VINTAGE VAULT SHG MUSIC SHOW PEOPLE STORE
Gibson Custom Shop: la rivoluzione di Tom e Sergio
Gibson Custom Shop: la rivoluzione di Tom e Sergio
di [user #17844] - pubblicato il

Sergio Villanueva sarà il nuovo coordinatore della divisione Custom Shop. Inaugurata anche la sezione Murphy Lab capitanata da un osannato maestro del relic.
Con il recente cambio di proprietà e amministrazione, Gibson vive una fase di profonda transizione. Il CEO JC Curleigh - già apprezzato nell’ambiente per la conclamata capacità di trasformare qualsiasi brand in moneta sonante - ha imposto un netto cambio di rotta alla gestione degli scorsi anni. Tra manovre più e meno comprensibili, qualche colpo di genio (l’apprezzata promessa di un catalogo più semplice e legato alla tradizione) non senza passi falsi (la discussa minaccia, neanche troppo velata, verso i costruttori di repliche e modelli liberamente ispirati), Curleigh promette di essere pronto a un 2020 cruciale per l’azienda.
Il Winter Namm si avvicina e gli occhi del mercato sono quanto mai puntati su Gibson, che annuncia ora un profondo cambiamento nell’organizzazione del Custom Shop.

Gibson Custom Shop: la rivoluzione di Tom e Sergio

La divisione Custom subirà un restyling decisivo e mirato, secondo il CEO, a “portare il top di gamma Gibson verso nuove vette”.

Tra le introduzioni più calde si segnala la nascita del Murphy Lab, il nuovo settore del Custom Shop dedicato alla replica dei modelli storici di casa nella maniera più fedele possibile.
Il team promette attenzione per i dettagli mai vista prima grazie a uno studio accurato di documenti e chitarre d’epoca, il tutto sotto la guida di Tom Murphy.

Ben noto ai fan di casa e ai patiti dell’aged, Tom è un’istituzione nel campo del relic. A detta di alcuni può essere persino considerato l’artigiano grazie al quale - dopo i primi timidi esperimenti dei decenni scorsi - l’intera corrente stilistica ha preso il volo in qualità di fenomeno commerciale.
Negli anni scorsi, Murphy è stato titolare del laboratorio Guitar Preservation e responsabile di alcuni degli “invecchiamenti artificiali” più apprezzati e credibili in circolazione. Impressionanti sono le sue Les Paul Collector’s Choice, riconoscibili in quanto repliche solo dalla firma che appone sul top di tutti gli strumenti che elabora: un graffio accanto a uno dei potenziometri, appena visibile in controluce a tradire una T e una M tra i segni della vernice.

Gibson Custom Shop: la rivoluzione di Tom e Sergio

L’intero dipartimento Custom sarà a sua volta condotto da Sergio Villanueva.
Un vero gigante nell’ambiente della chitarra industriale, Sergio ha trascorso gli ultimi cinque anni come responsabile della fabbrica Taylor di Tecate, in Messico, dopo una carriera lunga 25 anni presso Fender fino a diventarne Vice-Presidente della produzione globale.
chitarre elettriche curiosità custom shop gibson ultime dal mercato
Link utili
Sito Gibson Custom Shop
Mostra commenti     48
Altro da leggere
Overdrive, preamplificatore, filtro folle: Chase Bliss Condor diventa HiFi
Becoming The Instrument: il palco come lezione di vita con Kenny Werner
Billy Gibbons strapazza le Fender Vintera II al suono di Jimmy Reed
Cesareo e la Fender Strat del 1966 di "Tapparella"
Cory Wong in un Pack gratuito per le DAW Apple
Valvenergy: i pedali valvolari Vox crescono per il 2024
Articoli più letti
Seguici anche su:
Scrivono i lettori
Sonicake Matribox: non solo un giochino per chi inizia
Ambrosi-Amps: storia di un super-solid-state mai nato
Il sarcofago maledetto (e valvolare) di Dave Jones
Neural DSP Quad Cortex: troppo per quello che faccio?
Massa, sustain, tono e altri animali fantastici
Ho rifatto la Harley (Benton ST-57DG)
Il suono senza fama: per chi?
Rig senza ampli per gli amanti dell'analogico
Gibson, Fender e l'angolo della paletta "sbagliato"
Marshall VS-100: una (retro) recensione




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964