CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS SHOP
Slide: lezione con un fanatico del suono
Slide: lezione con un fanatico del suono
di [user #116] - pubblicato il

Jimi Barbiani e la sua band sono in piena promozione del loro ultimo disco, Blue Slide. L'album è uscito per un'etichetta americana, Grooveyard Records, la stessa di Greg Kpch e Tony Spinner e Jimi, da mesi, lo sta promuovendo suonano in lungo e in largo per l'Europa. Ma siamo riusciti a convincere Jimi a trovare il tempo per tornare a insegnarci un po' di chitarra slide...
Jimi Barbiani e la sua band sono in piena promozione del loro ultimo disco, Blue side.
L'album è uscito per un'etichetta americana, Grooveyard Records, la stessa di Greg Koch e Tony Spinner e Jimi, da mesi, lo sta promuovendo suonano in lungo e in largo per l'Europa. 

Siamo però riusciti a convincere  Jimi a trovare il tempo per tornare a insegnarci un po' di chitarra slide. Dalle prossime settimane lo riavremo tra queste pagine per nuove interessanti lezioni di rock blues. Nel frattempo, abbiamo fatto con lui quattro chiacchiere da chitarristi...

Il tuo suono di chitarra è strepitoso, sempre: sia dal vivo come a SHG che sulle lezioni fatte per Accordo e su Blue Slide, il tuo ultimo disco.
E il suono, si sa, è nelle mani. Quindi possiamo prenderci la tua testata Plexi in cambio di un combo a transistor?
In USA dicono “Sounds good man”! Grazie mille.
Riguardo al suono sono un fanatico: ci ho lavorato molto e ricevo molti complimenti per il mio sound.
Quindi, riguardo al cambio Plexi per combo transistor, beh… ci devo pensare un po’!
Scherzi a parte, la risposta è decisamente no, perché mi rendo conto sempre di più di quanto le vecchie testate Marshall Plexi siano devastanti, sia in studio che live. E’ vero: il suono, come sanno tutti, arriva dall’anima ma per me, per farlo uscire, questa testata è fondamentale. Le Plexi hanno una dinamica e una headroom pazzesca. La mia è del 1969; il suono è sempre caldo e rotondo. Il rovescio della medaglia è che alla minima sbavatura non ti perdonano!

Slide: lezione con un fanatico del suono

E' vero che ti arrabbi quando ti dicono che hai il suono di Bonamassa?
In studio è successo recentemente. Durante le registrazioni avevo collegato una serie di testate, un bendiddio con Plexi originali, reissue e una JCM 800. Ho attaccato la Les Paul e iniziato a darci dentro con i suoni, cercando quello giusto per la sessione. D’un tratto, dalla regia è arrivato il fonico con i capelli dritti, strillando: “Jimi hai il suono di Bonamassa” e io “Nooooo: questo è il mio suonooooo” E tutti, fonico, assistenti e band, sono finiti a terra a ridere! E’ chiaro comunque che suonando lo stesso genere, appoggiandoci alla stessa abbinata Marshall e Les Paul il nostro suono sia un po’ simile ma… ragazzi, Bonamassa è un mostro! Ho aperto i suoi concerti due volte e credetemi che dopo il suo suondcheck è dura avere il fegato per attaccare il jack alla chitarra!

Che consiglio dai a un chitarrista eternamente insoddisfatto e ancora alla ricerca del suono giusto?
Il mio consiglio è di suonare con l’anima prima che con le dita. Poi bisogna riuscire a togliere sempre di più effetti e pedala, arrivando alla radice del suono così da essere il più personali possibile. Serve essere riconoscibili.

Raccontaci come sta andando il tuo nuovo disco,  Blue Slide...
Hai un'etichetta americana e la distribuzione è mondiale...
Riuscire ad avere un’etichetta USA come la Grooveyard Records dove ci sono nomi come Tony Spinner e Greg Koch è una grande soddisfazione: ci offre enorme visibilità ed è un ottimo biglietto da visita. La novità è che ora abbiamo anche un distributore Giapponese interessato al CD… vediamo che succede. In ogni caso, sono felicissimo!
Stiamo spedendo il disco in tutto il mondo a persone che ci contattano direttamente sul sito per acquistarlo (cosa che potete fare anche voi ovviamente www.jimibarbianiband.com). Niente può farti sentire più realizzato come musicista.
Per chi ama e suona musica come la mia, l’America resta un riferimento. E finalmente posso dire che la Jimi Barbiani Band è sbarcata negli States col sound,con l’anima e con un disco che ci rappresenta al meglio, Blue Slide.


Cosa rende a tuo parere, speciale il tuo disco?
Ho lavorato molto alla cura del songwriting; non volevo fare il disco di un chitarrista ma, semplicemente, un disco di Rock-Blues”. Nel farlo volevo che ci fosse la Jimi Barbiani Band affiancata dai vari Special Guest che ho conosciuto durante il mio percorso musicale. 

Mi sembra di capire che suoni più all'estero che in Italia. Come vivi questa cosa?
In effetti è così. Quest’anno abbiamo già fatto tre tour in Austria e Germania dove ci divertiamo moltissimo. Ci sono bei club e bella gente che ama questa musica: così, quando riesci a farti voler bene il gioco è fatto e ti richiamano sempre! Spesso suoniamo in una formazione in power trio, concerti anche di tre ore e mezza dove tutti ballano e, addirittura hanno anche la forza di chiederti i bis: uno spasso! C’è Gianluca Zavan che è un trascinatore a cui piace divertirsi e io gli vado dietro come un bambino… anche se il bambino è lui che ha 22 anni! Daniele Vicario, basso e voce, invece è una sicurezza su e giù dal palco.

