CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
Les Paul Classic 2014 e non solo
Les Paul Classic 2014 e non solo
di [user #29647] - pubblicato il

A dispetto del nome, la Les Paul presentata per il 2014 di classico ha ben poco. Torna il palissandro, ma un binding tutto diverso e un innovativo booster integrato ne fanno una Gibson con una voce tutta sua.
A dispetto del nome, la Les Paul presentata per il 2014 di classico ha ben poco. Torna il palissandro, ma un binding tutto diverso e un innovativo booster integrato ne fanno una Gibson con una voce tutta sua.

La line-up 2014 segna il ritorno al palissandro (finalmente) dopo un 2013 di acero cotto che non a tutti era piaciuto. In occasione del Second Hand Guitars mi sono imbattuto in molte nuove Gibson e in una giornata ho avuto modo di provarne sei o sette tra Studio, Studio Pro e Classic. Alla fine ho comprato la Classic per un buon prezzo.

Ero con tre amici chitarristi per cui ogni prova in effetti è stata fatta su quattro mani diverse evidenziando così le caratteristiche. In questo modo ho avuto modo anche di sentire la chitarra oltre che suonarla.

Il mio primo pensiero è rivolto alle finiture: paradossalmente le chitarre più economiche sono rifinite meglio. Davvero belle le Les Paul Studio Pro che con le meccaniche Grover, e i Burstbucker splittabili hanno davvero una marcia in più. Inoltre risultano invisibili le giunzioni manico-corpo e le impiallacciature sulla paletta, forse merito anche della vernice.
Pur avendomi impressionato, la Studio Pro non mi ha convinto per una cosa: troppo profonda, bassi troppo pronunciati e di conseguenza uno split un po' meno performante (forse una regolazione pickup e una scaltura 10-46 in luogo della 09-46 di serie possono aiutare).
Ma venendo a noi, la Classic è una Gibson abbastanza cattivella, non sono qui a elencarvi le caratteristiche, ma le salienti sono: pickup '57, meccaniche TonePros, booster 15db, split dei pickup indipendente.

Les Paul Classic 2014 e non solo

Visto le domande in rete, posso dire che la "nuova" tecnica di alloggiamento tasti (tipica del 2014) l'ho trovata molto comoda, non ho notato alcuna difficoltà nel suonare. Nonostante non abbiamo meccaniche autobloccanti, questo esemplare non si scorda, sembra che nel 2014 Gibson sia intervenuta sul capotasto (vedi sito Gibson).
Rispetto al suono Gibson a cui siamo abituati cambia qualcosa: esso è molto piu aperto e "secco". I bassi ci sono (ovviamente) ma ho apprezzato anche la brillantezza delle medio-alte. La chitarra tende (ovviamente) a impastare ma è molto gestibile e sensibile. Tipico forse dei 57', molto buona comunque la resa dello split.
Il peso è abbastanza elevato, infatti una Studio/Studio Pro è più leggera. Sulla Studio abbiamo le camere tonali, mentre qui i nove buchi di alleggerimento. Il sustain è molto lungo e ho apprezzato la reattività sui vibrati, sembra una cosa normale ma le altre chitarre tendevano a suonare un po' più piatte e amorfe. Utilissimo il profilo '60 che mi ha messo subito a mio agio. Personalmente ritengo che chi cerca un suono Gibson tradizionale non comprerà una Classic, che in effetti di classico ha solo estetica e nome. Probabilmente una Traditional può essere qualcosa di più "old-style" (ma forse nemmeno così tanto).
Il Booster è davvero utile sopratutto su un ampi valvolare, ottengo risultati strabilianti con il mio Vox AC30 più TS9 e il booster della chitarra.

Les Paul Classic 2014 e non solo

La finitura della mia è Heritage Cherry Sunbrust (sovrapprezzo) e ha uno street-price di 1700-1800: davvero troppi.
Il top è accostato bene ma le due parti speculari non hanno esattamente lo stesso colore e la stessa luce. Sebbene io non badi (troppo) all'estetica ma al suono, reputo molto discutibile la scelta di pickup zebra su tale colore: trovo che siano un pugno nell'occhio.
Data la fascia di prezzo, definirei le finiture più che sufficienti o buone, ma non eccelse. Nella zona di attacco manico-corpo si scorge qualche sbavatura di vernice sotto il binding, inaccettabile per me. Inoltre anche il battipenna non mi sembra più quello di una volta: la plastica è a mio avviso scadente. In compenso la vernice è ben stesa sul resto del corpo, il binding ben posizionato e il vano elettronica molto ordinato, nonostante la pila 9V che vi alloggia.

Les Paul Classic 2014 e non solo

Il mio personalissimo voto è di 7.5-8 su 10, dove il vero problema è un accanimento al taglio di costi e alla ricerca di innovazioni che si potevano anche risparmiare. Nota positiva è il case rigido in versione Vintage, ben fatto e profumatissimo (sembra vaniglia).
Tirando le somme, data la sua fascia di prezzo la chitarra si scontra (verso il basso) con la Studio Pro (di cui sono molto molto contento: siamo a circa 1200€) e verso l'alto con la nuova Traditional (1850€ circa, mai vista, sentita o provata).
Siamo tornati al palissandro, è vero. Ma questo palissandro (almeno sugli esemplari da me provati) era anemico e un po' ruvido al tatto. Spero vivamente in un miglioramento della qualità nei tempi successivi, altrimenti una persona come me con un migliaio di euro in tasca (accumulati e risparmiati con tanta fatica) difficilmente potrà trovare uno strumento davvero valido.

