CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
Ghigo Renzulli, il grande sottovalutato
di [user #50760] - pubblicato il

Dopo i fasti artistici degli anni 80 e quelli commerciali degli anni 90, i Litfiba sono spariti per lunghi periodi, ricomparendo a tratti con varie reunion e disegnando una storia piuttosto frastagliata. Fino allo scorso dicembre, quando, con una asciutta conferenza stampa a Milano, Piero Pelù e Ghigo Renzulli (titolari del marchio Litfiba) annunciarono un ultimo grande tour, una sorta di canto del cigno che sancirà definitivamente la conclusione dell'attività della band nata a Firenze, nella cantina di via dei Bardi, sul finire degli anni 70.

Il tour in questione si chiama, non a caso, L'Ultimo Girone, ed è cominciato in questi giorni da Padova, prima di attraversare la penisola in lungo e in largo e di protrarsi fino al culmine dell'estate: sul palco con Ghigo e Piero non ci sono (purtroppo, almeno per i fan della formazione storica, quale io confesso di essere) Antonio Aiazzi e Gianni Maroccolo bensì una band - comunque eccellente - con Luca Martelli alla batteria, Fabrizio Simoncioni alle tastiere e Dado Neri al basso.
Ora che il tour è cominciato, abbiamo pensato di riproporre questa riflessione su Ghigo Renzulli, un post che ormai quasi dieci anni fa aveva suscitato centinaia di reazioni e che ci pare ancora molto calzante".

Ghigo Renzulli, il grande sottovalutato

"Federico Ghigo Renzulli è, a mio sindacabilissimo giudizio, uno dei più influenti chitarristi italiani, uno che aveva - e spero ancora abbia - molto da dire. Mi sento di parlare di lui perchè troppe volte nel corso degli anni ho sentito sul suo conto commenti tutt'altro che lusinghieri, gli ho sentito affibbiare le etichette di zappatore, scarsone...
C'è anche qualche forcaiolo che vorrebbe eleggerlo a peggior chitarrista di sempre. Questi ingiusti oltre che inutili assalti credo dipendano dalla ben nota "sindrome da tastiera-corazzante": dietro lo scudo dell'anonimato e senza dover dimostrare nulla, ognuno può blaterare ciò che gli pare insultando anche artisti di buona caratura. Magari crediamo di essere migliori di loro perchè nel silenzio della nostra cameretta eseguiamo una scala a 180 di metronomo (io non ne sono capace).


Ghigo Renzulli, il grande sottovalutato

Ma non vorrei che quest'articolo si risolvesse in un'inutile apologia di Renzulli.
Di fatto, a me spiace che si parli poco di Ghigo per questo semplice motivo: con i Litfiba (che comunque sono sostanzialmente una SUA creazione), il chitarrista di Avellino è arrivato a tutti. Tutti, con lui, si sono ritrovati non solo a cantare o fischiettare una canzone, ma anche una specifica parte di chitarra, cioè una "canzone nella canzone". "Ma che cavolo dici, a me capita sempre di canticchiare gli assoli!"
Non è la stessa cosa, rispondo io, perchè cantare i soli di "Another brick in the wall" o "Sultans of swing" è differente: quei brani sono saltuari giganti, classici riconoscibilissimi, che ci sono arrivati dall'estero. Come questi giganti, anzi forse di più, i Litfiba, esempio rarissimo per non dire unico in Italia, sono arrivati a tutti, non solo a noi "chitarristi iniziati"; sono arrivati anche a chi la musica la ascolta per radio quando capita, a chi concepisce un concerto solo come Vasco a San Siro e tutto il resto non conta nulla.


Ghigo Renzulli, il grande sottovalutato

Ghigo Renzulli secondo me aveva (non so se abbia colmato le "lacune") carenze tecniche evidenti, almeno se paragonato a certi virtuosi; metteva più spesso una nota in meno che una nota in più (e lo considero un grande pregio); aveva un suono riconoscibile e personale (tamarro? forse); ma soprattutto aveva la testa, aveva la versatilità dell'artista, non quella asettica del turnista. Se è vero che le vette più alte dei Litfiba, a livello compositivo, sono state raggiunte tra la metà e la fine degli Anni 80 con Maroccolo al basso e Aiazzi alla tastiera, è vero anche che dopo il boom del decennio successivo Renzulli ha mantenuto riconoscibili i Litfiba sempre, al di là della presenza di un frontman importante come Pelù. Credo che tanti ragazzi in Italia si siano si siano avvicinati alla chitarra rock e in generale all'elettrica grazie a questo artista. Io, nel mio piccolissimissimo, faccio parte di quella schiera. Grazie Ghigo!"

Ghigo Renzulli, il grande sottovalutato
ghigo renzulli musica e lavoro
Nascondi commenti     293
Loggati per commentare

Un grande,e neanche
di Nightlock utente non più registrato
commento del 12/02/2010 ore 19:0
Un grande,e neanche cosi' scarso come i soliti sapientoni dicono,a mio parere negli anni il suo stile si è migliorato di molto...
Rispondi
GRANDE GHIGO!!!!!!!!
di guitar84 [user #19599]
commento del 12/02/2010 ore 19:0
GRANDE GHIGO!!!!!!!!!!!
Rispondi
ghigo aveva delle be
di flyingv77 [user #22359]
commento del 12/02/2010 ore 19:0
ghigo aveva delle belle chitarre
Rispondi
Re: il problema non è c
di mafuz [user #19122]
commento del 12/02/2010 ore 19:4
io la vedo come te e quoto. e non capisco la diarrea di pollici versi, neanche avessi insultato la mamma di qualcuno.
Rispondi
Re: il problema non è c
di flyingv77 [user #22359]
commento del 12/02/2010 ore 19:4
ma ti rendi conto? sara per qualche errore di ortografia mi spero altrimenti in vece di mettere pollici a cazzo perche non hanno risposto e commentato me la sto prendendo troppo per uno che neanche mi piace,vado su un altro articolo e buonanotte
Rispondi
Re: il problema non è c
di Adimiron [user #20303]
commento del 12/02/2010 ore 22:3
Pollice su, esattamente come la penso io.
Rispondi
mah..
di scottt [user #5541]
commento del 12/02/2010 ore 19:0
..niente da dire sui Litfiba,sui loro pezzi e su quello che hanno rappresentato però..a me proprio non va giù nè la sua tecnica nè il suo suono che giudico,in ogni caso, parte del bagaglio tecnico di ogni musicista. Non si tratta di quante note ma quali e come le fai!No,no,il suo vibrato da capretta di Heidi e il bending alla "pestatata di coda di gatto" proprio non sono per me dei rferimenti. Io la penso così poi,ripeto,gran bei pezzi!Con un altra mano (immaginateli n'attimo) sarebbero pure meglio però!
Rispondi
Re: mah..
di EdoFrasso [user #13197]
commento del 13/02/2010 ore 11:0
"Con un altra mano (immaginateli n'attimo) sarebbero pure meglio però!" Minchia che nervoso sto discorso del "se fosse".
Rispondi
Re: mah..
di scottt [user #5541]
commento del 13/02/2010 ore 11:2
Nervoso?E perchè mai?Solo un po' di immaginazione e di fantasia..che male c'è?Adesso mi vado ad ascoltare fata morgana però..che gran bella canzone!
Rispondi
Re: mah..
di fabionez [user #14237]
commento del 15/02/2010 ore 16:2
Se mio nonno avesse le ruote... Vabbè, la verità è che non sarebbero i Litfiba.
Rispondi
Re: mah..
di BananOne utente non più registrato
commento del 13/02/2010 ore 19:2
Non capisco il pollice verso... l'analisi di schott non è del tutto sbagliata.. E' da dire che è un suo genere particolare che può piacere o no, ma votare a prescindere con un voto negativo, sta cosa non l'ho mai capita. Le votazioni vengono fatte per l'attinenza all'argomento intrapreso, non per essere o no d'accordo sul gusto musicale, che sappiamo bene cambia da persona a persona.
Rispondi
Re: mah..
di scottt [user #5541]
commento del 13/02/2010 ore 19:5
Grazie,non 'ho capito neanch'io..vabbè tante teste tante idee. ripeto a me i pezzi dei Litfiba son sempre piaciuti,è un dato di fatto,ma è altrettanto vero che Ghigo non è un chitarrista,per usare un eufemismo, fenomenale.E non centra il talento che dimostra in fase compositiva,quello non è discutibile,ma quello che fa sul palco si!Adesso qualcuno si incazzerà di brutto: Preso come chitarrista-esecutore fa pena!E non centrano le mille note al secondo (nessuno si è mai lamentato di quante poche note faccia Blues Boy King!)o l'ipertecnicismo portatato all'eccesso. Conosce,evidentemente,ancora poco il proprio strumento (la chitarra?) e,per quel che mi riguarda,in certi pezzi i suoi "soli"fanno veramente male all'intera struttura. Suvvia!Pensavo fosse ovvio! O ci stiamo prendendo un po' tutti per il culo? Qualcuno me lo dica però,perchè sto scherzo mica l'ho capito!
Rispondi
Re: mah..
di Strato2006 [user #13781]
commento del 15/02/2010 ore 11:3
Confermo, specie sul suo suono. Niente da dire sulla band, non mi ha mai esaltato ma il suo successo è indiscutibile e mi sta bene; molto di più da dire invece sul chitarrista. Oh sbaglierò, ma per me un minimo di capacità tecnica in un musicista ci deve essere, e qui ne trovo davvero pochina. Applaudireste un cantante che stona o dalla voce sgradevole? O un ballerino sgraziato? E che non salti fuori la solita scusa dei gusti, please...
Rispondi
Re: mah..
di fabionez [user #14237]
commento del 15/02/2010 ore 16:2
non lo so, sinceramente. Vasco è TECNICAMENTE un buon cantante? A me pare monocorde. Ringo è TECNICAMENTE un buon batterista? A me pare meno che mediocre. Keith Richard è TECNICAMENTE un buon chitarrista? A me pare uno che suona con due dita (è lui a dirlo).
Rispondi
Re: mah..
di EdoFrasso [user #13197]
commento del 15/02/2010 ore 17:1
"Applaudireste un cantante che stona o dalla voce sgradevole?" Ti faccio un esempio così casuale eh. Bob Dylan. Un nomino.
Rispondi
di edgar587 [user #15315]
commento del 29/04/2022 ore 08:21:43
c'è modo e modo di essere sgraziati e/o stonati. A volte sono caratteristiche che possono diventare un marchio di fabbrica autentico e apprezzabile
Rispondi
Un Grande sicuramente sottovaluato..
di joe forchetta [user #14263]
commento del 12/02/2010 ore 19:0
Sono un grande estimatore di Ghigo.. e di tutti quelli che come lui suonano col cuore... A volte poche note ma fatte con il buon gusto valgono piu' di qualsiasi virtuosismo ..