Slide: lezione con un fanatico del suono

La performance di Johnny Neel nel tuo disco è da peli dritti...
Ho conosciuto Johnny Neel nel 2002 a Nashville dove abbiamo registrato dei brani insieme nel suo studio di registrazione. Johnny che ci tengo a ricordare che ha suonato con Allman Brothers Band e Gov’t Mule, è il musicista più talentuoso con cui io abbia mai suonato e in questo disco il suo contributo è, effettivamente, enorme.

Hai messo gli occhi e la mani su qualche chitarra interessante ultimamente?
Nel disco ho usato una Fender Telecaster reissue, per rompere l’egemonia Gibson. Mi è piaciuta molto e voglio averne una.

Tra tutti questi impegni, quando troverai il tempo per tornare tra queste pagine a insegnarci un po' di chitarra slide?
Molto prima di quanto possiate immaginare. Tenete d'occhio le pagine di Didattica. Sarà un'estate calda!


interviste jimi barbiani
In vendita su Shop
 
SABIAN HHX Evolution O-Zone Crash 16"
di Centro della Musica
 € 249,00 
 
Stentor Conservatoire II VL1400 Violino 4/4 con custodia ed arco
di Centro della Musica
 € 479,00 
 
Tama HS50S
di Banana Music Store
 € 59,00 
 
Silvertone 600E AVS
di Generalsound SRL
 € 332,88 
 
WARM AUDIO WA-67 Microfono valvolare
di Music Delivery
 € 999,00 
 
Sellette singole per basso BB114 chrome
di Chitarre e componenti
 € 32,00 
 
Rico Royal RLB1020 Sax Baritono 2
di Banana Music Store
 € 51,00 
 
Ridem CMB 4
di Banana Music Store
 € 76,50 
Nascondi commenti     7
Loggati per commentare

Bello , veramente un gran ...
di George S.L.A [user #10210]
commento del 19/06/2014 ore 10:05:22
Bello , veramente un gran suono....
Rispondi
Bel suono!! Adoro lo slide ...
di ClaudiaSella [user #40513]
commento del 19/06/2014 ore 11:06:52
Bel suono!! Adoro lo slide ma mi è difficile ottenere un suono piacevole con un'accordatura standard... suonano un po' anche le altre note... =(

Claudia
Rispondi
Re: Bel suono!! Adoro lo slide ...
di sandroyoda [user #27395]
commento del 20/06/2014 ore 14:54:40
puoi trovere molte dritte qui :
vai al link

o in questo sito : vai al link

comunque esiste una tecnica particolare per ovviare a quel problema.

Buone scivolate
Rispondi
Re: Bel suono!! Adoro lo slide ...
di ClaudiaSella [user #40513]
commento del 20/06/2014 ore 16:06:5
Grazie!!

Claudia
Rispondi
Lo slide è maledettamente difficile ...
di Claudio80 [user #27043]
commento del 19/06/2014 ore 14:45:55
Lo slide è maledettamente difficile ma, sopratutto nell'intonazione!!ma se uno è tenace può riuscire con costanza e studio a ottenere dei buoni risultati senza necessariamente usare le openg tuning...
Sembra facile a dirsi lo so!!! però piano piano si possono fare delle cose veramente carine!!
Rispondi
plexY ? ...
di ciclosonico [user #28944]
commento del 20/06/2014 ore 02:41:08
plexY ?
Rispondi
Re: plexY ? ...
di Tom Anderson [user #2700]
commento del 20/06/2014 ore 12:48:56
Plexi da plexiglass.
Sintatticamente giusto, filologicamente di uso scorretto anche se ormai universale(nel senso che il vero modello è indicato dal nome del circuito, plexiglass è solo il pannello davanti fino ad Agosto 69)
Rispondi
Altro da leggere
Ibanez rivoluziona le RG Premium per il 2022: raccontate dai musicisti
A SHG lo stato dell'arte del Digitale
Reference: cura e cultura del tono
Lamina: il futuro è nell'alluminio?
Tracolle Magrabò: rocker... con stile!
Plick the pick: un plettro per far urlare le corde
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
AKAY GXC 310 D
Visualizza l'annuncio
gibson les paul tribute
Visualizza l'annuncio
Gibson ES 125 TDC
Seguici anche su:
Altro da leggere
La leva del tremolo Chibson lunga 1,20m esiste: ecco come suona
È morto Meat Loaf: icona dal Rocky Horror a Bat Out Of Hell
È morto Alexander Howard Dumble: guru assoluto del suono
Registrazione analogica: lo sviluppo del nastro
Per il CEO Fender Andy Mooney la crisi produttiva potrebbe durare a lu...
30 anni di Accordo
Diane Martin: addio alla donna cardine di Martin Guitars
Registrazione analogica: dal nastro a bobine al vinile
Note Di Stile: l’appuntamento con la chitarra è in radio
Muore Paolo Giordano: pioniere della chitarra acustica moderna
La Les Paul Greeny di Hammett ha una sorella gemella
L’atipica Strat Elite di SRV va all’asta, ma è un flop
DJing per chitarristi nella web serie Fender
Rickenbacker abbandona le tastiere verniciate?
Fender Custom Shop: Carlos Lopez si mette in proprio




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964