Les Paul Classic 2014 e non solo
chitarre elettriche classic gibson gli articoli dei lettori les paul
Link utili
Homepage Gibson
Gibson Les Paul Classic
Nascondi commenti     65
Loggati per commentare

Gibson di nome ma poco nel suono
di carlo7string [user #22807]
commento del 23/04/2014 ore 11:30:19
stavo per comprare anche io la classic 2014, ma il colore che volevo il seafoam green non era disponibile se non dopo una attesa di 3 mesi, ho optato per una standard 2013 che era disponibile. Purtroppo non sono soddisfatto, e mi sembra di leggere da ogni parte che le nuove gibson hanno un suono meno gibson, più anonimo, sono più leggere e più comode ma lasciano l'amaro in bocca.
Nenache un mese e sto già ipotizzando di cambiare i pickup, io ho i BurstBucker Pro V.
Mi rimane il dubbio su quanto incide in percentuale nel suono Pickup/Legno? perchè le gibson pre 2003 suonano meglio?
Rispondi
Re: Gibson di nome ma poco nel suono
di aleck [user #22654]
commento del 23/04/2014 ore 14:04:33
"perchè le gibson pre 2003 suonano meglio?" in base a cosa?
Rispondi
Re: Gibson di nome ma poco nel suono
di LuckyPierluigi [user #40183]
commento del 23/04/2014 ore 14:17:11
E, soprattutto, non si è sempre parlato di "pre 2004"? Per me l'unico vero cambiamento cìè stato nel 2008, con la comparsa della Standard 2008 che aveva caratteristiche molto diverse dalle Standard precedenti (Chambering, manico asimmetrico), e con la quale Gibson ha iniziato a modificare i propri cavalli di battaglia - Standard, Studio e Custom - in maniera significativa (poco dopo è arrivata la Les Paul Custom con tastiera in Richlite, per fare un esempio).
Rispondi
Re: Gibson di nome ma poco nel suono
di carlo7string [user #22807]
commento del 23/04/2014 ore 14:22:49
"in base a cosa?" è quello che sto cercando di capire, il suonano meglio è un giudizio che riscontro nei vari forum e da amici gibsoniani di vecchia data, sono tutti concordi quindi un fondo di verità c'è, almeno penso
Rispondi
Re: Gibson di nome ma poco nel suono
di ggk [user #2353]
commento del 23/04/2014 ore 14:50:17
qui si sfonda una porta aperta; metà, se non addirittura la maggior parte di quelli che ti dicono che, ad esempio una standard 2008 suona peggio di una standard del 1974 non ha mai provato ne l'una ne l'altra. Io ho avuto les paul Standard, Standard 2008, gold top, gold top 56, custom e alla fine suonavano talmente meglio di quelle nuove che l'unica che ho tenuto è la proprio la 2008. Il suono dipende da diversi fattori, io preferisco ad esempio (e non uso pedali con nessun amplificatore che ho) l'ampiezza del suono della 2008, saranno le camere tonali, sarà il colore, sarà chennesò cosa, ma con, ad esempio una standard del 74 il suono era sempre impastato, mai definito, un pastone condito da una chitarra di un peso allucinante. stessa cosa con la custom, custom - cavo - jcm800 e c'era sempre qualcosa di troppo, adesso con la 2008 il suono è più bilanciato, i bassi sono bassi, i medi sono medi e gli alti sono alti e con il mio setup suona benissimo.
Poi, ad ognuno il suo, ma secondo le nuove non hanno niente da invidiare a quelle vecchie e in alcuni casi il suono è pure superiore. Poi se uno vuole il suono del reverndo Gibbons e della Pearly Gates del 54, dubito che riuscirà ad ottenerlo anche con la stessa chitarra.
scusate lo sfogo, ma secondo me con sta storia "ma suonano meglio quelle vecchie" si impoverisce tutta una possibile discussione sull'evoluzione degli strumenti musicali. Poi qui penso che a nessuno piacerebbe guidare una fiat ritmo 75, eppure c'è chi giurerebbe che va meglio della punto..
quindi, riassumendo, provate gli strumenti con il vostro setup e fatevi un idea vostra, non dei forum.
Rispondi
Re: Gibson di nome ma poco nel suono
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 23/04/2014 ore 14:55:41
Amen!
Rispondi
Re: Gibson di nome ma poco nel suono
di helloween [user #27122]
commento del 23/04/2014 ore 17:00:48
Ti stringo virtualmente la mano e ti offro pure una birra (virtuale, che ti aspettavi? :-D)...ti fregio dell'appellativo "fratello di chitarra"! Quando in giro a provare les paul sono incappato in questa nuova (ormai vecchia) standard ho apprezzato subito la maggiore comodità del manico ed il minor peso...insomma sempre integralisti no! Ti dirò di più, amo le ibanez...tiè! :-D
Rispondi
Re: Gibson di nome ma poco nel suono
di nicolapax [user #27042]
commento del 23/04/2014 ore 23:20:45
===Poi se uno vuole il suono del reverndo Gibbons e della Pearly Gates del 54, dubito che riuscirà ad ottenerlo anche con la stessa chitarra.===