Rispondi
Per quanti concerti
di alessandrolandozzi utente non più registrato
commento del 12/02/2010 ore 19:1
Per quanti concerti ho ascoltato dei Litfiba, non lo so neanche, da fiorentino doc per me rimane i' peggio....ma detto con affetto, i Litfiba sono stati un punto di riferimento e senza Ghigo non so se fosse stata la stessa cosa! Giudizio personale e opinabile, ovvio! Volevo sottolineare che non ho mai giudicato i Litfiba per la bravura o meno di Ghigo, i Litfiba sono i Litfiba...o ti piacciono o no.
Rispondi
Re: Per quanti concerti
di Nightlock utente non più registrato
commento del 12/02/2010 ore 20:0
scusami tanto!! volevo mettere un pollice su' ma ho sbagliato!
Rispondi
Re: Per quanti concerti
di Nightlock utente non più registrato
commento del 12/02/2010 ore 20:0
scusami tanto!! volevo mettere un pollice su' ma ho sbagliato!
Rispondi
Re: Per quanti concerti
di alessandrolandozzi utente non più registrato
commento del 12/02/2010 ore 20:3
Ma figurati, personalmente non me ne importa nulla, mi dispiace come al solito che sta pioggia di negatività non abbia un riscontro oggettivo di commenti allegati, come fiorentino non potevo esimermi da non dire qualcosa sui Litfiba....ma per i pollici ma chi se frega!!!!!! io ho polliciato+ tutti quelli con il -, per coerenza sull' utilizzo di tale sistema.
Rispondi
Re: Per quanti concerti
di Nightlock utente non più registrato
commento del 12/02/2010 ore 20:4
Infatti volevo esprimere un giudizio positivo sul tuo parere....ma poi non capisco perchè un chitarrista come renzulli sia giudicato scarso e inamovibile negli anni! c'è differenza fra la prima produzione new wave passando per tex sino ad arrivare a spirito
Rispondi
Re: Per quanti concerti
di pierottolo [user #15144]
commento del 12/02/2010 ore 22:1
Va beh dai, ce lo metto io per te.
Rispondi
Ghigo?!
di Krippo [user #752]
commento del 12/02/2010 ore 19:1
Dico la mia. I gusti non si discutono, se vogliamo dire che a tantissimi sono piaciute le sue canzoni e che, per almeno un certo periodo, è stato un musicista (facciamo musicante, vah) di successo, sfondiamo una porta aperta: sono dati oggettivi. Se invece, al di là dei gusti personali, altrettanto oggettivamente lo vogliamo giudicare dal punto di vista tecnico, beh, sarà pure migliorato negli anni (??), ma, anche per una questione di rispetto per l'ascoltatore: è proprio scarso e si sente!
Rispondi
Re: Ghigo?!
di ParcoB [user #22978]
commento del 13/02/2010 ore 03:1
Mi trovi completamente daccordo...i gusti personali non si discutono, però i bravi chitarristi sono altra cosa...
Rispondi
Giù il cappello
di anitradigomma [user #12816]
commento del 12/02/2010 ore 19:2
Mi piace il sound, mi piace il suo gusto musicale, i Litfiba per quanto se ne dica sono una colonna portante del rock italiano, grandissimi!!!
Rispondi
Vorrei cominciare...
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 12/02/2010 ore 19:3
...col dirti che a me i Litfiba non sono mai piaciuti e questi sono gusti personali quindi soggettivi... Fatta questa premessa vorrei farti i miei complimenti per un articolo scritto con ottima cognizione di causa e bene argomentato, un articolo da appassionato e da fan autentico, non da autentico fanatico (...c'è una bella differenza) e questo è un fatto, quindi oggettivo. Per quello che riguarda Ghigo non mi permetto di fare valutazioni tecniche su un professionista che sicuramente si sarà spaccato il culo sullo strumento studiando, ricercando, sperimentando e proponendo...anche se non mi colpisce particolarmente vorrei avere le sue capacità solo per il fatto che quando incontri musicisti di professione, per quanto si possa essere dei bravissimi dilettanti (ed io non lo sono), ti rendi conto che questa gente è di un altro pianeta: hanno tutti una padronanza ed una confidenza con lo strumento che solo decine di migliaia di ore di studio ti possono dare...è come vedere come tratta la palla un qualsiasi calciatore di Serie A in confronto ad un fantastico calciatore di Eccellenza...sono su due livelli differenti ed imparagonabili.... Fregatene dei forcaioli che disprezzano gratuitamente i tuoi beniamini, come giustamente hai detto è molto comodo sputare sentenze dietro l'anonimato e non essere costretti a dimostrare nulla...E' come quelli che continuano a dire: " quella lì è una pxxxx, quella là è una txxx, ecc" e poi quando gli chiedi se le hanno "infilzate" ti rispondono: "No" ...Che cazzo parli allora???? Ciao e complimenti ancora per l'articolo.
Rispondi
Re: Vorrei cominciare...
di jimisound utente non più registrato
commento del 13/02/2010 ore 12:2
Quoto dalla prima riga (neanche a me piacciono tanto, ma in generale non mi piace il rock italiano...in italia preferisco il jazz, il beat e i cantautori) all'ultima riga (pieno rispetto per gente che facendo questo invidiabile lavoro del chitarrista professionista tratta lo strumento con una confidenza enormemente superiore a qualsiasi pur bravo dilettante...) E poi fra un emulo di Steve Vai e Ghigo preferisco sicuramente Ghigo! Bel commento davvero gibsonmaniac.
Rispondi
Sarà pure scarso ma
di SardRock [user #22046]
commento del 12/02/2010 ore 19:3
Sarà pure scarso ma se le canzoni dei Litfiba son diventate famose è anche merito del suo stile che le ha rese particolari. Ed inoltre non sarebbe stato possibile questo capolavoro: vai al link
Rispondi
Re: Sarà pure scarso ma
di Adimiron [user #20303]
commento del 12/02/2010 ore 22:3
c'è anche da vedere chi è il produttore artistico dei vari successi, come ogni artista di spessore (economico) ci sarà sicuramente qualcuno dietro. togliamo il salame dagli occhi, per cortesia, funziona così.
Rispondi
Re: Sarà pure scarso ma
di Nightlock utente non più registrato
commento del 13/02/2010 ore 00:0
Scusa tanto ma prima di dire qualcosa dovresti come minimo conoscere la storia dei litfiba,e questo commento dimostra che non la conosci.............
Rispondi
Re: Sarà pure scarso ma
di Adimiron [user #20303]
commento del 13/02/2010 ore 14:4
basta fare un giro su Internet per verificare che ho ragione.
Rispondi
Re: Sarà pure scarso ma
di Nightlock utente non più registrato
commento del 13/02/2010 ore 15:2
Dimentichi che praticamente il 90% delle band ha avuto un manager che ha tolto fuori le loro vere potenzialità,e in questo non c'è nulla di male
Rispondi
Re: Sarà pure scarso ma
di SardRock [user #22046]
commento del 13/02/2010 ore 18:3
Un manager senza artisti da "coltivare" non è nessuno. Artista e manager sono due cose complementari, soprattutto ad alti livelli.
Rispondi
Re: Sarà pure scarso ma
di Nightlock utente non più registrato
commento del 13/02/2010 ore 19:5
quoto........
Rispondi
Re: Sarà pure scarso ma
di Strato2006 [user #13781]
commento del 15/02/2010 ore 11:4
Personalmente (e senza offesa, sia chiaro) trovo che sia anche "merito" di un paese dove la cultura (musicale, generale, civica... in ogni ambito) è agli ultimi posti come importanza, e dove - in ambito musicale - i media principali ti propinano solo ed esclusivamente tonnellate di pattume, mentre i canali per la musica decente sono ben più piccoli e (soprattutto) nascosti. E di conseguenza la stragrande maggioranza della gente si trova a conoscere solo (e a poter scegliere tra) prodotti "di consumo", e pure di livello medio-basso, ignorando spesso completamente quanti bravi musicisti "veri" ci siano al mondo e nel nostro stesso paese. Quando non scappano. Esempio: io in auto in questo periodo ho un LP di Brent Mason, e quando ho passeggeri... non lo conosce nessuno. "Ma che bravo, ma chi è questo qui?". Ma di Tiziano Ferro, Gigi D'Alessio e Biagio Antonacci tutti sanno tutto. Spettacolare. ;)
Rispondi
Re: Sarà pure scarso ma
di SardRock [user #22046]
commento del 15/02/2010 ore 17:5
Sono pienamente d'accordo. In Italia purtroppo si parla sempre di valorizzare la cultura, e nel nostro paese ce ne è tanta, ma alla fine si fa l'opposto. Poi vedi Paesi, considerati magari da noi come arretrati, che invece danno un valore altissimo alla cultura, all'arte ecc. e allora ti vien da pensare: chi è più civile? Ma forse all'Italia e a noi italiani piace sguazzare nel pattume, forse ce lo meritiamo. Comunque continuo a sperare che si dia più risalto alla musica, alla cultura in genere; ma il guadagno, la commercialità tappano occhi ed orecchie a parecchie persone purtroppo.
Rispondi
certo che se la gent
di flyingv77 [user #22359]
commento del 12/02/2010 ore 19:3
certo che se la gente la pensa in maniera diversa gli fate fare propio una bella fine che senso ha poter commentare educatamente un articolo un articolo se poi non si accettano le cose,e se avessi scritto che ghigo è una merda mi mandavate la polizia postale? poco senso del rispetto dei gusti degli altri,complimenti
Rispondi
Una vita da mediano,
di devol [user #18626]
commento del 12/02/2010 ore 19:3
Una vita da mediano, direi(poche note ma giuste e riff orecchiabili) , che ho ascoltato (tanto) e tuttora ascolto volentieri quando capita con nostalgia per quello che per me i Litfiba rappresentavano negli 80-90 nella scena new wave e poi rock italiana.
Rispondi
non mi piacciono i l
di yasodanandana [user #699]
commento del 12/02/2010 ore 19:5
non mi piacciono i litfiba.. ma nell'economia di quel suono e di quei brani ghigo ci sta alla perfezione.. ed e' cio' che conta.. bravo ghigo!!
