CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
ESP celebra 40 anni al Musikmesse 2015
ESP celebra 40 anni al Musikmesse 2015
di [user #116] - pubblicato il

Uno dei marchi più amati dell'heavy metal compie quarant'anni nel 2015. ESP festeggia con modelli dedicati, una produzione Custom Shop da sgranare gli occhi e tutta una gamma di LTD votate agli stili più estremi.
Uno dei marchi più amati dell'heavy metal compie quarant'anni nel 2015. ESP festeggia con modelli dedicati, una produzione Custom Shop da sgranare gli occhi e tutta una gamma di LTD votate agli stili più estremi.

L'esposizione di ESP al Musikmesse ruota intorno a un importante anniversario. L'azienda giapponese di riferimento per il mondo del rock e metal compie quarant'anni e ha deciso di festeggiarli con una nuova gamma dei suoi due modelli più apprezzati in catalogo. In una tetra finitura nera trasparente che lascia a vista le ricche figure dell'acero sottostante, una collezione di Eclipse e Horizon aprono l'offerta Anniversary.
Come ogni anno, anche alla fiera di Francoforte 2015 ESP stupisce la folla con un esemplare Custom Shop in pezzo unico, più una scultura che una semplice chitarra. Fatta nel laboratorio giapponese, la Rinne è opera del liutaio Masao Ohmuro ed è un tripudio di croci, teschi e borchie.
Un'intera parete è comunque riservata alla produzione custom più convenzionale, una partita di strumenti della linea Exhibition limitati all'anno in corso.
Non mancano le signature, dai classici come i modelli dedicati ai chitarristi dei Metallica o a George Lynch fino ai nuovi arrivi come Alex Skolnick.

ESP ha avuto per diverso tempo un ufficio negli USA, ma solo di recente ha aperto da fabbrica in California da cui arriva una nuova serie presentata in anteprima per il 2015 e mostrata nel suo meglio in video.

Non resta a guardare LTD, la controparte del catalogo ESP a prezzo ridotto ma con modelli sempre più capaci di far concorrenza ai maggiori marchi di fascia bassa e media. La direzione intrapresa per l'anno nuovo va verso i generi più moderni e heavy, con sempre più modelli a 7 e 8 corde, scala lunga e baritone.


esp ltd musikmesse 2015
Nascondi commenti     16
Loggati per commentare

ESP LTD chitarre forse poco apprezzate in Italia
di saketman2 [user #18572]
commento del 23/04/2015 ore 19:22:40
Non c'è che dire, insieme alle Dean, per me, rappresentano la fascia più performante di chitarre Metal ed Heavy Metal. Purtroppo, il Mercato interno italiano, tende a svalutare molto questi modelli, che, costano abbastanza da nuove (specialmente le ESP U.S.A) ma perdono vistosamente il proprio valore se le si vuole rivendere.

Voglio fare un inciso, spesso poco chiaro ai più, sulle differenze tra ESP Japan (ottime, senza alcun dubbio) e le ESP U.S.A.

Le ESP U.S.A. non sono, per intenderci, le seppur belle e performanti ESP Japan vendute per il mercato interno U.S.A e quindi per la clientela americana, ma delle vere e proprie ESP assemblate negli U.S.A. con parti, in parte provenienti da modelli Japan della Casa, ma, soprattutto, con sostanziale migliorie aggiunte e particolarizzazioni nei vari modelli proprie delle "Botteghe" U.S.A. ESP. (Una specie di Super Custom Shop, per intenderci)

La ESP Japan, ai tempi delle prime ESP U.S.A. nate a New York dopo la prima metà degli anni '80,(come le primissime ESP assemblate sulla 19ma Strada, e le seconde, per generazione, assemblate e ovviamente realizzate sempre a New York, ma sulla 48ma Strada), intraprese dapprima, un'azione legale verso le "Botteghe" ESP di New York, per poi accordarsi mandando a N.Y i propri migliori liutai Giapponesi per lavorare in team con quelli americani e potersi scambiare importanti formazioni.
Informazioni che, molti dei liutai giapponesi di quell'esperienza, ricordano ancora come uno splendido periodo per il loro accrescimento professionale...

Anche le LTD, dapprima realizzate in Corea, ora in Cina, sono delle ottime chitarre, (lo dico pechè me ne sono girate, per le mani, un discreto numero) e, per me, sono ottime non solo per il Metal, ma anche per l'Hard Rock.

Ma li vero "problema" sta nel fatto se si vuole accettare di suonare con la circuitazione attiva.

