
Mostra commenti     4
Altro da leggere
PRS SE Santana Abraxas 50th Anniversary Limited Edition
RC-600 è la loop station più avanzata di BOSS
Dept. 10: eccellenza valvolare Blackstar a pedale
Lazarus: la Les Paul ’59 resuscitata da Epiphone e Bonamassa
La storia di Teisco
30 anni di Pacifica: in prova la 612VIIX
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Schecter Sun Valley Super Shredder FR S
Seguici anche su:
Altro da leggere
Fart Pedal: il pedale che fa puzzette sbanca su Kickstarter
Paul Stanley positivo al COVID-19: “mi ha preso a calci”
La Les Paul del ’52 salvata da un tornado torna a cantare: ascoltala...
Quando Charlie Watts prese a pugni Mick Jagger
Gibson diventa un'etichetta discografica: il primo album sarà di Slas...
Un chitarrista duetta con il suono del Golden Gate che gli ingegneri n...
Pickaso Guitar Bow: chitarra acustica ad arco
La Telecaster di Hallelujah diventa criptoarte da 26mila euro
Eric Clapton non suonerà per i soli vaccinati, ma non è un No Vax
I Radiohead remixano Creep per una versione “Very 2021”
Chibson USA Placebo Pedal: il pedale che fa… niente!
Cavi sessisti: no, non è uno scherzo
Living Electronics: un album che si ascolta solo su Game Boy?!
Fender Stratocaster #0689 dell'agosto 1954: il restauro ToneTeam
Se sei bravo ti basta una scopa con le corde? Sì, ma anche no




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964