Rispondi
Rosicate rosicate sa
di Nightlock utente non più registrato
commento del 12/02/2010 ore 20:0
Rosicate rosicate sapientini,potete mettermi tutti i pollici versi che volete,intanto i litfiba sono i litfiba,ghigo sà suonare....e voi nun siete un.........etcetera etcetera :D
Rispondi
Re: Rosicate rosicate sa
di jimi_42del [user #14838]
commento del 12/02/2010 ore 22:4
guarda, a me sta storia della pioggia di pollici versi mi fa scompisciare così tanto che te ne metto uno a simpatia!!! ahahah :D:D:D personalmente mi sono piaciuti i Litfiba, non ho avuto una passione viscerale ma ho apprezzato molte cose, tra cui anche il suono di Renzulli... sono dell'opinione che un chitarrista non deve mica essere un dio delle 6 corde per essere apprezzato... 'notte cumpà!
Rispondi
..ad essere sincero
di NorwegianWood [user #18676]
commento del 12/02/2010 ore 20:0
..ad essere sincero sono un po' infastidito dai toni dei commenti che hanno preceduto il mio...e vi spiego il perché...frequentavo le scuole medie quando rimasi folgorato dal riff del brano "Lo spettacolo"...non ne ho mai fatto mistero, ma è grazie a quel brano, a quel riff che nacque in me la voglia di imbracciare una chitarra e provare ad imparare a suonare...ma non mi sono fermato lì...ho iniziato ad ascoltare (e a suonare) tonnellate di musica di ogni genere e stile...Ghigo non ha avuto nemmeno il tempo di diventare per me "il chitarrista da imitare"...già stavo ascoltando altra musica...oggi studio e suono non tutti, ma molti generi musicali...non ho mai rinnegato la band che ha fatto nascere in me la voglia di imparare una cosa meravigliosa quale è la musica...la loro musica può piacere o meno...Ghigo altrettanto...
Rispondi
Mah! Il renzulli è
di coltrane [user #15328]
commento del 12/02/2010 ore 20:0
Mah! Il renzulli è quello che è, non sicuramente un chitarrista sopra le righe, o che emerge particolarmente con la tecnica strumentale, col tocco ecc. Però mi sembra di ricordare che i pezzi li scriveva in gran parte lui, e secondo me la produzione musicale dei litfiba da la paga a quasi tutto il resto del rock italiano, quindi lo ritengo un buon songwriter, con una bella fantasia, e comunque non mi pare che il resto della band fosse composto da fenomeni. P.S. Poi mi frega assai a me se fai l' assolo o meno. Io ho (purtroppo) la presunzione di sapere riconoscere un chitarrista bravo anche da due cazzatine. Tante volte l' assolo in una canzone lo abolirei.
Rispondi
Adesso facciamo un a
di SteGer [user #3922]
commento del 12/02/2010 ore 20:1
Adesso facciamo un articolo pure su poggipollini e siamo al completo....
Rispondi
Re: Adesso facciamo un a
di Nightlock utente non più registrato
commento del 12/02/2010 ore 20:4
Bravo mi hai dato un bello spunto,lo preparo io,non vedo l'ora di beccarmi gli insulti dei ''vorrei ma non posso''
Rispondi
A proposito di Poggi
di strato74 [user #4537]
commento del 13/02/2010 ore 14:5
A proposito di Poggipollini....per un certo periodo ha fatto parte anche lui dei Litfiba (2 forse 3 album tra El diablo e Terremoto)....non c'e' che dire...bella coppia!
Rispondi
Non è scarso, gli'è un bischero!
di Audiofilox [user #11909]
commento del 12/02/2010 ore 20:1
e ve lo dice uno di Firenze. Quand'è si sono sciolti qu' du bischeri, s'è tirato un sospiro di sollievo. Ghigo gli'è un bischero a sonare, ma i su' affari dall'avvohato li sa fare bene vai... Da ragazzi su Ghigo e Pelù si facevano le barzellette, come co' carabinieri.... bona bischeracci e un' mi mettete pollice giù sennò vu' c'havete tutti la mamma...(o noi fiorentini siamo così, o vi si sta simpatici oppure ci ammazzereste...)
Rispondi
Re: Non è scarso, gli'è un bischero!
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 12/02/2010 ore 23:2
Le menate personali di Pelù e Ghigo interessano poco...qui si parla di musica..e per favore lascia stare le altrui mamme...
Rispondi
Che piaccia o no, te
di francio81 [user #8516]
commento del 12/02/2010 ore 20:3
Che piaccia o no, tecnico o scarso si deve ammettere che i Litfiba sono stati uno dei gruppi cardine del rock italiano, e siccome il loro sound è basato fondamentalmente sulla chitarra di Ghigo...fate 2 + 2.....ok le valutazioni tecniche, si possono discutere i suoi bending e i suoi vibrato, non è velocissimo, ma pezzi come Tex, El Diablo, Prima Guardia sono costruiti sulla sua chitarra e come tali sono entrati nella storia del rock italiano; se tanti virtuosi da cameretta provassero a scrivere pezzi altrettanto belli e influenti invece di provare a fare le sestine a 180.....
Rispondi
Re: Che piaccia o no, te
di valeriomas [user #8328]
commento del 16/02/2010 ore 15:4
Io adoro il suo vibrato... Ciao, Valerio.
Rispondi
Attendo fiducioso l'
di francescoRELIVE [user #13581]
commento del 12/02/2010 ore 20:4
Attendo fiducioso l'arrivo di pkaos... :D
Rispondi
Re: Attendo fiducioso l'
di plettrox [user #6758]
commento del 12/02/2010 ore 23:1
Ho pensato la stessa cosa...quando arriverà lui sara il KAOS. :D p.s. io mi aspetto anche il grande fan Highwaystar. andrà anche a vederli dal vivo. :)
Rispondi
Sopravvalutato?
di Fedche [user #15779]
commento del 12/02/2010 ore 20:4
Ragazzi, se riuscite a resistere guardate il video a questo link e poi ditemi se questo è un chitarrista sottovalutato... vai al link da ascoltare l'assolo al minuto 2.16
Rispondi
Re: Sopravvalutato?
di flyingv77 [user #22359]
commento del 12/02/2010 ore 20:5
.....poche cose....... fatte bene........ ...suona con il cuore...... ma mettemi tutti i pollici che volete ma se io fossi in lui ritirerei il video dalla circolazzione per la vergogna....
Rispondi
Re: Sopravvalutato?
di coltrane [user #15328]
commento del 12/02/2010 ore 21:2
sembra una band alle prima armi, anzi, quando ero alle prime armi io e suonavamo l' heavy metal eravamo meglio.
Rispondi
Re: Sopravvalutato?
di plettrox [user #6758]
commento del 12/02/2010 ore 21:3
.
Rispondi
Re: Sopravvalutato?
di bigbandarranger [user #7012]
commento del 12/02/2010 ore 21:5
azz, sembra uno di quei video coi chitarristi famosi "doppiati" a caricatura, invece è proprio lui!!! Eppure a me sta simpatico, e, in effetti, è assai personale e riconoscibile, e questo è un grande merito. Ma scarso, è scarso assaiiiii!!!!!!!!
Rispondi
Re: Sopravvalutato?
di coltrane [user #15328]
commento del 12/02/2010 ore 23:3
si infatti, comunque io stimo i lavori fatti coi litfiba ai tempi d' oro ed alla fine hanno fatto un sacco di concerti, alcuni dei quali visti in VHS, non mi ricordo che ghigo sfigurasse la in mezzo.
Rispondi
Re: Sopravvalutato?
di jimi_42del [user #14838]
commento del 12/02/2010 ore 23:2
si è vero, ha suonato male lì...però secondo me non ha senso andare a pescare il video peggiore per smontare del tutto un musicista...
Rispondi
Re: Sopravvalutato?
di Nightlock utente non più registrato
commento del 12/02/2010 ore 23:3
scusa ma sai che una lista innumerevole di chitarristi ha fatto veramente schifo in parecchi live? (ma direi chi non ha mai fatto una figura caprina!) Tommy Bolin Ritchie Blackmore Slash Eric Clapton e potrei continuare per anni probabilmente,l'ho detto e lo ripeto,è molto,troppo facile criticare a posteriori
Rispondi
Re: Sopravvalutato?
di pierottolo [user #15144]
commento del 13/02/2010 ore 00:4
Si, anche Santana a Milano tanto tempo fa si è beccato i fischi. Però c'è da dire che è salito sul palco brillo...
Rispondi
Re: Sopravvalutato?
di LucaLester [user #21971]
commento del 15/02/2010 ore 12:5
beh dai...fino a prima del solo, il riff ci stava anche, fondametalmente faceva parte del succo dello stile litfiba, peccato per la troppa "dissonanza" (sorrido) delle note prese durante l'assolo :))
Rispondi
Re: Sopravvalutato?
di Lisso92 utente non più registrato
commento del 15/02/2010 ore 15:2
In questo assolo si è ispirato al maestro Richard Benson, non c'è dubbio.
Rispondi
questo è bravo, quello è scarso....
di giambibolla [user #5757]
commento del 12/02/2010 ore 20:5
mi viene in mente una vecchia storiella: quanti chitarristi ci vogliono per cambiare una lampadina? mille, uno che la cambia e gli altri novecentonovantanove che discutono di come l'avrebbero fatto meglio loro...
Rispondi
Re: questo è bravo, quello è scarso....
di ramones [user #17469]
commento del 12/02/2010 ore 21:5
Condivido interamente quello che attesti. Siamo sempre pronti a criticare l’operato altrui e a sentirci i migliori: io (e/o i chitarristi preferiti) suono meglio di ogni altro; le chitarre che mi attraggono e che posseggo sono le migliori in assoluto; gli stomp box che uso io non hanno nulla a che vedere con quelli offerti dal mercato; e non parliamo poi di ampli ecc. ecc. A me piacciono i Litfiba; ho ascoltato per anni gli album “Litfiba” e “17 Re” (gli album !?! le cassette C60 e C90) e quella musica, che più non ascolto, e rimasta comunque nel mio bagaglio culturale. Oggi, che non ho più il tempo di suonare, ascoltare musica ecc. ecc. e che la tecnologie (dicasi software, web, modelli fisici, China, …) offre tante possibilità anche a basso costo, devo assistere a queste querelle di condominio. Auguro una lunga vita musicale a Ghigo Renzulli e Piero Pelù & Co. e soprattutto tanto divertimento.
Rispondi
Re: questo è bravo, quello è scarso....
di marcomesk [user #15059]
commento del 13/02/2010 ore 13:0
straquoto
Rispondi
Re: questo è bravo, quello è scarso....