Per alcuni modelli, quelli più performanti sia ESP che LTD, questo Brand fa grandissimo uso, oltre ai bellissimi S.D. (classici passivi e performantissimi Pick-up), citati appunto nel video, anche di accoppiate quali EMG 81-85 ed EMG 81-60 attivi.
Rispondi
Re: ESP LTD chitarre forse poco apprezzate in Italia
di darkfender [user #16554]
commento del 24/04/2015 ore 09:57:06
Ma la ESP nasce in Japan.

Soltanto per un brevissimo periodo le ESP Sono state prodotte in USA, forse nel periodo in cui le ESP japan stavano andando piuttosto male.

Ma dai 90 in poi ESP Japan è proprio su un altro pianeta rispetto alla vecchia produzione USA, e a quella odierna appena ripresa.
Non a caso i prezzi lo indicano piuttosto chiaramente.

Posso confermarlo personalmente almeno per i modelli horizon dei quali ho provato davvero decine di modelli diversi e di diversa produzione/annata.
Rispondi
Re: ESP LTD chitarre forse poco apprezzate in Italia
di saketman2 [user #18572]
commento del 24/04/2015 ore 11:00:37
Certo la ESP nasce in Japan,per l'esattezza a Tokio nel 1975 ma poi, si avvia una grossa svolta dal 1986 (quando prima George Lynch la scopre, essendo in Tour in Giappone, si reca alla ESP all'inizio per cercare un ricambio, ma poi, entusiasta del Team, creerà le sue Signature),

Poi nel 1987 Kirk Hammett si reca anche lui alla ESP per realizzare delle sue Signature e , visto il successo sia di Lynch che di Hammett, la ESP apre la prima "Bottega" quasi artigianale a New York" e lì inizia la creazione di modelli personalizzati anche per grandi Artisti...

Fonte Wiki

vai al link

"Nel 1986 George Lynch scoprì la ESP durante una tournée in Giappone: avendo bisogno di un pezzo di ricambio per la chitarra, entrò in un negozio dell'azienda e venne a sapere che la stessa produceva anche strumenti su misura e si fece produrre la sua famosa ESP Kamikaze. Intanto la ESP metteva sul mercato i modelli M1 Standard, MI Custom, Horizon Custom, ed il basso Surveyor.

Nel 1987, Kirk Hammett dei Metallica scoprì gli strumenti ESP e si fece produrre la sua ESP KH-1 (oggi fuori produzione) che successivamente, assieme alla Kamikaze di George Lynch, divenne il primo di una serie di modelli griffati prodotti dall'azienda. A quel punto ESP stabilì il proprio quartier generale in un loft nel centro di New York, sulla 19ma Strada, per trasferirsi poi nel 1989 sulla 48ma Strada, nella zona dei più famosi negozi musicali."

Non era un periodo di crisi quello a cavallo tra la fine degli anni '80 e l'inizio dei '90 ma solo di cercare una "politica contenitiva" dei prezzi.

A tal risoluzione della problematica....

Nel 1994 la ESP fondò la LTD con sede in Coiea. Il successo di grandi artisti come Hammett e Lynch e poi di altri, la rese famosa. Non dimentichiamo che in quegli anni, anche Ronnie Wood dei Rolling Stones, si fece realizzare le sue Signature...

La Storia che ho raccontato delle ESP U.S.A. a New York e la causa della ESP Japan alla "sorella americana, la trovi da un racconto in un Forum della Kramer fatto da un collaboratore liutaio della Kramer U.S.A. :

vai al link

Ma la storia della ESP è lunga, per non parlare degli albori in Japan quando era "solo" Navigator by ESP, ed ha realizzato anche stupende les paul oggi ricercatissime...

Come vedi, ora ha aperto anche un suo vero e proprio quartier generale sulla West Coast :)
Rispondi
Re: ESP LTD chitarre forse poco apprezzate in Italia
di darkfender [user #16554]
commento del 24/04/2015 ore 13:06:1
Non ti cito Wikipedia.
Io ti racconto la storia che ho seguito di persona quando da bambino mi trovai con una bella cifra in mano a causa di "investimenti fortunati involontari" (vedi carte di magic prima serie XD) e decisi di comprarmi la chitarra dei miei sogni.

Erano circa 15-20 anni fa.. la ESP non vendeva in Europa o almeno non in Italia.
Erano nel pieno della causa con gli USA (ma da quel che sapevo era per problemi ben differenti).

L'unica strada era l'usato di qualche anno prima.
Era l'epoca delle "cockstock" e si trovavano pochissime ESP in circolazione.

Ai tempi la produzione USA era vista come nientaltro che una manovra per sfruttare la moda del made in usa.
Era appena finito il periodo delle copie JAP (Tokai e amici vari) e il mercato JAP era ancora considerato per la produzione di sottomarche, anche se pian piano si stava facendo un nome in ambito metal.

