VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Le chitarre Fender diventeranno NFT da collezione?
Le chitarre Fender diventeranno NFT da collezione?
di [user #116] - pubblicato il

Fender registra tre delle sue palette per la creazione di oggetti virtuali. Criptoarte e NFT potrebbero essere nei futuri piani dell’azienda, e non sarebbe la prima.
Per qualcuno è una pura e semplice bolla speculativa, per altri il virtuale e il concetto di blockchain rappresentano il futuro. Ciò che è certo è che termini come NFT (Non Fungible Tokens), Metaverso e Criptovalute si avviano a diventare d’uso comune nella finanza, nel collezionismo e, sempre di più, anche nella vita quotidiana.

Per i musicisti, che col collezionismo e con le aste si muovono spesso su binari prossimi, gli NFT sono già realtà. Ne sa qualcosa Matthew Bellamy, che ha acquistato la Fender Telecaster usata da Jeff Buckley per incidere la celebre “Hallelujah” e ne ha fatto un oggetto di criptoarte finito all’asta per la bellezza di 26mila dollari. Come lui, altri artisti hanno sfruttato le nuove tecnologie in modo creativo: si pensi a Keith Richards, che a gennaio ha venduto all’asta per beneficenza una Gibson ES-335 autografata e accompagnata da un NFT della stessa a impreziosire l’offerta.
Ora, al coro, potrebbe unirsi Fender Musical Instruments.

Le chitarre Fender diventeranno NFT da collezione?

È di pochi giorni fa la notizia del deposito, da parte di Fender, di tre marchi registrati relativi alle palette dei suoi strumenti. Lo scopo della documentazione è legata alla produzione di “beni virtuali, fotografie, disegni, video e registrazioni audio con musica e strumenti musicali”: in pratica, la dicitura standard di un elemento che si intende riprodurre sotto forma di NFT, per oggetti virtuali legati al nascente concetto di criptoarte.

Non è dato sapere se Fender abbia già dei piani riguardo la produzione di NFT o se la sua mossa ha il solo scopo di preservare il proprio copyright da iniziative di terze parti. Non ci sarebbe da stupirsi, però, se nel prossimo futuro il colosso dovesse affacciarsi alle possibilità offerte dal Metaverso e dintorni: sarebbe in buona compagnia.
Lo scorso gennaio, infatti, Gibson aveva registrato gli shape di Les Paul, SG, Flying V, Thinderbird, Explorer e ES-335 allo scopo di “coprire le categorie dei file multimediali scaricabili contenenti disegni, testi, audio e video relativi a musica e intrattenimento autenticati mediante Non Fungible Tokens”.
Com’è accaduto per Bellamy e la sua Fender, anche Gibson è stata oggetto di “virtualizzazioni” e vendite via NFT: è successo con la Lennon Collection, una serie di aste ospitata da Julien’s tutta intorno a chitarre virtuali, vendute in forma di NFT.
Diventa lecito quindi decidere di proteggere il prodotto in un terreno ancora molto fumoso. Nel caso di Gibson, però, la postilla “intent-to-use” - letteralmente “con l’intenzione di utilizzare” - porrebbe le basi per aspettarsi un NFT “chitarristico” marchiato Gibson nel prossimo periodo.

Che gli NFT siano destinati a rimpiazzare, o quantomeno ad affiancare, il fenomeno del vintage puramente a scopo collezionistico?
chitarre elettriche curiosità fender gibson musica e lavoro
Link utili
La Telecaster di Jeff Buckley diventa un NFT
La ES-335 con NFT di Keith Richards
La Gibson Lennon Collection NFT
Nascondi commenti     8
Loggati per commentare

di TumblinDice [user #38343]
commento del 17/05/2022 ore 17:14:05
Finalmente, nella realtà sono un cinquantenne con la pancetta ma nel Metaverso avrò il fisico di Lenny Kravitz, le chitarre di Keith Richards e un autobus di groopie come Nikki Sixx.
Rispondi
di fibo [user #47404]
commento del 18/05/2022 ore 07:29:13
Pensa che io ho la panza pure nel metaverso, scarse doti musicali e mi schifa pure il mio metagatto!!!
Rispondi
Loggati per commentare

di TumblinDice [user #38343]
commento del 18/05/2022 ore 21:06:10
Arrivato dal lavoro, sto ridendo come uno scemo da 5 minuti pensando al metagatto :)))
Rispondi
di bettow [user #30179]
commento del 18/05/2022 ore 22:31:06
Del resto se si parla di realtà aumentata e aumenta pure la panza!
Rispondi
di Mattraiommi [user #37593]
commento del 20/05/2022 ore 16:09:37
.....io non ho capito un tubo :-(
Rispondi
di Mawo [user #4839]
commento del 21/05/2022 ore 13:52:28
La strada è lunga però potrebbe essere utile in futuro.
Rispondi
di Francescod [user #48583]
commento del 24/05/2022 ore 00:10:09
Purtroppo gli scemi da cui estrarre denaro nella realtà quotidiana non sono mai abbastanza per far arricchire i furbi. Così servono anche frotte di scemi virtuali. E siamo sicuri che non mancheranno. I metascemi.
P.s. comunque complimenti per l'articolo scritto coi piedi.
Rispondi
di hellequin [user #42701]
commento del 25/05/2022 ore 16:33:37
Non ho capito proprio niente, grazie.
Rispondi
Altro da leggere
Samuele Corrado: la vita on the road di un guitar tech
Tono TBX e manico custom: Susan Tedeschi racconta la sua Telecaster signature
La AZ del 2024 di Tom Quayle punta su flessibilità e affidabilità
Ronciswall: una visione italiana per la chitarra elettrica del futuro
ST-Modern Plus HSS è la Strat-style ultramoderna di Harley Benton
La mia LadyBird
Articoli più letti
Seguici anche su:
Scrivono i lettori
La mia LadyBird
Gibson Les Paul R0 BOTB
Serve davvero cambiare qualcosa?
70 watt non ti bastano? Arriva a 100 watt!
Manuale di sopravvivenza digitale
Hotone Omni AC: quel plus per la chitarra acustica
Charvel Pro-Mod DK24 HSH 2PT CM Mahogany Natural
Pedaliere digitali con pedali analogici: perché no?!
Sonicake Matribox: non solo un giochino per chi inizia
Ambrosi-Amps: storia di un super-solid-state mai nato




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964