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 12/02/2010 ore 23:2
Quoto... e ti ho dato pollice su
Rispondi
w renzulli pero'...
di Zio Kansas [user #13746]
commento del 12/02/2010 ore 21:4
Io adoro i Litfiba,mitici,il 16 vado al concerto a Firenze,in gioventu' sono stato a molti concerti e ho suonato anche io pezzi dei litfiba e tecnicismi a parte ci si ''spezzava'' parecchio ...detto questo,ragazzi.....con tutto l'amore che gli si puo' volere il ''vecchio'' Ghigo era veramente scarso,adesso non lo so,ve lo diro' il 16,sinceramente nel dire questo non ci vedo nulla di cosi' drammatico ne di male ne si sminuisce il suo lavoro ma i dischi e i concerti vanno ascoltati e certo non mentono....avra' tirato fuori diversi bei riff,questo ok,ed era anche molto dentro la scrittura dei testi....bravo....ma era scarsino per essere uno che fina a l'altro ieri faceva lezioni di chitarra a 40 euro l'ora....
Rispondi
smettetela di considerare la tecnica un aspetto determinante
di Francescofalcone [user #16513]
commento del 12/02/2010 ore 21:4
Occorre secondo me smetterla di considerare la tecnica un aspetto determinante quando si parla di un musicista. E' una convinzione gretta quella che ci fa credere che se sei scarso tutto il mondo ti debba fischiare addosso nonostante milioni di dischi venduti.. Concordo con il post precedente, perdete meno tempo a imparare scale, armonici e tecniche (sempre studiate da qualcuno che le ha inventate prima ovviamente) e concentratevi di più sulla canzone, sul suono, sulla innovazione di entrambe. Ghigo Renzulli è un chitarrista che ha contribuito a scrivere lavori interessanti nel panorama rock italiano quando ancora andavamo avanti a Toto Cutugno (con tutto il rispetto per Toto Cutugno). Con i Litfiba ha venduto milioni di copie (solo Spirito ne conta circa 2), ma soprattutto ha saputo fare canzoni e pezzi che restano nella memoria di tanti aficionados oppure in quella di tanti detrattori. Lui ha scritto, composto, venduto ed emozionato tanta gente, quante migliaia di chitarristi in giro per l'Italia sono riusciti a fare tanto? Un musicista non si riconosce dalla velocità con cui scorre le note su una tastiera ma dall'arte che riesce ad esprimere. Solo quella.
Rispondi
Re: smettetela di considerare la tecnica un aspetto determinante
di flyingv77 [user #22359]
commento del 12/02/2010 ore 22:0
viva il panorama rock italiano
Rispondi
Re: smettetela di considerare la tecnica un aspetto determinante
di Nightlock utente non più registrato
commento del 12/02/2010 ore 23:2
Vabbè flying,a te non piacciono a prescindere,quindi è diverso!!!
Rispondi
Re: smettetela di considerare la tecnica un aspetto determinante
di HighwayStar [user #17218]
commento del 13/02/2010 ore 08:5
PFM e Area fanno parte di un altro movimento rock ben diverso da quello che concerne i Litfiba, non sono paragonabili perché facenti parte di un diverso panorama musicale! Se spendi tempo e sodi per mgliorarti fai una grande e giusta cosa ma questo non vuol dire per forza che dedichi il tempo a migliorare l'alternate picking o il tapping ecc, puoi migliorare il tocco, la dinamica del plettro e via dicendo!
Rispondi
Re: smettetela di considerare la tecnica un aspetto determinante
di feidtublec [user #18093]
commento del 13/02/2010 ore 11:5
Guarda, io i Litfiba li conosco pochissimo, ma apprezzo certe cose quando le sento. Sono d'accordissimo sul fatto che la cosa più importante sia la musica (una bella canzone suonata male può essere sempre risuonata meglio da chi l'ha scritta o da qualcun'altro); un musicista è uno che scrive musica, non per forza lo strumentista che la suona. Altrimenti non ci sarebbe modo di considerare "musica" cose come il punk (e te lo dice uno che non ama il punk). Non credo però che si possa ignorare totalmente il lato esecutivo: la musica è anche il modo in cui suoni, inteso stavolta come il tocco e il sound che uno crea con le mani; e qui la carenza tecnica può essere un problema. Scrivere poche note ma "buone" è a volte un grande pregio (Mark Knopfler non è certo noto per la sua velocità). Ma il modo in cui suoni quelle poche note, a quel punto diventa sempre più importante. Pensa al successo che hanno avuto così, e a cosa avrebbero potuto fare con un sound di ben altro tipo... Detto ciò, non ho dubbi che i Litfiba abbiano rappresentato un elemento importante nella scena rock nostrana.
Rispondi
Re: smettetela di considerare la tecnica un aspetto determinante
di Zio Kansas [user #13746]
commento del 13/02/2010 ore 15:4
Avete tutti ragione,grande inventiva Ghigo,ottime intuizione,bella carriera,pero' a un certo punto se uno puo' azzardarsi a giudicare un chitarrista per che aspetti lo deve considerare,non certo per i capelli,il pizzetto o i jeans ne solamente per le emozioni che ci ha fatto provare...la tecnica e' un'aspetto determinante....
Rispondi
Ad essere sopravvalu
di RubberSoul [user #5895]
commento del 12/02/2010 ore 22:0
Ad essere sopravvalutato è il Rock (?!?) italiano. Proprio non ce l'abbiamo nel sangue e tanto meno nella testa!
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di Nightlock utente non più registrato
commento del 12/02/2010 ore 22:2
questa è veramente un parere molto stupido,mi stai dicendo che il rock italiano è sopravvalurtato?
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di SteGer [user #3922]
commento del 12/02/2010 ore 22:4
Si! E' una vita che lo dico. Non c'è niente da fare il rock non è nelle nostre corde. Noi italiani siamo insuperabili nella melodia pura; basta vedere la musica che esportiamo all'estero: Pausini, Ramazzotti, Nek....ecc. Una cosa come Vasco che in italia è considerato il "non plus ultra" del rock all'estero sarebbe improponibile.
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 13/02/2010 ore 00:1
Sarebbe meglio pulirsi la bocca prima di parlare male di certi artisti solo perchè non ci piace la loro musica...Per esempio Vasco (che non mi piace più) è uno che negli anni '70 ed '80 faceva del gran rock ed ai suoi concerti mi sono davvero divertito, ha cominciato a riempire gli stadi più di vent'anni fa, quando tanti di quelli che criticano e sentenziano si pisciavano nel letto ...un conto è il non condividere i gusti un altro è rispettare chi comunque, piaccia o no, è un simbolo per generazioni di ragazzi....Sento spesso parlare male della Pausini, di Neck, Ramazzotti, ecc.: a me la loro musica non piace ma mi piacerebbe vedere quanti che sputano addosso a questi artisti hanno le loro capacita tecniche e vocali... rispetto, ragazzi, rispetto!
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di flyingv77 [user #22359]
commento del 13/02/2010 ore 01:2
hai perfettamente ragione su tutto, ho adorato fronte del palco di vasco con andrea braido
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di EdoFrasso [user #13197]
commento del 13/02/2010 ore 11:2
Ma quale rispetto, la musica è sangue!
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di Nightlock utente non più registrato
commento del 13/02/2010 ore 12:5
No,la musica è un'insieme di frequenze sonore cadenzate che arriva all'orecchio.............
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di EdoFrasso [user #13197]
commento del 14/02/2010 ore 17:5
Sono contento di non essere te.
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di Nightlock utente non più registrato
commento del 14/02/2010 ore 20:4
altrettanto
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di EdoFrasso [user #13197]
commento del 13/02/2010 ore 11:3
Sono assolutamente d'accordo. Il rock con le stesse coordinate inglesi e americane noi non siamo minimamente capaci di interpretarlo. E siamo davvero ma davvero ridicoli la maggior parte delle volte. Ligabue ha scritto belle canzoni, ma le interpretazioni e gli arrangiamenti sono spesso imbarazzanti (per quanto spesso siano belli, non lo nego). I Negrita sono scandalosi. Vasco ha smesso di fare musica tipo nell'83, per mettersi a fare jingle per gli stadi. L'unico gruppo ROCK in italia senza paura e con un bagaglio rivolto all'italia stessa sono i CCCP, CSI e in parte PGR. E in parte Litfiba per l'appunto.
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di Nightlock utente non più registrato
commento del 13/02/2010 ore 12:5
A vabbè,i Negrita sono imbarazzanti, vasco ha smesso di fare grande musica e gli arrangiamenti di ligabue e le sue interpretazioni sono imbarazzanti (ma belli)....e noi italiani siamo solo bravi a scimmiottare il rock rendendoci ridicoli.........quindi dobbiamo suonare soltanto ''Dammi una lametta che mi taglio le vene'' e canzonette del genere? o magari dobbiamo direttamente buttare via la chitarra elettrica e darci al mandolino?
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di EdoFrasso [user #13197]
commento del 13/02/2010 ore 19:4
Ma se vuoi ascoltarti Negrita, Ligabue e Vasco tutto il giorno peggio per te. Buttare via la chitarra elettrica e darsi al mandolino difatti non sarebbe per niente ma per niente una cattiva idea. A me la chitarra elettrica ha rotto le palle. E lo dico da chitarrista. Chi vuol capire quello che intendo, buon per lui, chi non vuol capire affari suoi. E' tutto qui quello di cui hai bisogno. Forma e sostanza. vai al link
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di Nightlock utente non più registrato
commento del 14/02/2010 ore 20:4
Io ascolto di tutto e di piu',e stai certo che ognuna delle canzoni di quegli artisti valgono il triplo di tutta la produzione pseudo-intelletualoide e comunistoide dei C.s.i. Se proprio ti sei stufato TU della chitarra buttala,fossi in te mi darei direttamente all'ippica..
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di EdoFrasso [user #13197]
commento del 14/02/2010 ore 23:1
"la produzione pseudo-intelletualoide e comunistoide dei C.s.i." Ah, scusami, non avevo capito il tuo problema. Sei un ignorante. Dai tranquillo..
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di Nightlock utente non più registrato
commento del 14/02/2010 ore 23:3
Ah beh,hai le idee chiare, immagino che ascoltare palpitazione tenue o tabula rasa elettrificata per due volte e mezzo abbia fatto di te un Intellettuale (con la i maiuscola ovviamente) in grado di giudicare cosa è Musica e cosa no,bravissimo,o finisci a lavorare per Rolling Stone o ti dai all'ippica,ah no! vero,puoi anche suonare il mandolino!! vabbè chiudiamo stà discussione sterile che è meglio.. P.s. tiratela di meno che ti conviene
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di EdoFrasso [user #13197]
commento del 15/02/2010 ore 17:4
Senti, per piacere. Mi hai citato vasco come uno che ANCORA fa belle canzoni. Vasco! Che con tutto il bene che gli voglio è il simbolo di TUTTO quello che in italia NON va. Vasco, uno che poco tempo fa cantava "come riempi bene quei jeans, cammini come una dei films." Vasco, che ha coverizzato una delle canzoni più importanti di una delle band più incredibili di sempre sostituendo dove non sapeva cosa dire "na na na". Gli sono grato per averlo fatto eh. Mi sono fatto non sai quante risate. Però cazzo, per favore. Per piacere. Mi hai citato Ligabue, che ha UNA formula. UNA. E la usa da estenuenti anni, sempre uguale a se stessa, sempre più ruffiana e sempre banalmente citazionista. Che tristezza. Che schifo. La credibilità di Ligabue oggi è pari a quella di una cover band dei nomadi (io amo i nomadi di augusto). E hai citato i Negrita. Qui non dico niente vah, anche perchè parlare del nulla è piuttosto duro. E quella battuta sul mandolino dice tutto il resto. Tu credi che la chitarra come la conosci tu resisterà per sempre? Io spero vivamente di no. Non ne posso più dei riff di chitarra. Non ne posso più degli assoli!! Non ne posso più dei power chords. Non ne posso più della banalità. cazzo la banalità ammazza tutto. L'unica cosa che resisterà sarà il suono nella testa delle persone. Ed è quello che si deve codificare. Tutto il resto, chitarra o non chitarra, tecnica o non tecnica, elettricità o meno, non conta un beneamato CAZZO.