I prezzi dell'usato ovviamente riflettevano tutto questo e le USA erano più economiche delle Jap ma entrambe soffrivano di una svalutazione enorme.
(presi la mia prima Jap :) con il cockstock )

Poi venne il BOOM della ESP nel metal.
Un sacco di gruppi famosi si cominciarono a vedere con chitarre ESP anziché washburn, Jackson e così via.
Infatti ci fu una vera e propria rivoluzione dagli USA come unico mercato di riferimento al Giappone ora visto come tra i migliori produttori di chitarre metal.

La produzione USA era ferma o davvero sconosciuta.
La produzione JP si espanse e a causa delle richieste cominciò a esportare in tutto il mondo, ma con forti limitazioni per il mercato USA che spingeva gli americani a pagare prezzi folli per le USA.
Io comprai una delle prime importate per l'italia....ci vollero 6 mesi ma la fecero quasi su misura nonostante fosse un modello standard (e poco dopo ne presi un'altra).

Qualitativamente queste erano 2 spanne sopra alla vecchia produzione sia USA che JAP...e ancora una volta il prezzo dell'usato lo dimostrava.
(se ne trovano ancora nuove di queste ma davvero poche).

(NB in questo periodo esisteva anche una produzione solo per il JP di cui alcuni modelli però erano disponibili per l'europa ma non ebbero molto successo a causa di estetiche un po' troppo orientali ma oggi sono tornate a catalogo anche se se ne vedono pochissime)

Ultimamente poi ESP ha riaperto la produzione USA, chiuso la produzione standard JP, Aperto una nuova etichetta EII e cambiato la produzione LTD. (un tempo le serie 400-1000 erano made in korea e le altre made in china non so oggi).


Come detto sono stato uno dei più grandi fan di ESP da sempre posso ricordare male qualcosa, ma diciamo che seguivo tutte le fonti possibili (sito, distributori, forum JP e forum USA).
Rispondi
Re: ESP LTD chitarre forse poco apprezzate in Italia
di saketman2 [user #18572]
commento del 24/04/2015 ore 14:16:56
Complimenti per la fedeltà al Brand ESP.

Citavo le fonti Wiki e dei forum con fonti affidabili perché, molti potrebbero non credere a tutta questa storia.

Anch'io seguo la produzione ESP ed ho ESP e LTD da circa 10 anni (lo so un bel po' meno di te :).

Comunque, sono ottime chitarre ed essendo, soprattutto, un appassionato del Made in Japan ho seguito, come dici tu, l'escalation delle Made in Japan...

Mi fa comunque piacere che le tue notizie di vita vissuta ESP collimino con le mie info.

25-30 anni fa, infatti Brand come le Ibanez, erano esclusivamente Made in Japan e non erano molto considerate per quotazioni, poi...

Lo stesso vale per il vintage Fender circa 40 anni fa quando, forse, il "vintage" non andava molto di moda e si compravano, per cifre "abbordabili", Strato e Tele Fender.
Mi ricordo ancora che nel 1971 non comprai una Fender Telecaster del 1967- 68, a 200 mila lire, perchè per me erano troppe e poi ....

Era abbastanza sverniciata e "rovinata" come si diceva allora su "Secondamano".

Rispondi
Re: ESP LTD chitarre forse poco apprezzate in Italia
di darkfender [user #16554]
commento del 27/04/2015 ore 08:41:36
Ero un fenderista convinto (ho 2 strato sambora USA)... ne comprai una per suonare metal, e ne rimasi così colpito che non ho più toccato altre chitarre.

Però mi tocca dirlo... a parte pochissimi esemplari di nicchia, òa vecchia produzione ESP è peggio di quella appena terminata.
La nuova non saprei....le LTD top di gamma dicono siano peggiorate così come le EII.

Non ho potuto provare le nuove USA che ora dicono siano le nuove standard se ho capito bene.
Ma se vi capita una Japan di pochi anni fa... ve la consiglio davvero tanto.
Rispondi
Di tutte le prove che ...
di Sykk [user #21196]
commento del 23/04/2015 ore 22:01:00
Di tutte le prove che ho fatto, sicuramente le chitarre migliori che mi sono capitate tra le mani sono delle ESP.
Purtroppo non ne ho mai posseduta una, ma di sicuro si mangiano altri brand ben più diffusi, e non solo sul metal.
Rispondi
Re: Di tutte le prove che ...
di saketman2 [user #18572]
commento del 23/04/2015 ore 22:21:06
Difatti, la penso allo stesso modo, anzi, posso tranquillamente dire che Brand come la Fender, nelle loro ultimissime proposte (ovvero il modello Telecaster double cut, appena presentato), hanno copiato alla grande dalla ESP.