Il Rev. Gibbons è capace di tirare fuori "quel suono" anche se fra le mani avesse un badile con le corde!
Per il resto, finalmente simo gia alle stesse paranoie dei fenderiani che s'addannano nelle discussioni pre/post CBS, American standard VS Custom Shop e altre simpatiche follie!
Allora dico che la mia Greco LP del 1982 suona ancora meglio di qualsiasi Lp fatta a Nashville (così mi ricoprite di improperi) e se la gioca con quelle di Kalamozoo (che in 48 anni di età ne avrò viste si e no dieci...).
Maddai, sono così evidenti e insopportabili queste "magagne" dell'articolo? Vabbé spendendo 1700 piotte uno tende a pretendere, ma proprio perchè spendi 'sta cifra, prima devi passare taaanto tempo alla ricerca della chitarra giusta e amen.
Rispondi
Re: Gibson di nome ma poco nel suono
di ggk [user #2353]
commento del 24/04/2014 ore 06:42:16
Infatti...questo dicevo, se sai fare fai anche con una scopa con le corde, e che suono!
Per il resto, appunto so 1700 piotte, se ce le hai in saccoccia e sei esigente provi, cerchi.non é che tutte le altre chitarre le hanno bruciate e ce so solo queste.
Sicuramente a qualcuno andrà bene questa e siamo nel 2014, non nel 1968. É normale che Gibson differenzi l'offerta, non mi scandalizzo. É solo l'approccio del "andava meglio quando andava peggio" che mi da fastidio.
Rispondi
Re: Gibson di nome ma poco nel suono
di SilverStrumentiMusicali utente non più registrato
commento del 04/05/2014 ore 18:22:20
non cambiare pickup, cambia chitarra... stamm a sentì a me.
Rispondi
A volte mi domando cosa ...
di Foglio [user #19480]
commento del 23/04/2014 ore 11:46:40
A volte mi domando cosa spinge una persona a prendere una Traditional rispetto ad una R8... E non venitemi a dire il prezzo, che con 600€ di differenza basta risparmiare un po' e si arriva tranquillamente ad averli...

Questa Classic mi rende perplesso già a partire dal nome... Un booster nella chitarra con tanto di batteria a 9V??? Ma che baracconata sarebbe??? Roba da Ibanez o giù di lì... E il secondo tono che fine ha fatto??? Mah...
Rispondi
Re: A volte mi domando cosa ...
di thyeah [user #40067]
commento del 23/04/2014 ore 13:41:19
600€ non sono bruscolini, la R8 è chiaramente di un'altra fascia ma non capisco perchè dici che la traditional non vale la pena? hai avuto modo di provarla? impressioni negative più nel dettaglio?
Rispondi
Re: A volte mi domando cosa ...
di Foglio [user #19480]
commento del 23/04/2014 ore 14:08:09
L'ho provata e francamente ho preferito spendere quei 600€ in più...

I pickup mi sembrano meno corposi (meno frequenze medie?) e i materiali sono tutto un'altro pianeta...

Lo so che 600€ non sono pochi, ma il salto è veramente alto... Almeno secondo la mia personale opinione...
Rispondi
Re: A volte mi domando cosa ...
di LuckyPierluigi [user #40183]
commento del 23/04/2014 ore 14:10:17
La differenza di prezzo non è questa, non puoi paragonare il prezzo di una chitarra nuova con quello di una chitarra usata, non è la stessa cosa, gli unici prezzi paragonabili sono quelli da nuovo o da usato per entrambi i modelli: la Trad 2014 costa nuova 1900 euro, la R8 costa nuova 3800 euro, quindi la differenza sul nuovo è di 1900 euro (ovvero con i soldi di una R8 nuova compri due Traditional nuove). Sull'usato le Trad hanno un prezzo intorno ai 1300 euro, mentre la R8 usata costa 2500 euro, quindi 1200 euro in più rispetto alla Traditional (ovvero anche in questo caso con i soldi di una R8 usata compri due Traditional usate).