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di Nightlock utente non più registrato
commento del 15/02/2010 ore 18:0
Ma chi se ne frega dei tuoi pareri da pseudointellettualoide alternativo!! avresti voluto un quinto del talento che ha portato questii artisti che ti ho citato a produrre i GRANDI album che hanno fatto;E SONO ARTISTI CHE LIVE SPACCANO IL CULO ALLA MAGGIOR PARTE DELLE BAND EUROPEE!!! Ma poi se ti sei stancato di riff,power chords e assoli chissenefrega! stai là e ascoltati quei fattoni che credono di essere i nuovi Sonic Youth giusto perchè suonano male uno strumento scordato e infilano un testo assurdo e incomprensibile fatto da 3 o 4 frasi sconnesse in cui raccontano tutto il loro male di vivere che deriva da essere un borghesuccio con aspirazioni comunistoidi ma con la voglia di lavorare pari a 0.....che pena.............tanto per fortuna il mondo è vario e ci sarà sempre un branco di fessi che ti dà il contentino
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di EdoFrasso [user #13197]
commento del 16/02/2010 ore 00:3
Vivo molto male, sì. Ma molto più genuinamente della maggior parte di voi chitarristi (nell'accezione più dispregiativa del termine). Io la musica non lo so cos'è. Ma voi fidatevi, non volete nemmeno saperlo. Minchia, datevi una svegliata. Diamo una svegliata a questo paese di merda in cui tutto è SOFFOCATO dai modelli. Perfino voi siete soffocati dai modelli, senza di essi stareste boccheggiando in cerca di appigli. Che pena i modelli, che pena le convenzioni, che pena le certezze. Che pena voi.
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di antani85 [user #22504]
commento del 16/02/2010 ore 09:3
La musica è divertimento,la musica è gioia,la musica è sfogo,la musica è evasione,la musica è comunicazione,la musica è gioco. Io suono e ascolto musica perchè mi piace da morire. Scusa se a noi menti semplici basta questo,ma non mi sembra neanche così poco!! Questa non è una CERTEZZA,è solo un opinione,la mia,e può essere condivisa o no,ma come tale andrebbe rispettata. Hai mai pensato che ciò che dicono gli altri (seppur diverso da ciò che dici te) potrebbe essere il loro pensiero genuino e non influenzato dai modelli o dalle convenzioni? Non mi conosci nemmeno,ma già mi hai detto che ti faccio pena,se c'è uno che parte coi paraocchi,questo sei tu. Spero che tu non ti sia offeso col mio commento sul fatto che vivi male,perchè ti assicuro che è nato da una sincera risata che il tuo confronto con Nightlock mi ha suscitato. Non prendere sempre troppo sul serio le cose,a volte un po' d'autoironia non può che far bene.
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di Nightlock utente non più registrato
commento del 16/02/2010 ore 12:2
Bravissimo,hai usato il termine corretto: Paraocchi;perchè questo qui anche se crede di essere il grande Liberatore ha due paraocchi grandi quanto una casa,e anche se dice di odiare i modelli e gli stereotipi,è lui stesso il classico stereotipo dell'intellettualoide snob............ Per carità,se si fosse davvero liberato di modelli e blablabla adesso non avrebbe parlato cosi'......
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di Nightlock utente non più registrato
commento del 16/02/2010 ore 12:2
Bravissimo,hai usato il termine corretto: Paraocchi;perchè questo qui anche se crede di essere il grande Liberatore ha due paraocchi grandi quanto una casa,e anche se dice di odiare i modelli e gli stereotipi,è lui stesso il classico stereotipo dell'intellettualoide snob............ Per carità,se si fosse davvero liberato di modelli e blablabla adesso non avrebbe parlato cosi'......
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di Nightlock utente non più registrato
commento del 16/02/2010 ore 12:0
Giunto a trent'anni, Zarathustra lasciò il suo paese e il lago natio, e si ritirò sui monti. Là, per dieci anni, senza stancarsi, godette del suo spirito e della sua solitudine. Ma alla fine il suo cuore mutò, e un giorno si alzò con l'aurora, avanzò verso il sole e così gli parlo: PRRRRRRRRRRRR!!!! AHAHAHAHAHAHAHAH,ma vai và e datti al nuoto sincronizzato che è meglio.....è arrivato il grande rivoluzionario,che dall'alto di un cazzo si permette di giudicare la nostra vita,e il lavoro che fà gente al cui talento e impegno non potrà mai ambire di aspirare.... Vai o grande Artista,vai e ridefinisci la musica che solo tu puoi riuscirci!!
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di EdoFrasso [user #13197]
commento del 16/02/2010 ore 17:0
ascoltami, grandissimo Coglione, ora mi hai proprio stufato innanzitutto non sono qui per farmi prendere per il culo. Io ho espresso pareri, mica inventati ieri, sul buono e sul cattivo gusto, sulle influenze, sul senso emotivo della musica. Sono stato filosofico ed ho espresso un senso di disagio? minchia, problemi tuoi. Te per caso mi hai dato riferimenti? Hai detto qualcosa di sensato? Non mi è parso. Ti sei limitato a rispondermi, con le seguenti parole: "quindi dobbiamo suonare soltanto ''Dammi una lametta che mi taglio le vene'' e canzonette del genere? o magari dobbiamo direttamente buttare via la chitarra elettrica e darci al mandolino?" Dio, quali nobili sottigliezze. quali alte motivazioni per controbattere alle provocazioni musicali. in sunto, non hai detto NULLA in quello che hai scritto in tutti i post, te ne sei reso conto? Non mi pare proprio che tu ti renda conto in verità di cosa è il buono o cattivo gusto. Sono cose spesso oggettive in realtà, o che possono esserlo. e non hanno nulla a che fare con la bellezza di una cosa. difatti ho detto che gli arrangiamenti di ligabue sono ridondanti, banali, irritanti e ruffianissimi, però ho anche puntualizzato che talvolta sono pure belli. ti faccio un esempio: io amo gli U2. Considero i'll go crazy if i don't go crazy tonight una canzone di buon gusto? No, per niente. Ma mi piace? Abbastanza, sì. Chiaro ora? Tu mi porti vasco come alta arte, quando chiunque sa che quando una cosa diventa pop a livelli così megalomaniaci, perde ogni intimità. Perde tutto ciò che l'aveva resa autentica. E o si rimette in gioco come un dylan, o diventa una puttana come Vasco. Che resterà sempre leggenda, ovvio. Ma ciò non toglie che le sue ultime cose siano improponibili perchè inserite in un contesto di per se deviato e deviante. Vasco che fa Vasco. Questo non significa che di tanto in tanto non possa spuntare la bella canzone, ma non c'è nulla di spontaneo in tutto questo meccanismo. contento? ti porto un altro esempio della tua logica meravigliosa di giudizio. "suonano male uno strumento scordato e infilano un testo assurdo e incomprensibile fatto da 3 o 4 frasi sconnesse in cui raccontano tutto il loro male di vivere che deriva da essere un borghesuccio con aspirazioni comunistoidi ma con la voglia di lavorare pari a 0" Ok. quindi secondo la tua logica baudelaire, van gogh, hendrix, ligabue (pittore), nick drake sono fattoni con voglia di lavorare pari a 0. Perchè mi sembra che usi un metro di giudizio leggermente (ma proprio poco eh) semplicistico. vedi te.
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di plettrox [user #6758]
commento del 16/02/2010 ore 18:2
spero che la redazione prenda provvedimenti contro un utente che usa un simile linguaggio offensivo. e dopo spero che tutti gli OT vengano cancellati,compreso il mio.
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di Nightlock utente non più registrato
commento del 16/02/2010 ore 18:5
Tu sei semplicemente un'intelletualoide snob che se la tira da morire a fare il critico per forza e in ogni dove,non me ne sbatte assolutamente delle tue idee o dei tuoi pareri; ma che ne sai tu di quello che ascolta o non ascolta la gente o del suo buono e cattivo gusto? Perchè uno ascolta anche Ligabue,Vasco e i (vorresti scrivere musica come fanno loro) Negrita ?Chi cazzo sei tu per dire che una Band che è amata da quasi 20 anni in tutto il paese è il Nulla? Se proprio lo vuoi sapere io ascolto TUTTA LA MUSICA,dalla classica al folk di tutto,al rock,grunge,blues,punk,metal e tanta,tantissima altra roba. secondo me invece di metterti a fare il professorino dicendo che cosa è giusto e non è giusto ascoltare (semplicemente RIDICOLO) dovresti imparare ad aprire bene le orecchie e a cogliere gli aspetti positivi della musica,altro criticarequesto o quell'altro artista perchè ''il suo metodo compositivo lo porta a togliere sempre la stessa roba'' ! Ma tu hai fatto di meglio? o sei sicuro che arrivato a un certo livello della tua (sicuramente luminosissima) carriera,non ti comporteresti alla stessa maniera di quelli che tanto disprezzi Questo,o grande Zarathustra è il mio pensiero,e ora mi sono stancato di parlare con i muri. P.s. ''Ok. quindi secondo la tua logica baudelaire, van gogh, hendrix, ligabue (pittore), nick drake sono fattoni con voglia di lavorare pari a 0. Perchè mi sembra che usi un metro di giudizio leggermente (ma proprio poco eh) semplicistico.'' Nessuno di questi artisti rientrava nella mia linea di pensiero,visto che non centrano proprio un cazzo con il discorso che stavo facendo; e giusto per precisazione per il mandolino non ho nessun pregiudizio,per me è uno strumento fantastico,stavo semplicemente ironizzando su quell'idea cretina del ''Rock che non ci appartiene perchè non è nelle nostre vene''
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di EdoFrasso [user #13197]
commento del 16/02/2010 ore 20:0
ahah ma lo sai che si danno i pareri sulle cose delle volte? Io ho dato i miei pareri e poi sei arrivato tu pateticamente a difendere a spada tratta i tuoi idoli. E soprattutto tu non hai capito che non mi interessa minimamente di quello che ascolti tu! Parla, esprimi concetti, ribatti, arricchisci questo patetico scambio di opinioni, ma con motivazioni VERE! Porco cane oh, proprio non lo vuo capire eh che non sei riuscito a dire UNA e UNA SOLA cosa dall'inizio della conversazione? io posso dire quanto mi pare e piace che i Negrita fanno schifo assoluto, è un mio sacrosanto diritto e di certo non devo venire a rendere conto a te. Se poi a te piacciono ripeto è ugualmente un tuo sacrosanto diritto. Ma se dico che sono un gruppo banalissimo e ruffianissimo (anche loro) io mi aspetto che mi dai delle motivazioni sul perchè NON lo dovrebbero essere, non mi aspetto mica che te la prendi con me. Oh se sai solo scrivere "tu non sei capace" avrai difficoltà a parlare di qualsiasi cosa! Non sono nemmeno capace di fare l'autore televisivo, quindi dovrei dire che l'isola dei famosi è un gran programma solo perchè io "non ho fatto di meglio?". Scusa che ragionamente idiota eh? Io non solo NON ho fatto di meglio, ma proprio NON HO FATTO NULLA. Quindi devo dire che TUTTA la musica mi piace? Dai è ridicolo. Allora addio opinioni.
