VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Synth 1: sintetizzatore per chitarra secondo Keeley
Synth 1: sintetizzatore per chitarra secondo Keeley
di [user #116] - pubblicato il

Il Synth 1 coniuga un auto filter, uno swell e un fuzz con onda personalizzabile per ricreare il timbro imprevedibile di un sintetizzatore monofonico.
Robert Keeley ammicca al mondo dei sintetizzatori analogici con un mix di swell, filter e fuzz. Il Synth 1 racchiude due modalità di tracciamento per le note con cui seguire il suonato in maniera naturale e precisa o più creativa e imprevedibile.

All’interno dello stompbox Keeley Electronics convivono un circuito di auto swell, un filtro in stile autowah e un fuzz sul quale si possono applicare tre tipi diversi di onda tra una sinusoide, un dente di sega e un’onda quadra. Utilizzabili anche individualmente per timbriche più tradizionali, i tre effetti combinati danno vita a un suono vicino al mondo dei sintetizzatori monofonici della prima ora con un attacco rallentato per le note, un timbro che si va aprendo insieme all’envelope e una pasta sonora compressa e ricca.

Anche l’estetica del Synth 1 guarda al passato e ospita poche manopole per un approccio immediato e alla portata di chiunque su una finitura essenziale, che riporta alla mente i pannelli delle macchine vintage a tastiera.

Synth 1: sintetizzatore per chitarra secondo Keeley

Sulla facciata, il controllo Level dosa il volume d’uscita. Attack gestisce lo swell, ovvero la morbidezza con cui la nota suonata acquista volume con un ritardo compreso tra i 4 e i 1500ms. Blend consente di miscelare il segnale diretto della chitarra con quello generato dal pedale.
Sulla destra, la manopola Filter comanda la frequenza della modulazione applicata attraverso le onde selezionate e il parametro può essere controllato anche attraverso un pedale d’espressione esterno.
Appena più in basso, l’interruttore Chaos modifica il modo in cui il pedale rileva il pitch dello strumento e permette di passare da una modalità più fedele e trasparente a una in cui il pedale confonde la frequenza fondamentale delle note emesse e le loro armoniche superiori, generando dei glitch casuali e particolarmente stimolanti per gli sperimentatori incalliti.

In un primo video ufficiale, Robert Keeley spiega la genesi e le funzioni principali dietro il Synth 1.



Un secondo video mostra come il pedale si comporta insieme a tutta la band e sviscera le sonorità più sperimentali ottenibili in abbinamento con la chitarra. Il pedale è comunque ideato per lavorare anche su strumenti di diverso tipo, come tastiere e bassi.



Il Synth 1 sarà disponibile sul mercato entro la fine di marzo ed è già visibile sul sito ufficiale a questo link.
effetti e processori keeley synth 1
Link utili
Synth 1 sul sito Keeley Electronics
Nascondi commenti     3
Loggati per commentare

di qualunquemente1967 [user #39296]
commento del 20/03/2019 ore 11:38:38
Mah ...😉
Rispondi
di c9 utente non più registrato
commento del 20/03/2019 ore 20:52:50
A me sembra fighissimo
Rispondi
di Gpaolo58 [user #22822]
commento del 21/03/2019 ore 16:04:0
Tanto vale portarsi un rospo sul palco
Rispondi
Altro da leggere
Ho comprato il TS9 a causa dei multieffetto, e l’ho odiato
Ampli, effetti e un nuovo sistema cabinet negli ultimi firmware per Helix e POD Go
Keeley Noble Screamer: l’ibrido verde che non ti aspetti
Line 6 Helix: disponibile l’aggiornamento sonoro più grosso di sempre
Il trucco c'è ma non si vede
BOSS Loop Station: perché averne una e come sceglierla
Articoli più letti
Seguici anche su:
Scrivono i lettori
The Aston Martin Project: verniciatura fai-da-te
Perché ti serve un pedale preamp e come puoi utilizzarlo
Vedere la chitarra oggi: io la penso così
La mia LadyBird
Gibson Les Paul R0 BOTB
Serve davvero cambiare qualcosa?
70 watt non ti bastano? Arriva a 100 watt!
Manuale di sopravvivenza digitale
Hotone Omni AC: quel plus per la chitarra acustica
Charvel Pro-Mod DK24 HSH 2PT CM Mahogany Natural




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964