Ciao!
Rispondi
Re: A volte mi domando cosa ...
di Foglio [user #19480]
commento del 23/04/2014 ore 14:26:57
Io l'R8 da Tomassone NUOVA l'ho portata a casa a 2500€... A 3800€ ti porti a casa quella Aged, ma una VOS con il top in acero plain ha quel prezzo più o meno ovunque...
Rispondi
Re: A volte mi domando cosa ...
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 23/04/2014 ore 14:52:19
Bisogna vedere quanto tempo fa e di che annata è la chitarra. Una R8 del 2014 con 2500€ non te la fanno neanche provare...I prezzi sono lievitati e la Standard adesso va dai 2200 ai 2500€. In ogni caso la Traditional non è questa ciofeca che descrivi tu, parlando della serie fino al 2012, anno della mia. Basta spendere 35€ di pots e caps e le si apre il suono, almeno sui modelli come il mio che montavano 300kohm ai volumi e condensatori dal valore capacitivo più alto dei comprovati 15/22nF. Poi volendo si puó cambiare l'hardware, con 100€, e portarla davvero nel territorio vintage come sonorità ed a quel punto ti passa ogni smania di custom shop, restando contenti e con il portafoglio più pieno. Come vedi ognuno ha la sua di esperienza, quindi eviterei queste generalizzazioni e siamo tutti contenti, anche perchè io non ho provato un numero sufficientemente alto di R8 da poter fornire un dato statisticamente valido e oresuppongo lo stesso valga per te con le Traditional. :)
Rispondi
Re: A volte mi domando cosa ...
di Foglio [user #19480]
commento del 23/04/2014 ore 15:08:56
L'ho presa nel 2012 e la chitarra è del 2012...
La differenza non è solo nell'elettronica, se la pensi così allora tieniti stretto la tua traditional perchè sicuramente non riuscirai ad apprezzare un salto più alto...
Rispondi
Re: A volte mi domando cosa ...
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 23/04/2014 ore 16:17:15
Giusto a titolo informativo io non me la posso permettere una cifra più alta perchè studio e con i lavoretti occasionali e le serate con il gruppo lo stipendio di differenza tra le due chitarre in oggetto lo avrei messo da parte in altri due anni. Poi io ho parlato di suono e l'equazione è semplice: liuteria della mia chitarra ok, dunque con elettronica giusta e hardware di qualità l'obbiettivo è raggiunto, non capisco questa tua ostilità da età pre-puberale.
Rispondi
Re: A volte mi domando cosa ...
di Foglio [user #19480]
commento del 23/04/2014 ore 16:48:46
Non è ostilità, condivido semplicemente il mio punto di vista, tutto qui... :)
Rispondi
Re: A volte mi domando cosa ...
di Guycho [user #2802]
commento del 24/04/2014 ore 01:44:47
che intendi per "si puó cambiare l'hardware, con 100€, e portarla davvero nel territorio vintage come sonorità" ?
Rispondi
Re: A volte mi domando cosa ...
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 24/04/2014 ore 08:38:31
Ho scritto un articolo dettagliato in merito, basta che cerchi sul mio profilo, è l'ultimo pubblicato!
Rispondi
Re: A volte mi domando cosa ...
di LuckyPierluigi [user #40183]
commento del 23/04/2014 ore 17:34:58
Io ho cercato sul sito di Centro Chitarre (super dealer Gibson) ed ho trovato la VOS a 3800 cucuzze:

vai al link s-reissue-faded-tobacco.html

Poi ho cercato riscontro da Gino Musica (altro super dealer Gibson) e sempre a 3800 euro la vende:

vai al link

Po i ho cercato dal mitico Thomann, e anche lui ce l'ha a 3800 euro:

vai al link

Tomassone non ha un sito con prezzi pubblici, quindi non so a quanto ce l'ha, me se gli altri super dealer ce l'hanno a 3800 euro dubito che possa venderla a 1300 euro in meno. E' evidente che quando l'hai comprata hai fatto un super affare, sfruttando la nota altalenanza dei prezzi Gibson.
Rispondi
Re: A volte mi domando cosa ...
di Foglio [user #19480]
commento del 23/04/2014 ore 17:50:39
Boh, che vuoi che ti dica... Mi pare strano... Avranno aumentato i prezzi (ma di 1300€??? Mah...)...
Io so solo che la mia R8 plain top del 2012 con tanto di certificato l'ho pagata quella cifra lì (a rate comunque... XD)...
Rispondi
Re: A volte mi domando cosa ...
di LuckyPierluigi [user #40183]
commento del 23/04/2014 ore 18:02:27
Oggi però potresti venderla usata e non perderci neanche un centesimo, hai fatto un affare! ;-)
Rispondi
Re: A volte mi domando cosa ...
di Foglio [user #19480]
commento del 23/04/2014 ore 20:40:50
Piuttosto che venderla mi taglio le palle... ;)
Rispondi
Re: A volte mi domando cosa ...
di LuckyPierluigi [user #40183]
commento del 23/04/2014 ore 21:10:01
Ben detto, semper fidelis! :-D
Rispondi
Re: A volte mi domando cosa ...
di Matteo Barducci [user #29]
commento del 24/04/2014 ore 09:30:3
Nel 2014 tutte le Custom Shop hanno avuto un grosso cambiamento nei processi costruttivi, con conseguente impennata dei prezzi.
Rispondi
Re: A volte mi domando cosa ...
di Foglio [user #19480]
commento del 24/04/2014 ore 09:45:4
Matteo, che tu sappia qualcuno ha mai visto come lavorano al Custom Shop??? Conosco bene dai filmati la produzione standard, ma quella CS proprio mi pare un mistero di Fatima...
Rispondi
Re: A volte mi domando cosa ...
di Matteo Barducci [user #29]
commento del 24/04/2014 ore 10:03:1
Non credo che fra CS e divisione USA ci siano sostanziali differenze dal punto di vista dei metodi di lavorazione: togliamoci dalla testa l'idea che ci sia il liutaio unico che ti fa la chitarra da zero a colpi di raspa e pialla... E' comunque una produzione in serie, limitata ma che comunque sforna migliaia di strumenti l'anno. Semmai ciò che variano sono i processi costruttivi: il legno destinato ai corpi viene catalogato in base al peso, viene utilizzata colla animale per le giunzioni, sono stati rivisti gli alloggiamenti dei truss rods, etc... Insomma, le specifiche sono più elevate e aderenti agli standard dell'epoca(con le dovute differenze, ovvìo).
Rispondi
Re: A volte mi domando cosa ...
di chiatarrox [user #36263]
commento del 24/04/2014 ore 15:11:24
Le Custom Shop (e in genere tutti i modelli Gibson) hanno avuto una flessione importante nel prezzo anni fa quando il fatto che Gibson decise di bypassare l'importatore per vendere direttamente tramite super dealer coincise con un cambio euro dollaro decisamente favorevole. Prima le standard costavano sopra i 2000 euro e le custom shop erano inarrivabili. Con in nuovi prezzi molti fecero dei grandi affari: io portai a casa una R8 a 2200 euro, era un ottimo strumento e ad oggi mi pento di averla venduta (venduta senza perderci comunque). Successivamente i prezzi complice un aumento dei listini ma soprattuto il cambio non più eccezionale salirono un po'. Effettivamente basta guardare su mercatino per vedere che la 58 VOS vecchia la si trova ancora a prezzi contenuti, vedo che ce n'é una nuova a 2740 euro. Le nuove hanno effettivamente subito un balzo in avanti per quel che riguarda i prezzi, secondo me non giustificabile con le nuove specifiche che colla animale a parte nella giunzione manico corpo non é che cambino poi molto, si possono spiegare forse con i recenti problemi di Gibson nel procacciarsi materia prima. Di fatti negli ultimi due anni pare che persino le cusom shop avessero la tastiera nel famigerato palissandro laminato (oggi non più, ma a che prezzo).
Rispondi
Re: A volte mi domando cosa ...
di Claes [user #29011]
commento del 25/04/2014 ore 18:36:04
Anni 70' ho sentito una Stanzani e Tomassone da paura :) Vi è gente oltre la Gibson che sa costruire chitarre con sound & qualità... da vendere. Ma è roba costosa per l'acquirente!
Rispondi
Re: A volte mi domando cosa ...
di Foglio [user #19480]
commento del 25/04/2014 ore 18:56:35
Ma repliche o roba dalle forme originali tipo Manne???
Rispondi
Re: A volte mi domando cosa ...
di helloween [user #27122]
commento del 23/04/2014 ore 17:07:08
Perchè, che hanno le ibanez che non vanno? O_o
Rispondi
Re: A volte mi domando cosa ...
di Foglio [user #19480]
commento del 23/04/2014 ore 17:19:20
Nel senso che hanno soluzioni innovative e spesso fuori dagli schemi... Mica parlavo in modo dispregiativo... Anche se negli anni '90 erano fatte meglio, secondo me...
Rispondi
Re: A volte mi domando cosa ...
di helloween [user #27122]
commento del 23/04/2014 ore 17:33:39
Mai provato una ibanez degli anni 90...però ho suonato les paul e posso affermare senza ombra di dubbio che il manico asimmetrico è molto più comodo e confortevole rispetto ai soliti manici che producevano in gibson. La mia standard del 2008 per fortuna ha un manico del genere e ringrazio la gibson per questa innovazione...non capisco perchè essere sempre contro le innovazioni. Un boost sulla chitarra non la snatura...se uno vuole lo usa altrimenti niente...tanto poi uno il pedalozzo non lo usa? Ci sono cose che farebbero comodo in alcune chitarre...come lo split, piezo e boost secondo me...ed a volte anche il 24esimo tasto può servire...io sono per il "ben vengano le innovazioni"...
Rispondi
Re: A volte mi domando cosa ...
di Dinamite bla [user #35249]
commento del 23/04/2014 ore 18:01:41
Sono passato ad una R8 v.o.s. dopo aver avuto una standard plus con camere tonali e tutto il resto, spesso disprezzato, del 2010..
Inizio col dire che è vero, un paio d'anni fa le custom costavano molto meno, così come le standard costavano non più di 1600-1700.. adesso non so cosa sia successo in casa Gibson, ma il rincaro è pauroso.. si parla veramente delle cifre citate sopra..oltre +1000€.. è assurdo ma è così: la mia 58 è stata pagata circa 2600€ (scontrino alla mano) due anni e spiccioli fa. Adesso non si trova a meno di 3800 per i modelli 2013 o 2014.