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di yasodanandana [user #699]
commento del 16/02/2010 ore 20:1
==io posso dire quanto mi pare e piace che i Negrita fanno schifo assoluto== e quaòcun altro puo' dirti che non essendo in grado di dare pareri assoluti.. puoi solo, coerentemente, dire che a te non piacciono.... successivamente uno si puo' pure chiedere a che serve essere assolutisti e/o perche' avere dialoghi con qualcuno che lo e'..
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di Nightlock utente non più registrato
commento del 16/02/2010 ore 20:3
Ho capito una cosa da questa discussione,non sai leggere;e non sai neanche cosa vuol dire avere un'opinione,anzi,non sai la differenza che passa dall'avere un'opinione a buttare merda sulla gente per puro snobismo.
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di Pioneer utente non più registrato
commento del 16/02/2010 ore 22:4
Sogno o son desto? Questo commento pieno zeppo di parolacce ha preso solo 3 pollici negativi, incluso il mio? CHE VERGOGNA!
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di antani85 [user #22504]
commento del 15/02/2010 ore 18:2
Certo che vivi proprio male,cazzo!!
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di antani85 [user #22504]
commento del 15/02/2010 ore 18:2
Hanno messo male il commento,scusa nightlock,non era per te,ma era riferito al filosofone di sopra.
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di Nightlock utente non più registrato
commento del 15/02/2010 ore 18:4
niente,non preoccuparti :),azz certo che con questo sistema alla fine non si capisce piu' nulla!
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di antani85 [user #22504]
commento del 15/02/2010 ore 19:0
Scusa Nightlock,non era per te. Hanno messo il commento male. Ovviamente era riferita al filosofone di sopra.
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di jimi_42del [user #14838]
commento del 12/02/2010 ore 22:4
allora se è per questo, tutti i jazzisti e bluesman italiani non dovrebbero nemmeno esistere... tanto non è nella nostra cultura, nevvero? ma che discorso è?
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di SteGer [user #3922]
commento del 12/02/2010 ore 22:5
Infatti si parlava di Rock....
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di jimi_42del [user #14838]
commento del 12/02/2010 ore 23:0
e infatti il Rock deriva dalla musica orientale, nevvero?
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di feidtublec [user #18093]
commento del 13/02/2010 ore 19:2
Guarda, nella mia ignoranza e giovine età questa è una cosa che sono arrivato a credere anch'io, purtroppo. Il rock non è roba nostra. Questo non vuol dire necessariamente che nessuno sia capace di farlo: ma che la gente non è in grado di apprezzarlo e di determinare il successo di chi se lo merita. In America la musica "popolare" è il blues, il jazz, il cowntry. Qui abbiamo il liscio. Per i jazzisti la cosa non vale, perché non viaggiano certo in un circuito "popolare" di mainstream, ma in un ambiente in cui gli ascoltatori sono edotti, e sanno cosa ascoltano. Non puoi certo paragonare quello che un americano sente suonare normalmente alla radio con quello che l'italiano deve andarsi a cercare appositamente, perché di certo non lo trova in tv.
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di jimi_42del [user #14838]
commento del 13/02/2010 ore 23:0
si ok, un conto però è dire "la musica rock in italia non è apprezzata e non ha successo a causa del pubblico" (e ci potrebbe stare, anche se non è del tutto vero) un altro è dire " la musica rock che abbiamo in italia è di scarso livello a causa dei musicisti"...
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di Nightlock utente non più registrato
commento del 12/02/2010 ore 23:2
Pfm Litfiba Vasco Ligabue Timoria Negrita Balletto di Bronzo Cccp Fabrizio De Andrè (Indiano) Elio e le Storie Tese Marlene Kuntz Nomadi Afterhours Negazione Area Zu Potrei continuare all'infinito ma ho deciso di fermarmi,il rock italiano è sopravvalutato?
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di coltrane [user #15328]
commento del 12/02/2010 ore 23:3
PFM sopravvalutata per te forse. Sono riconosciuti abbastanza universalmente come uno dei picchi qualitativi del rock progressive anche all' estero.
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di Nightlock utente non più registrato
commento del 12/02/2010 ore 23:4
Infatti ho pubblicato questi nomi per far capire che il rock italiano non è sopravvalutato.....io adoro TUTTA la musica,e tutti i musicisti,sia i virtuosi che quelli che danno emozioni con poche note ben fatte.........
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di Friday [user #18580]
commento del 13/02/2010 ore 00:2
Ma sul serio secondo te De Andrè e Area stanno nella stessa categoria di Negrita, Vasco, Timoria e Ligabue?
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di Nightlock utente non più registrato
commento del 13/02/2010 ore 00:3
Ascolta mi hanno già bloccato per 5 minuti quindi stop,non mi interessano le categorizzazioni di nessuno e ti consiglio di ascoltare semplicemente: per Ligabue :Su e giu' da un palco Negrita:Negrita Timoria: Viaggio senza vento
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di Nightlock utente non più registrato
commento del 13/02/2010 ore 00:4
Mettiamola cosi',non posso dire altro se non : Ascoltati per Ligabue: Su e giu' da un palco Vasco : Tutto Timoria: Viaggio Senza Vento Negrita: Negrita
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di Friday [user #18580]
commento del 13/02/2010 ore 15:1
De gustibus... disgustibus...
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di Nightlock utente non più registrato
commento del 13/02/2010 ore 15:1
Ok allora per de gustibus il bianco è il miglior colore e gli altri fanno schifo.....
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di Friday [user #18580]
commento del 13/02/2010 ore 17:2
?
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di gibsonmaniac [user #21617]
commento del 13/02/2010 ore 00:2
Ne hai dimenticati un po' come il Banco del Mutuo Soccorso, i Trip, le Orme, ma va bene comunque...quindi quoto.
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di Nightlock utente non più registrato
commento del 13/02/2010 ore 00:3
No gibson,non ho dimenticato i bmt (gli altri per la mia penosa ignoranza ancora non li conosco),semplicemente non avevo piu' voglia di scrivere,infatti ne ho saltato parecchi.....
Rispondi
Re: Ad essere sopravvalu
di sangueimpazzito [user #15005]
commento del 15/02/2010 ore 11:0
Quoto tutto anch'io! Se ho imbracciato la chitarra lo devo, oltre a Gilmour, a Omar Pedrini e Vasco. E ciò mi basta per essere riconoscente al rock italiano. Non sopravvalutarlo o sottovalutarlo (chissenefrega). Semplicemente ci credo. Tra Fata Morgana e un qualsiasi pezzo di Malmsteen preferisco il primo. Non so come suonano dal vivo molti "critici musicali" con la puzza sotto il naso che si permettono di condannare addirittura tutto il panorama rock italiano, ma forse di tanto in tanto dovrebbero degnarsi di andare a un concerto degli afterhours, o di ligabue per capire che sul palco ci sono musicisti, e non semplici critici ...
Rispondi
Siamo alle solite...
di fa [user #4259]
commento del 12/02/2010 ore 22:1
A me i Litfiba non piacciono e non mi sono mai piaciuti... il punto però è che Ghigo Renzulli è finito sotto i riflettori per le canzoni che ha scritto che piacciono a parecchia gente. Punto. A me piacciono tantissimo i Nirvana ma Kurt Cobain non sapeva suonare... e quindi?? Appare evidente che Ghigo non sia un musicista... ma è arrivato a tanta gente e volente o nolente ha magari incoraggiato un sacco di ragazzi a imbracciare una chitarra. Ciao Fab
Rispondi
Lunga vita a Ghigo Renzulli
di ramones [user #17469]
commento del 12/02/2010 ore 22:2
Ecco la tecnica, come la intendo Io: vai al link Mi scuso se ho offeso la vostra sensibilità con il video che vi ho proposto, ma si trattava di una provocazione. Di nuovo, scusa e buona musica a tutti.
Rispondi
Re: Lunga vita a Ghigo Renzulli
di jimi_42del [user #14838]
commento del 12/02/2010 ore 23:0
commento altamente costruttivo direi. per favore...
Rispondi
Re: Lunga vita a Ghigo Renzulli
di ramones [user #17469]
commento del 12/02/2010 ore 23:2
Io mi sono avvicinato al mondo della musica ascoltando Eric Dolphy, ed ho iniziato a suonare la chitarra nutrendomi di Jazz, Blues e tutto il Rock, non sto a citarti i milioni di musicisti e gruppi che ho ascoltato e che per me comunque rappresentano la “Cultura”. Mi sono nutrito anche di tecnicisti come Allan Holdsworth ecc. ecc. ed oggi devo assistere ad un discussione che ritengo del tutto inutile su un musicista che comunque ha contribuito alla diffusione della musica come bene d’uso e consumo della umanità (almeno quella italiana e in parte europea). Mi scuso se ho offeso la vostra sensibilità con il video che vi ho proposto, ma si trattava di una provocazione. Di nuovo, scusa e buona musica a tutti.
