VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
PRS e Gibson in guerra per Ted McCarty
PRS e Gibson in guerra per Ted McCarty
di [user #17844] - pubblicato il

PRS e Gibson portano la Theodore in tribunale per un contenzioso sul personaggio di Ted McCarty, e ci finisce di mezzo anche la Silver Sky. A ricostruire la faccenda è Guitar.com.
Leo Fender e George Fullerton, Lester Polfus, ma anche Ted McCarty: alcuni nomi sono divenuti leggenda per i chitarristi e ancora oggi stimolano la fantasia e la creatività dei costruttori di strumenti musicali in tutto il mondo.
Ora uno di loro è oggetto di un contenzioso che vede protagoniste PRS e Gibson, due giganti della liuteria industriale americana che già hanno incrociato le loro strade in passato per uno scontro sul design della Les Paul e della corrispondente PRS Single Cut. Solo che, se per la solid body fu Gibson a trascinare PRS in tribunale, stavolta accade l’opposto.

Ted McCarty, in forze presso Gibson dal 1948, ne divenne presidente nel 1950 e mantenne l’incarico fino al 1966. La sua figura è stata centrale per la crescita del marchio nella metà del secolo scorso e Gibson ne ha sempre tenuta l’eredità in primo piano.
Nel 2022 avviene l’ultimo tributo: un progetto di Ted McCarty risalente al 1957 è scovato negli archivi Gibson per vedere la luce tre quarti di secolo più tardi. Ne nasce un’edizione limitata a cura del Custom Shop. Per qualcuno troppo strana per essere considerata “bella”, per altri un affascinante esperimento per scoprire cosa “avrebbe potuto essere” ma non è mai stato. Per i collezionisti è stata sicuramente una novità succosa e anche Joe Bonamassa ha mostrato la sua curiosità, suonandola per un video ufficiale.
Di lì a poco, la chitarra è finita per diventare pomo della discordia con PRS.

PRS e Gibson in guerra per Ted McCarty

Per scoprirne i motivi bisogna fare un passo indietro nel tempo. Quando Ted McCarty lasciò Gibson, saldò un rapporto con l’allora giovanissimo Paul Reed Smith, ne divenne per certi versi un mentore a cui il liutaio del Maryland ancora oggi ammette di dovere tantissimo. Le nozioni condivise da Ted con Paul sono alla base di molte delle tecniche costruttive e delle scelte stilistiche che caratterizzano i primi anni di PRS, e non è un caso che uno dei modelli più desiderati nel catalogo sia proprio la McCarty, una take alternativa sulla classica Custom (o Single Cut, a seconda delle edizioni) con svariati accorgimenti, dalla scelta dell’hardware all’elettronica appositamente progettata fino alla curiosa introduzione di un diapason da 24,594 pollici, ritenuto da Ted “la misura perfetta”.



L’accusa di PRS
Theodore da un lato, modello McCarty dall’altro: due strumenti diversi tra loro sotto molti aspetti, ma con radici comuni.
PRS contesta che l’uso del nome Theodore, agli occhi di qualsiasi chitarrista, collegherebbe inevitabilmente alla persona di Ted McCarty, e Gibson non possiede i diritti di sfruttarne nome, immagine o personaggio.
Al contrario, PRS ha il diritto di usare il nome McCarty e produrre una chitarra che sia in qualche modo collegata al suo personaggio. Così, la seconda ragione per cui l’azienda ritiene illegittima la creazione Gibson è il rischio che gli utenti possano pensare ci sia qualche collegamento tra la Theodore e Paul Reed Smith.

La risposta Gibson
Il colosso rifiuta l’accusa categoricamente, spiegando che PRS non ha fornito motivazioni sufficienti alla sua tesi. Secondo i legali, i chitarristi potrebbero presumere che a dare il nome allo strumento Gibson si possa trattare di qualsiasi altro Theodore e che McCarty non è celebre a sufficienza per portare automaticamente il pubblico a pensare che la chitarra sia collegata a lui.

Il caso
Raffinatezze da tribunale, non c’è che dire, perché basta dare uno sguardo al materiale informativo ufficiale per scoprire che la Theodore è apertamente dedicata al lavoro di McCarty. La battaglia però è di quelle dure, perché creerebbe un precedente pesante circa l’esclusività dei prodotti legati a Ted in tasca a PRS.
La notizia emerge all’alba del 2024 ma in realtà la questione è stata sollevata nell’estate del 2023, e per la fine di gennaio se ne aspetta la conclusione in tribunale.

Le conseguenze
Azioni simili provocano spesso ripercussioni, e nel frattempo Gibson ha controbattuto richiedendo a PRS di dismettere la Silver Sky in versione Nebula in quanto il nome della signature di John Mayer, troppo simile a la finitura Silverburst registrata da Gibson, potrebbe indurre il pubblico a pensare che il marchio sia in qualche modo coinvolto nella Silver Sky. Non risultano richieste di risarcimento allegate, ma solo la pretesa di cessazione.
Una risposta per le rime insomma, che diventa ancora più curiosa se si pensa che la domanda si limita alla sola edizione limitata Nebula ma che, vista la somiglianza della contestazione con quella di PRS per la Theodore, rischia di essere accolta per ragioni similari.

È curioso immaginare come la cosa potrà evolversi tra le mani degli avvocati e non meno singolare è il fatto che sia la Theodore sia la Silver Sky Nebula sono state edizioni limitate prodotte solo per un periodo di tempo e in quantità ridotta, e non sono più in commercio mentre se ne discute.
chitarre elettriche curiosità gibson mccarty prs theodore
Link utili
Gibson presenta la Theodore
Joe Bonamassa suona la Gibson Theodore
La PRS McCarty 594
La diatriba su Guitar.com
Mostra commenti     4
Altro da leggere
SHG Music Show cambia pelle per il 2024
PRS mostra in video le S2 del 2024 con pickup Core americani
Chitarre appartenute ai grandi? Noel Gallagher ci sputa sopra, letteralmente
"La gente non capisce che le Strat fino al 1975 sono ottime": Malmsteen si schiera con CBS
Elettronica USA e palette a libro per le Epiphone 2024 ispirate a Gibson Custom
Theodore Standard: la Gibson perduta di Ted McCarty diventa realtà
Articoli più letti
Seguici anche su:
Scrivono i lettori
Serve davvero cambiare qualcosa?
70 watt non ti bastano? Arriva a 100 watt!
Manuale di sopravvivenza digitale
Hotone Omni AC: quel plus per la chitarra acustica
Charvel Pro-Mod DK24 HSH 2PT CM Mahogany Natural
Pedaliere digitali con pedali analogici: perché no?!
Sonicake Matribox: non solo un giochino per chi inizia
Ambrosi-Amps: storia di un super-solid-state mai nato
Il sarcofago maledetto (e valvolare) di Dave Jones
Neural DSP Quad Cortex: troppo per quello che faccio?




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964