In ogni caso... il salto di qualità c'è ed è sicuramente estremamente evidente.. tuttavia giudico molto positivamente l'esperienza con la standard.. era una chitarra ottima e le camere tonali la facevano vibrare alla grande.
Purtroppo non me lo potevo permettere (sto concludendo gli studi universitari, e so benissimo cosa significa avere questa passone e non avere uno stipendio..anche i 20-30€ fanno la differenza....), altrimenti le avrei di certo tenute entrambe.
Rispondi
Re: A volte mi domando cosa ...
di helloween [user #27122]
commento del 23/04/2014 ore 18:07:36
Sicuramente il salto di qualità c'è, altrimenti non avrebbe senso la produzione del custom shop...sui rincari penso sia una questione di esclusivamente di mercato...semplicemente hanno visto che le persone acquistano le stesse chitarre pagandole anche 1000 euro in più e così hanno lasciato il rincaro. Appena caleranno le vendite, riabbasseranno i prezzi...
Rispondi
Re: A volte mi domando cosa ...
di Dinamite bla [user #35249]
commento del 23/04/2014 ore 18:20:31
Si, è probabile... sarebbe interessante vedere qualche grafico sulle vendite della Gibson per capire in larga scala il cliente medio "nel mondo" cosa pensa dell'intera gamma di produzione, in particolare sui modelli custom..
Ma immagino siano informazioni riservate dell'azienda, custodite in silos di missili nucleari..:D
Rispondi
Re: A volte mi domando cosa ...
di helloween [user #27122]
commento del 23/04/2014 ore 18:37:46
Ah ah ah :) Lo penso anch'io! :-D
Rispondi
Re: A volte mi domando cosa ...
di Matteo Barducci [user #29]
commento del 24/04/2014 ore 09:31:36
Semplicemente: hanno cambiato le specifiche, e se le fanno pagare.
Rispondi
Re: A volte mi domando cosa ...
di helloween [user #27122]
commento del 24/04/2014 ore 09:51:50
Come in tutti i prodotti, in realtà! Dalle lavatrici agli smartphone etc...etc...etc...
Rispondi
Re: A volte mi domando cosa ...
di Matteo Barducci [user #29]
commento del 24/04/2014 ore 10:05:47
Si ma fino al 2012 il CS lavorava con determinate specifiche(ed aveva quei prezzi già citati). Nel 2013 è stato rivisto tutto, e di conseguenza hanno riadeguato i cartellini...
Rispondi
Re: A volte mi domando cosa ...
di enrico73 [user #22985]
commento del 25/04/2014 ore 23:57:59
Di Gibson les paul ne ho avute tante, sia della dvisione USA che custom. Per quel che riguarda la mia esperienza spendere i 600 euro in più per la R8 non ti garantisce un risultato superiore a una traditional. Le custom shop che ho conosciuto io hanno avuto una differenza altissima rispetto alle USA fino al 2004 (legni, liuteria, suono). Dal 2004 al 2009 c'è stata minor cura sul custom, ma il divario con la divisione USA era ancora forte. Dal 2009 ad oggi sulle custom shop è stato tirato via molto, sia come finiture che come legni (probabilmente anche per scarsa disponibilità) e avere una R8 non ti garantisce assolutamente quel divario liuteristico- sonoro con la divisione USA. Rimane solo il sogno di avere qualcosa di superiore. Se poi vogliamo dirla tutta ci sono alchimie che sono irripetibili. Alcune chitarre suonano meglio di altre e il bello delle les paul è che a modo loro ognuna suona diversa dall'altra, bisogna trovare quella che il tuo orecchio cerca.
Per chiudere il discorso ti posso assicurare che sulle varie R7-R8-9-0 si paga molto di più il brand che la qualità effettiva. Soprattutto oggi a mio avviso è offensivo proporre strumenti a più di 3000 euro con tasti in finta madreperla, richelite e varie.
Questo è il mio punto di vista, ma non è detto che coincida con la verità o con le esperienze di altri.
Buona musica a tutti.
Rispondi
"una persona come me con ...
di aleck [user #22654]
commento del 23/04/2014 ore 14:03:52
"una persona come me con un migliaio di euro in tasca (accumulati e risparmiati con tanta fatica) difficilmente potrà trovare uno strumento davvero valido."

Semplice, non ti rivolgi a Gibson. C'era la Hamer, c'è la Heritage, con gli stessi soldi hai strumenti di gran classe e di tutt'altro livello. Siamo troppo conservatori a volte noi chitarristi :P
Rispondi
Re: "una persona come me con ...
di helloween [user #27122]
commento del 23/04/2014 ore 17:09:26
"...Siamo troppo conservatori a volte noi chitarristi..."

A volte?
Prima di dire che una chitarra fa schifo, mi accerterei della reale bravura del musicista...ho sentito ibanez suonare blues magnifici e sentir dire che facevano schifo...ma se erano mogano + 59...perchè mi sento dire che non vanno bene? Mi cruccio troppo per queste esternazioni talebane!
Rispondi
non mi dispiace, ma in ...
di yasodanandana [user #699]
commento del 23/04/2014 ore 17:15:39
non mi dispiace, ma in una les paul i due toni mi servono
Rispondi
Re: non mi dispiace, ma in ...
di helloween [user #27122]
commento del 23/04/2014 ore 17:36:13
Secondo me si poteva benissimo mettere lo switch all'esterno del volume del pu al ponte e mantenere il pot del tono...
Rispondi
Re: non mi dispiace, ma in ...
di LuckyPierluigi [user #40183]
commento del 23/04/2014 ore 17:36:3
Ma non hai sempre detto che la les paul suona troppo scura? Coi toni che ci devi fà, la zuppa? :-DDD
Rispondi
L'ho detto e lo ripeto
di MarcoV [user #30371]
commento del 23/04/2014 ore 19:47:08
L'ho detto e lo ripeto.
Le Gibson Les Paul dal 2008 a oggi sono come le Fender strato degli anni '90.
Per quel che spendi, fan cagare. Tutte o quasi. Addio rifiniture fatte bene, addio soprattutto BEI suoni. E lo dice uno che sta cercando una buona les paul da mesi e ne ha provate tante!!
Le uniche Les Paul che mi piacciono sono quelle dei miei amici dei primi anni 2000. Basta. (Anche perché custom e co non ne ho provate, costano così tanto che manco c'ho provato..).

La Gibson è fortunata ad avere un marchio davvero forte perché altrimenti sul mercato con quelle les paul non durerebbe un secondo.
Fortunatamente produce altri modelli che qualitativamente rimangono uguali..
Ma cavolo, rovinare la les paul... E' stato come per la Fender rovinare la strato per lucrarci su. Non si fa.
Rispondi
Re: L'ho detto e lo ripeto
di Dinamite bla [user #35249]
commento del 24/04/2014 ore 09:37:5
ma per favore... hai provato a vedere se va tutto bene nelle mani o nelle orecchie?