Rispondi
Re: Lunga vita a Ghigo Renzulli
di jimi_42del [user #14838]
commento del 12/02/2010 ore 23:4
effettivamente è un pò fuori luogo come provocazione... c'è chi si avvicina alla musica con artisti tipo quelli che hai citato (e mi complimento sinceramentecon te, visto che molti li vengo a conoscere solo ora), c'è chi si avvicina con altri che non provengono da quella cultura e che non hanno tecnica elevata, ma che secondo me meritano cmq rispetto... Giusto per farci 2 risate: è come se io postassi un video in cui un signore con la tracheotomia canta "Miserere" alla perfezione, per sputtanare Tiziano Ferro, che a me non piace... non sarebbe bello :) Buona musica anche a te :)
Rispondi
Re: Lunga vita a Ghigo Renzulli
di ramones [user #17469]
commento del 13/02/2010 ore 15:3
Forse mi hai frainteso, non volevo attaccare Renzulli, ma al contrario dimostrare che la passione per la musica e la chitarra va al di là di ogni tecnica esecutiva. Poi la scelta del video postato è dovuta al fatto che Io, come anche Ghigo e Piero Pelù, amo gli artisti di strada, gli zingari, i barboni e i matti.
Rispondi
Personalmente mi son
di jimi_42del [user #14838]
commento del 12/02/2010 ore 22:5
Personalmente mi sono piaciuti i Litfiba, non ho avuto una passione viscerale ma ho apprezzato molte cose, tra cui anche il suono di Renzulli... sono dell'opinione che un chitarrista non deve mica essere un dio delle 6 corde per essere apprezzato...
Rispondi
ghigo
di enrico73 [user #22985]
commento del 12/02/2010 ore 23:0
Ghigo mi ha fatto avvicinare alla musica italiana, potendo gustare i testi, sapendo cosa dici quando canti. Scarso è scarso, però tanto di cappello perchè è un artista. Quando Pelù ha lasciato i Litfiba mi son detto: chissà che belle musiche e che begli album potrà fare ora senza quell'ancora di Ghigo alla chitarra. E invece il Pelù solista ha fatto pena a mio avviso. Quindi tanto di cappello x ghigo. Speriamo si sia esercitato in questi anni...
Rispondi
All'epoca che uscì
di pistillonis utente non più registrato
commento del 12/02/2010 ore 23:4
All'epoca che uscì ,adoravo Terremoto,a volte la tecnica non è tutto ,le canzoni devono arrivare...;-)
Rispondi
Re: All'epoca che uscì
di SardRock [user #22046]
commento del 13/02/2010 ore 00:0
Concordo pienamente. :-)
Rispondi
Consiglio
di Friday [user #18580]
commento del 12/02/2010 ore 23:5
Mi permetto di consigliare la lettura fatta dal critico/storico Piero Scaruffi sulla vicenda Litfiba, rivenibile a questa pagina: vai al link Il sito è peraltro spassoso, vi consiglio di dare un occhio anche alle recensioni di Pink Floyd e soprattutto Queen di cui vorrei citare uno stralcio cui sono particolarmente affezionato (e mi scuso in anticipo per l' O.T.): "i Queen esordirono con un album, Queen (Elektra, 1973), che vantava una tecnica di chitarra di terza mano, un canto fra il comico e il melodrammatico, e una sezione ritmica fra le piu` meschine di sempre". Aggiungo un link a wikipedia su Scaruffi, per dare un idea del personaggio: vai al link Ha messo su un sito molto curato (nei contenuti, la grafica è penosa), in cui rivede la storia del rock con una prospettiva quantomeno originale. E comunque, gusti a parte, è uno dei pochi che si è sforzato di dare una lettura "storica" del fenomeno "rock".
Rispondi
La tendenza a consid
di coldshot [user #15902]
commento del 13/02/2010 ore 01:1
La tendenza a considerare la bravura di un musicista solamenete dalle sue doti tecniche stà diventando una cosa abbastanza irritante, chi si mette a fare un analisi tecnica delle doti virtuosistiche di Renzulli non ha capito niente, li ho ascoltati per un periodo, tanti anni fà, anche perchè essendo di Firenze magari li sentivo ancora più volentieri, nel suo genere negli anni '80 hanno fatto dei bei lavori e dei bei singoli, li ho abbandonati definitivamente da el diablo che non era il massimo in poi, sinceramente mi è sempre stato più sulle "palle" Piero Pelù che non Ghigo perchè mi è capitato spesso di incontrarlo a giro nei locali in città ed ha sempre avuto un aria un'pò con la puzza sotto il naso, certi musicisti vanno giudicati in situazioni di gruppo e Ghigo andava giudicato come l'autore delle canzoni dei Litfiba non come Allan Holdsworth o Steve Vai, all'epoca Renzulli mi ricordo che prendeva un sacco di soldi per le lezioni private, anche se avessi avuto la possibilità non sarei andato da lui perchè si sentiva che non era il massimo come precisione, tocco ecc.. però ha scritto dei brani pop-rock molto belli tipo Istanbul, Eroe nel vento,Paname e molti altri, è l'opposto di quello che accade con la maggioranza dei turnisti senza imprecisioni tecniche, sono ottimi quando si trovano già tutto fatto e devono suonarlo, poi provano a fare un disco solista e si salvi chi può, fanno delle robe inascoltabili però vengono giudicate belle perchè magari sono complesse e quindi diventono fantastiche per forza (non per tutti fortunatamente) ,cosa sia meglio delle due cose non si sà, sarebbe il caso di dire ad ognuno il suo.
Rispondi
Non capite nulla..
di maxguitarmurphy [user #20111]
commento del 13/02/2010 ore 02:1
I Litfiba sono stati un gran gruppo e hanno fatto OGGETTIVAMENTE delle gran belle canzoni a prescindere dal genere (Rock, pop...ma chissenefrega!) e dalla tecnica del chitarrista, poi possono piacere o meno. Idem i Nirvana (che per altro a me non fanno impazzire. Chi non apprezza Ghigo o Cobain come musicisti (e dico apposta musicisti e non chitarristi) non capisce nulla... poi vorrei vedere i segaioli da pentatonica ai 10000 Km\h ad uscirsene con canzoni del genere... Anzi lancio una provocazione: 100000 di volte meglio una canzone dei Litfiba o dei Nirvana piuttoto che una canzone (se così si può definire) di Steve Vai...
Rispondi
Re: Non capite nulla..
di A_M_Z utente non più registrato
commento del 13/02/2010 ore 03:2
Steve Vai 10000 km/h??? mah... A me pare che non punti a mostrare la tecnica ma cerchi nei suoi dischi di essere "artista". mentre è proprio Renzulli a essere legato alla pentatonica. Non che questo sia un problema; io adoro i chitarristi da pentatonica e lo sono io stesso.
Rispondi
Re: Non capite nulla..
di pingugab [user #22294]
commento del 13/02/2010 ore 12:4
ok abbocco come una trota alla provocazione.. ma steve vai non è il chitarrista da 100000km/h... un malmsteen o un paul gilbert secondo me lo sono..
Rispondi
Re: Non capite nulla..
di marcomesk [user #15059]
commento del 13/02/2010 ore 13:0
O.T. tra malmsteen e steve vai c'è una grande differenza (facendo finta ke malmsteen sia piu veloce di Vai), la differenza è ke Vai è un genio.. malmsteen non è niente.. Ghigo non sarà un chitarrista tecnico.. ma rimane sempre il chitarrista dei litfiba.. cio ke non siamo nessuno di noi..
Rispondi
Re: Non capite nulla..
di pingugab [user #22294]
commento del 13/02/2010 ore 14:0
si ma infatti io ho grande stima per quanto fatto da renzulli.. e non sono fra quelli che dicono che sia uno zappatore... e se anche lo fosse ben vengano gli zappatori.. dico solo che come esempio fra i chitarristi che mettono la tecnica davanti al cuore steve vai non è quello più appropriato.. tutto qui...
Rispondi
Re: Non capite nulla..
di marcomesk [user #15059]
commento del 13/02/2010 ore 14:3
chitarristi che mettono la tecnica davanti al cuore che intendi?
Rispondi
Re: Non capite nulla..
di pingugab [user #22294]
commento del 13/02/2010 ore 15:3
chitarristi che pensano che per fare qualcosa di profondo devi essere tecnicamente mostruoso.. ecco.. steve vai è tecnicamente mostruoso ma quando suona segue il cuore e non il fatto che magari mettendoci 10 scale a 4000km/h esce più bella la canzone.. riesce a capire dove una cosa ci sta e dove.. insomma: non si sboroneggia...
Rispondi
Re: Non capite nulla..
di marcomesk [user #15059]
commento del 13/02/2010 ore 15:4
ok ok avevo capito bene allora.. :) io voto stef burns, jeff beck e mike landau prima di tutti!!!! :-)
Rispondi
ghigo
di brozio77 [user #10423]
commento del 13/02/2010 ore 02:2
sppuer tecnicamente non sia un mostro, è uno dei pochi chitarristi che mi ha entusiamato per il suo suono unico. non voglio essere polemico ci mancherebbe ma seppur scazzi parecchio e negli anni sia peggiorato, ghigo lo riconosci tra 100. un Cesareo è un mostro di tecnina e bravissmo chitarrista, daltronde elio e le storie tese sono un gruppo tecnicamnte preparatissimo e con un sacco di brani veramente eccezionali, pero lo sento piu freddo e meno perosnale. non sempre la tecnica e tutto. lo dico da amante sia dei litifba che di elio.
Rispondi
Un buon musicista
di Plettratore_Mannaro [user #16218]
commento del 13/02/2010 ore 02:3
Io credo che i Litfiba siano un grande gruppo e che la loro grandezza sia dovuta in buona parte anche al lavoro di Ghigo Renzulli, che pur non eccellendo in bravura chitarristica ha dato un contributo non invadente e godibile ai pezzi, poi se i Litfiba, come ogni altro gruppo, hanno avuto successo significa che quella formazione andava benissimo così com'era. Perchè se fosse come la pensano molti di noi, ovvero: "un grande gruppo deve avere tutti i migliori esperti dello strumento all'interno", allora perchè gente come Steve Vai ad esempio non ha nella band anche Victor Wooten, Jordan Rudess, Dave Weckl e chi più ne ha più ne metta, ma ha "solo" dei "normali" musicisti professionisti non particolarmente acclamati? La musica è fatta dalle persone, puoi anche essere un musicista incredibile ma se umanamente non vali, oppure se in un contesto sei superfluo ed invadente, allora avrai carriera breve nella musica. Evidentemente Ghigo oltre ad essere un buon musicista è anche uno che sa stare al posto suo e sa stare in una band di alto livello. E comunque io credo che se un non professionista come me ad esempio, forte magari dei suoi studi sulla tecnica chitarristica, si chiudesse una settimana in una stanza con Ghigo Renzulli a fare una gara di "chi è il musicista più bravo" ne uscirebbe sconfitto, ma con tante cose in più nel proprio bagaglio umano e musicale.