Difatti per quanto concerne sia l'estetica che l'elettronica, altro non è che una rivisitazione, molto simile di una prima serie della ESP: The Hybrid D.C. dei primi anni '80 con humb. splittabile, quando le ESP avevano ancora la paletta Strat style.

vai al link

Io ne ho una con Seymour Duncan JBJ splittabile (avvolto a mano da Maricella Juarez ) e me la tengo strettissima :)
Rispondi
Re: Di tutte le prove che ...
di Sykk [user #21196]
commento del 24/04/2015 ore 07:12:03
io avevo confrontato la Eclipse con un paio di les paul e con una PRS Tremonti
la ESP era davvero un altro pianeta come comodità
Rispondi
Re: Di tutte le prove che ...
di aghiasophia utente non più registrato
commento del 24/04/2015 ore 11:37:51
Nei confronti con Les Paul con impostazione più 'moderna', le ESP Eclipse - anche tra le mie mani - hanno detto sempre qualcosa in più.
Rispondi
Una decina di anni fa, ...
di darkfender [user #16554]
commento del 24/04/2015 ore 09:46:42
Una decina di anni fa, comprai una ESP Horizon Japan (con Floyd e JB+59) dopo aver provato alcuni modelli USA e JAP degli 80.

La marca non era conosciute ancora in Italia e l'importatore aveva appena ottenuto la possibilità.
I tempi di attesa furono lunghi (6 mesi :/) e dopo avermi mostrato un catalogo molto più grande di quello pubblicamente disponibile, mi chiesero di scegliere qualunque colore e configurazione che tanto l'avrebbero fatta in seguito.

Quando arrivò in pochi giorni diventò l'unica chitarra per me... mi fece completamente dal desiderio di altre chitarre e da allora non ho più toccato le altre 4 che avevo (3 strato 1 Gibson LP).
Dopo qualche anno ne comprai un'altra con ponte fisso e pickup attivi (altri 6 mesi :/ e stessa procedura).

Dico la verità: ho cambiato i pickup mettendo anche lì la coppia JB 59 e davvero non ho più bisogno di nulla... dal rock al metal.
è stata l'epoca d'oro delle ESP (paletta simile alla Jackson rovesciata), nettamente migliori di quelle anni 80 sia jap che USA e spesso anche custom.

Se ne trovano ancora in giro anche nuove... se non ne avessi già 2 ne comprerei un'altra al volo prima che spariscano.
Non è nemmeno tanto vero che si svalutino così tanto prendendo i modelli giusti anche se personalmente non mi importa :)
Non credo penserò mai di venderle....ormai sono parte fondamentale del mio suono e del mio setup.

Oggi come oggi le ESP standard non vengono più prodotte, Esistono le E standard o le LTD ma entrambe sono leggermente inferiori alle precedenti (niente più tastiera in ebano, rifiniture meno precise ma nulla di grave..certo che a quel prezzo...) L'alternativa sono le ESP japan custom shop se vi avanzano 5000+ euro.
Rispondi
Re: Una decina di anni fa, ...
di saketman2 [user #18572]
commento del 24/04/2015 ore 11:19:42
Complimenti :)
Anch'io sono un appassionato della ESP ma non disdegno anche le LTD di buona fattura (ho una MH 350FR Coreana,con EMG 81-85 che suona splendidamente).

Di ESP degli anni '80, me ne sono girate un po'ma, spesso, risentono di uno scarso interesse in Italia specialmente le George Lynch signature. Ne ho appena venduta una prima serie paletta Strat del 90-91 in Inghilterra ma ho dovuto scendere non poco col prezzo ed era in mint conditions (ero il più basso sul Web).

Comunque le signature ESP (quelle dei Metallica per esempio) e le ESP custom Shop, come dici appunto tu, sono davvero care....
Rispondi
Io non ho mai provato ...
di tylerdurden385 [user #30720]
commento del 24/04/2015 ore 10:52:05
Io non ho mai provato le ESP, ma tenendo presente quanto siano buone le LTD credo che dovrebbero essere dei capolavori!
Rispondi
Sempre stato un enorme sostenitore ...
di Zado utente non più registrato
commento del 25/04/2015 ore 00:39:3
Sempre stato un enorme sostenitore ESP,ma quanto sto vedendo e provando di questi tempi non mi sta piacendo.