Ci sono LP over 2008 che suonano da pazzi, così come le traditional, e tanti altri strumenti molto più giovani delle "prime anni 2000"... Grandi suoni, bellissimi top, ottime rifiniture.
Cerchiamo di parlare con un minimo di senso autocritico prima di sparare a zero su tutto.. perchè poi arriva il neofita che legge ste cavolate e si convince del fatto che tutti gli strumenti della produzione attuale sono pessimi.. e via con altri forum-flames..
Ma daai..
Rispondi
Re: L'ho detto e lo ripeto
di MarcoV [user #30371]
commento del 24/04/2014 ore 13:25:12
Bè sì ci sono andato giù pesante.. Ma mi sono girato tutti i negozi di Padova e sono andato anche da Essemusic. Mi dispiace dirlo ma ho provato la les paul standard plus (solo un esemplare, sia chiaro) attuale e non c'è niente da fare, per me sono migliori quelle di dieci anni fa. Hanno un altro suono. Sicuramente più versatile ma nei distorti davvero "pop".. suono più esile, più vicino a una supreme che a una vecchia standard plus. Chitarra comunque valida la standard plus, assolutamente, le rifiniture sono da brivido, è il suono che non mi convince appieno.
Poi la differenza si sente ancor di più tra prodotti passati e presenti se si scende alle standard e ne ho provate tante. Non sono più le stesse chitarre.
Anche per le rifiniture e l'attenzione nella produzione. Ho visto chitarre con top belli e rifiniture così cosi.. Per poi trovare traditional con top davvero orribili, metà di colore scuro e metà chiaro a causa del legno di scarsa qualità utilizzata che nessuna casa si sognerebbe mai di proporre. La Gibson in questo mi è caduta davvero in basso.
E standard con pot volume ballerino e switch che gira su se stesso a vuoto. Cavolo ragazzi, va bene il suono diverso che può piacere o meno, ma per 2000€ mi aspetto un lavoro perlomeno decente nella montatura!
Ti può capitare l'esemplare fortunato, non lo nego. Ma se devo spendere 2000€ non vado a prendermi una standard di recente produzione. E non ne spendo 1680 per una tribute per come è curata (non parlo di top, alcuni sono davvero belli, parlo dell'attenzione nei particolari) e per il suono in certe occasioni troppo "scuro". Piuttosto vado sull'usato e con la stessa cifra (se lo trovo) prendo molto di meglio, anche se in questo periodo stanno pompando davvero i prezzi data la differenza qualitativa...
Gibson les paul standard 2008-2013 = Fender stratocaster standard '90. Triste verità
Saluti!
Rispondi
Re: L'ho detto e lo ripeto
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 25/04/2014 ore 16:40:20
A parità di pu una chitarra attuale all'uscita dalla fabbrica con pots e caps stock deve suonare più chiara e brillante: prima del 2014 pots lineari ai volumi da 300kohm contro i 500kohm logaritmici attuali; sui condensatori non ne sono sicuro ma di certo ora dovrebbero essere orange drop da 22nF. Qui siamo all'elettrotecnica spicciola e parliamo dei più semplici filtri passa-banda immaginabili. È un dato scientifico, oggettivo e incontrovertibile e tutti dicono che fino ad oggi le Les Paul della divisione USA suonassero "scure", ma era semplicemente una scelta progettuale specifica, che si ispirava ai modelli degli anni '80. Ad esempio con la Standard 2008 la Traditional ha mantenuto le caratteristiche dei modelli pre-2007, mentre il modello attuale si ispira a quelle del '59, complice la mania attuale per il vintage.
Rispondi
?
di sidale [user #29948]
commento del 23/04/2014 ore 20:40:41
"Le uniche Les Paul che mi piacciono sono quelle dei miei amici dei primi anni 2000. Basta"
E' un tuo punto di vista,o se vuoi di udito,ma ci sono migliaia di persone che ti potrebbero dire che non è cosi',e io sono uno di quelli,ognuno ha le sue orecchie ma dire"fanno cagare"mi sembra fuori luogo,comunque ti consiglio di provare le Heritage che sono ottimi strumenti costruiti dagli ex liutai gibson,potresti trovare quello che cerchi, sempre che la "marca" non prevalga sull'udito o sui luoghi comuni...;)
Rispondi
Re: ?
di MarcoV [user #30371]
commento del 24/04/2014 ore 13:27:49
EH se trovo una Heritage in negozio o vicino a casa me la provo e se mi piace la compro!!! Il logo è brutto, ma se una chitarra suona.. Suona. E me la piglio.
E comunque rettifico: mi piacciono molte les paul pre 2008, non necessariamente quelle dei primi 2000.
Saluti!
Rispondi
Questi articoli scatenano sempre opinioni ...
di George S.L.A [user #10210]
commento del 23/04/2014 ore 21:30:40
Questi articoli scatenano sempre opinioni contrastanti, in ogni caso da possessore della standard 2012 e di una recentissima e fiammantissima traditional 2014, quest'ultima comprata a scatola chiusa, posso tranquillamente affermare che sono ottimi strumenti ENTRAMBI!!
Certo possedere una R,8,9,0 sarebbe il massimo ma al momento irrealizzabile, e dovrei vendere 2 chitarre per averne una, nn so se potrei, io mi affeziono agli strumenti e li sento miei... Che volete farci sono un sentimentale...:-)))))
Rispondi
Beato chi ha queste certezze...
di Matteo Barducci [user #29]
commento del 24/04/2014 ore 09:33:54
...sarò l'unico fortunato che avendo comprato una Gibson NUOVA due mesi fa l'ho trovata infinitamente superiore alle altre che ho posseduto in passato(compresa una SG dei primi anni '90 ed una Custom Reissue '57 Historic Collection)?
Rispondi
Re: Beato chi ha queste certezze...
di MarcoV [user #30371]
commento del 24/04/2014 ore 13:28:31
Cosa ti sei preso?
Rispondi
Re: Beato chi ha queste certezze...
di Matteo Barducci [user #29]
commento del 24/04/2014 ore 13:50:20
Gibson Les Paul Recording 2014...
Rispondi
Re: Beato chi ha queste certezze...
di helloween [user #27122]
commento del 24/04/2014 ore 16:14:18
Complimenti per l'acquisto...è una chitarra splendida! Sicuramente uno strumento a sè, rispetto alle normali les paul!
Rispondi
Mamma mia che putiferio con ...
di Vendetta_Man89 [user #29647]
commento del 24/04/2014 ore 15:31:36
Mamma mia che putiferio con questo articolo!!
E pensare che il mio scopo era totalmente diverso!

Fatto sta che il mio feedback dopo altri 10gg di utilizzo rimane positivo! La chitarra suona bene vibra ed il sustain è ottimo. Portandola da un tecnico amico vorrei segnalare la presenza nel vano elettronica di una scheda su cui tutto poggia. Bella trovata... I pickup si agganciano e sganciano tramite dei connettori che terminano il filo del pickup. Ora pero chi ti produce il pickup con questo spinotto??? ..Gibson... A voi le conclusioni
Rispondi
Re: Mamma mia che putiferio con ...
di Matteo Barducci [user #29]
commento del 24/04/2014 ore 15:55:1
Anche lui offre pickups con il connettore Quick Connect:

vai al link

Comunque si trovano anche sciolti dai rivenditori online di elettronica, tipo Mouser.
Rispondi
Re: Mamma mia che putiferio con ...
di Claes [user #29011]
commento del 25/04/2014 ore 18:47:34
=== I pickup si agganciano e sganciano tramite dei connettori === I fabbricanti di pick-up sarebbero contenti - dovranno però fare modelli con quella nuova spina.
Rispondi
ma..
di Vegetto [user #38434]
commento del 25/04/2014 ore 20:55:3
io mica ho capito.... perche tutte ste critiche???
Io personalmente ne comprerei una.....facendo un paragone con una standad 2014 il manico mi pare persino piu scorrevole...e un chitarrone!
Rispondi
in riferimento alla disputa di sopra sui prezzi Gibson Les Paul
di belacqua [user #11491]
commento del 02/05/2014 ore 20:51:55
Guardate che e' noto come nel 2011-2012 circa la Gibson abbia posto in essere una sostanziale modificazione dei prezzi al rialzo. Le Custom Shop hanno visto un rilevante aumento del prezzo. Lo so per esperienza diretta, avendo acquistato una spettacolare R8 VOS Plain Top a Napoli nel grande negozio che e' CentroChitarre (che consiglio vivamente come venditore) nel 2010 per soli 2200 euro. Qualche mese dopo, mi sono ritrovato per caso a vedere i prezzi delle Gibson su internet e sono rimasto scioccato, anche per la gioia di aver fatto un affare! :)
Rispondi
di fabdib [user #28629]
commento del 28/10/2015 ore 16:52:32
Salve a tutti,
vorrei comprare una les paul classic, qualcuno di voi mi sà dire quanto pesa?
Rispondi
Altro da leggere
Perché i commessi non ci odiano più
Progettisti di giocattoli: mi sorge un dubbio
Greeny: la Gibson Les Paul del 1959 è tornata
Lucidare chitarra in finitura nitro opacizzata
Schecter Diamond PT: la single-cut accessibile di Nick Johnston
Il design giapponese torna con le Fender Aerodyne Special
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
gibson les paul tribute
Visualizza l'annuncio
Gibson Les Paul Slash Signature November Burst NAMM 2020
Visualizza l'annuncio
Schecter Sun Valley Super Shredder FR S
Seguici anche su:
Altro da leggere
Perché i commessi non ci odiano più
Progettisti di giocattoli: mi sorge un dubbio
L’asta per la White Falcon dei Foo Fighters surclassa le previsioni
Il primo BOSS CE-1 mai prodotto è in vendita
Gibson sostiene l'Ucraina
Guarda Tommy Emmanuel suonare la Ibanez Jem di Steve Vai
La chitarra elettrica fatta con mobili Ikea
Pantera reunion: gli strumenti di Dimebag Darrell sul palco con Zakk W...
In video dal vivo il prototipo della PRS Robben Ford Signature
Dean non ci sta: in appello contro Gibson
“Fulltone chiude”: il comunicato
In vendita la Gretsch White Falcon dei Foo Fighters
TAD Redbase: valvole contro la crisi
La straordinaria storia dei Pistole e Rose
I mini-robot Yamaha duettano con la tua musica




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964