Ho trovato discutibile la scelta di variare i brand di produzione,introducendo prima la LTD Elite per poi discontinuarla e introdurre la E-II...oltre ad aver provocato una inutile confusione,sembra aver avuto riscontri negativi sulla stessa casa: le LTD che ho provato di recente non sono a livello di quelle che ero solito suonare gli anni scorsi,evidentemente il controllo qualità di ciò che esce dalla World Factory è ben calato,e solo per le LTD visto che le PRS SE,le Cort,le Schecter che da lì escono non sembrano aver avuto gli stessi problemi.

Inoltre,benchè non abbia avuto ancora modo di provare con mano,pare che le E-II,che a quanto detto dovrebbero essere null'altro che le vecchie ESP Standard rimarchiate,sembrano essere piuttosto deludenti; mi è spesso capitato ultimamente di leggere commenti riguardanti tasti poggiati in modo approssimativo,sbavature di finitura,eccesso di dead spots in tastiera,potenziometri scrausi e gracchianti,tutte cose che non ho MAI riscontrato in alcuna delle vecchie Standard,chitarre che ho sempre trovato liuteristicamente ineccepibili.

Il tutto,condito con gli aumenti di prezzo che ahimè stanno toccando tutto il settore strumentistico,non rende il quadro particolarmente attraente,ed è un peccato perchè la E-II ST2 mi aveva veramente messo una fame d'acquisto addosso non da poco...non sono un amante delle Ibanez,ma qualora mi servisse una chitarra da shred (..un'altra..) non vedo tante alternative...
Rispondi
Re: Sempre stato un enorme sostenitore ...
di darkfender [user #16554]
commento del 28/04/2015 ore 11:52:26
No le E2 sono commercialmente le stesse ma sicuramente la produzione è cambiata.

L'alternativa è schecter.
A prescindere tutte queste chitarre hanno avuto incrementi del 25-30% per modelli qualitativamente uguali ai precedenti.

Pare solo in Italia.

Rispondi
Re: Sempre stato un enorme sostenitore ...
di Zado utente non più registrato
commento del 28/04/2015 ore 19:51:37
Lo penso anche io,anche perchè all'uscita le E-II,almeno negli States,mi pareva costassero qualcosa in meno delle Standard di qualche anno prima,quindi le cose son due:
hanno venduto le Standard ad un prezzo pure troppo elevato sino a quel momento,magari a causa del "pagare il brand",ma onestamente non lo credo troppo realistico,oppure hanno trovato il modo per limare i costi ed il prezzo finale,evidentemente a scapito della qualità.

Non ho idea di dove stia la verità onestamente,ma anche in virtù dei rincari attuali (che non hanno colpito solo da noi ma un po' ovunque,da thomann le LTD sono salite in modo consistente purtroppo),non mi sentirei di acquistare una E-II a scatola chiusa,credo piuttosto andrei di Standard usata.

Per quanto riguarda Schecter,purtroppo anche lì siamo sulla sponda "rincari importanti",in Italia Goldmusic sta mantenendo ancora i prezzi abbastanza sotto controllo,ma aspetto di vedere (e sentire) le nuove Banshee Elite per poter giudicare se il prezzo finale sarà davvero adeguato...non saranno facili le cose nemmeno per l'importatore,visto che ben pochi sono disposti a concepire una made in Korea ad un prezzo maggiore di 1000 euro.
Rispondi
Altro da leggere
NAMM 2022: ESP in diretta
LTD AA-1: Tele-style dritta al punto in chiave heavy
Le Custom 2021 nella serie video ESP
ESP torna alle origini per i 45 anni
EMG e Fishman per due nuove LTD EC Deluxe
La Buccaneer è la ESP Custom per il 2018
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Takamine G330 lawsuit
Visualizza l'annuncio
AKAY GXC 310 D
Visualizza l'annuncio
gibson les paul tribute
Seguici anche su:
Altro da leggere
Perché i commessi non ci odiano più
Progettisti di giocattoli: mi sorge un dubbio
L’asta per la White Falcon dei Foo Fighters surclassa le previsioni
Il primo BOSS CE-1 mai prodotto è in vendita
Gibson sostiene l'Ucraina
Guarda Tommy Emmanuel suonare la Ibanez Jem di Steve Vai
La chitarra elettrica fatta con mobili Ikea
Pantera reunion: gli strumenti di Dimebag Darrell sul palco con Zakk W...
In video dal vivo il prototipo della PRS Robben Ford Signature
Dean non ci sta: in appello contro Gibson
“Fulltone chiude”: il comunicato
In vendita la Gretsch White Falcon dei Foo Fighters
TAD Redbase: valvole contro la crisi
La straordinaria storia dei Pistole e Rose
I mini-robot Yamaha duettano con la tua musica




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964