Rispondi
Re: Un buon musicista
di HighwayStar [user #17218]
commento del 13/02/2010 ore 09:0
Vorrei darti un pollice in su ma per oggi nono posso più! Ghigo l'ho conosciuto di persona e ti posso dire che è una persona incredibilmente educata e gentile e tutto aveva tranne che l'aria del musicista famoso, perfino in ambienti e luoghi dove poteva permetterselo!
Rispondi
Io ho adorato e ador
di A_M_Z utente non più registrato
commento del 13/02/2010 ore 03:1
Io ho adorato e adoro i litfiba. Penso che tra il loro periodo new wawe degli esordi e il rock '90 abbiano scritto la colonna sonora di tantissime persone. Detto questo penso che comunque renzulli sia un chitarrista mediocre se lo osserviamo dal punto di vista chitarristico. Non parlo di songwriting o altro ma parlo di padronanza dello strumento. Non mi piacciono i chitarristi virtuosi ma credo di riuscire a conoscere uno che ci sa mettere le mani e uno che pensa di saperle mettere sullo strumento. Eric Clapton non suona come malmsteen ma con quello che fa spacca il culo. Renzulli ha scritto cose bellissime che comunicano molto. Molto semplici ma con un stile che non è assolutamente personale. E' uno stile scopiazzato da hendrix, page, slash. Lui lo sente e comunica emozioni però con frasi già dette. (tutto rigorosamente imho) ..e sono un fan di tutto ciò che i litfiba hanno registrato!..e che suona in maniera semplice frasi di altri :P una cosa è l'essere fan ...un'altra è essere obiettivi.
Rispondi
Re: Io ho adorato e ador
di HighwayStar [user #17218]
commento del 13/02/2010 ore 09:0
Le influenze di Ghigo sono Hendrix e Santana (lo senti nel suo playing), gente come Slash già quando parte in super assolo mi sa che non gli garba; la sua attuale compagna mi disse che apprezzava Brian May ma non sopportava quando faceva lo sborone!
Rispondi
elio
di marcbatt [user #21762]
commento del 13/02/2010 ore 09:2
Elio degli elio e le storie tese una volta disse: "Renzulli è il miglior chitarrista italiano, adesso che i litfiba si sono sciolti il migliore è diventato Cesareo"...
Rispondi
ghigo vs malmsteen
di qwan [user #22933]
commento del 13/02/2010 ore 09:3
meglio una nota in meno fatta con il cuore (ghigo) o 100000 note al secondo fatte con il c..o (malmsteen)? il mio parere sembra chiaro... viva la musica imperfetta e tamarra se è quella che ci viene da dentro ( di randy rhoads ne è esistito uno solo - 100000 note con il cuore).
Rispondi
W gli zappatori!!
di antani85 [user #22504]
commento del 13/02/2010 ore 09:3
Se Ghigo è uno zappatore...W gli zappatori!! A chi dice che i suoi riff sono semplici e scontati...beh,perchè non ci avete pensato voi? A me i Litfiba non fanno impazzire,eppure mi ritrovo a cantarmi ogni tanto in testa una loro canzone...qualcosa vorrà pur dire!! Quelli che disprezzano band che hanno raggiunto il top sono come la volpe che dice "tanto l'uva era acerba!!". Ghigo non si limitava ad eseguire i pezzi,ma li scriveva,e li sentiva e questo ascoltando dischi dei Litfiba è evidente!! Anch'io sono d'accordo che la tecnica non è tutto,ma anzi a volte capita che un chitarrista sacrifichi il cuore per la tecnica,e non sono un grande fan dei virtuosi,ma Steve Vai lasciamolo stare,proprio lui che secondo me usa la tecnica a servizio del cuore,è un genio compositivo senza precedenti davanti a cui bisogna togliersi il cappello. W la musica!! Ascoltiamo ascoltiamo e ascoltiamo!! E non diciamo che in Italia non sappiamo fare rock!! Anch'io qualche anno fa la pensavo così,poi ho scoperto il Vasco degli esordi,i Negita,i Timoria,Le orme,I Rovescio della medaglia e tanti altri e ora il rock italiano mi piace più di quello internazionale!! Perchè il rock non è solo power chord!! Un saluto!!
Rispondi
Re: W gli zappatori!!
di davide79 [user #9661]
commento del 16/02/2010 ore 13:5
======A chi dice che i suoi riff sono semplici e scontati...beh,perchè non ci avete pensato voi?====== Straquoto!!!! E' molto ma molto facile criticare, da dietro un computer poi....
Rispondi
Ci sono due filosofi
di HighwayStar [user #17218]
commento del 13/02/2010 ore 09:3
Ci sono due filosofi davanti ad un albero dai cui rami, oramai spogli, altro non vi pende che una sola mela. I due son li che chiaccherano appassionatamente in un acceso dibattito.. Il primo vorrebbbe che la natura fosse lasciata ad operare senza la mano dell'uomo, l'altro è propenso ad un potente trattamento genetico per accrescere nelle dimensioni la mela ed accorciare i tempi d'attesa! La discussione ahimè sembra sempre più accesa tanto da far temere lo scoppio di un indomabile impeto di violenza. Nel frammentre sopraggiunge sul luogo un sempliciotto che vede i due studiosi discutere con gran foga e dice loro:-Salve buonuomini, cos'è che vi turba, posso esservi d'aiuto?- Ma i due filosofi sono fin troppo addentro le loro questioni e manco s'accorgono dell'incauto passante. Il sempliciotto coglie la mela dall'albero e se la mangia di gusto, saluta cortesemente i due filosofi e riprende il suo cammino ps: "Il prossimo brano è dedicato a tutti i cani come noi perché abbiamo tutti bisogno di ca-carezze"
Rispondi
Suono in una tribute
di pkaos [user #12738]
commento del 13/02/2010 ore 09:5
Suono in una tribute band dei Litfiba. Ghigo non è tra i miei chitarristi preferiti (lo era tanti anni fa, quando ho iniziato a suonare) però suonando i suoi pezzi ho imparato ad apprezzare molto di più il suo modo di comporre. Che non è poi così banale, anzi.
Rispondi
come al solito solit
di Fireball76 [user #3432]
commento del 13/02/2010 ore 10:1
come al solito solite critiche su tecnica ed affini...io Ghigo lo vedo solo per quello che è : un ottimo musicista che ha scritto (si..i pezzi dei Litfiba sono SUOI) molti capitoli della storia del rock italiano...sarà come dice qualcuno scarso tecnicamente ma COME DEV'ESSERE PER UN MUSICISTA le sue frasi e i suoi riff sono FUNZIONALI al pezzo,non canzoni scritte attorno al solo di chitarra. Io lo giudico solo cosi,..come musicista e compositore di pezzi che ancora oggi ci si trova a canticchiare..ed in questo caso guarda un po si canticchiano anche i SUOI riff :) grande ghigo
Rispondi
Re: come al solito solit
di antani85 [user #22504]
commento del 13/02/2010 ore 10:2
Sono assolutamente d'accordo!! La musica se la canti,vuol dire che funziona! E questo è tutto!!
Rispondi
onore ad ACCORDO
di Zio Kansas [user #13746]
commento del 13/02/2010 ore 10:4
onore ad ACCORDO che e' riuscito a riesumare un chitarrista di cui negl'anni si erano perse le tracce........
Rispondi
Vorrei farvi notare
di EdoFrasso [user #13197]
commento del 13/02/2010 ore 11:1
Vorrei farvi notare che Renzulli è un chitarrista così tecnicamente limitato perchè il suo stile è sputato fuori dalla new wave. Ah già, ma voi non sapete manco che cazzo è. Beh, i Litfiba degli anni 80 facevano resuscitare i morti. vai al link
Rispondi
Re: Vorrei farvi notare
di brozio77 [user #10423]
commento del 13/02/2010 ore 13:3
io lo so ;) la newwave il post punk la dark wave sono il mio pane ecco perche apprezzo chitarristi non dotati tecnicamente come ghigo o bernard summer dei joy division, ma con un grande cuore :)
Rispondi
Re: Vorrei farvi notare
di EdoFrasso [user #13197]
commento del 13/02/2010 ore 19:3
Esatto. il succo è questo! Quando tutti se ne renderanno conto? Forse mai.
Rispondi
non si discutono i litfiba....
di dakken77 [user #17813]
commento del 13/02/2010 ore 13:0
.... daccordissimo... ma renzulli rgazzi non si può prorpio sentire...fate come vi pare... è abbastanza rinomato anche il fatto che non ha registrato mai di mano sua la maggior parte degli album dei litfiba.... poi resta il fatto che è grazie a gente come lui che i chitarristi provetti possonon sognare di sfondare in un grande palco... cmq sia .. onore ai litfiba che mi gasano ogni volta...
Rispondi
Re: non si discutono i litfiba....
di brozio77 [user #10423]
commento del 13/02/2010 ore 13:3
questa e una fesseria scusami se te lo dico, i dischi li ha registrati eccome, conosco l'ambiente litfiba e vari musicisti che hanno suonato con lui e so bene come stanno le cose, oltretutto il suono chiamiamolo "non tocco" è troppo riconoscibile per non essere vero ;)
Rispondi
Re: non si discutono i litfiba....
di coldshot [user #15902]
commento del 13/02/2010 ore 13:5
concordo con te, mi sembra una gran cazzata dire che non è lui ha registrare le parti di chitarra.
Rispondi
Re: non si discutono i litfiba....
di gaveyn utente non più registrato
commento del 13/02/2010 ore 14:1
... anche perchè io li vidi dal vivo una quindicina almeno di anni fa... e non c'era la controfigura. (a registrare in studio so' boni tutti: basta rifare e ritoccare 1000 volte... dal vivo è un pochino diverso, per cui...)
Rispondi
bravo, condivido
di gaveyn utente non più registrato
commento del 13/02/2010 ore 13:2
la tecnica conta pure, non ci piove, però alla fine quello che rimane sono i brani, non le scale. di fraseggi mirabolanti fatti da molti chitarristi virtuosi non ricordo una nota, mentre di pezzi dei Liftiba (specie quelli vecchi) che hanno segnato momenti particolari ne ricordo parecchi... è la solita guerra di scuole: chi segue la testa e chi la pancia. benchè il Ghigo non sia tra i miei chitarristi preferiti, io tifo assolutamente per lui: puoi essere tecnicamente bravo quanto ti pare, però se ad un certo punto della tua carriera scopri che nessuno ricorda un tuo pezzo... Hasta siempre Ghigo
Rispondi
El Diablo
di killing_hand utente non più registrato
commento del 13/02/2010 ore 14:0
Mio fratello (io all'epoca ero pischelletto) ascoltava questa musicassetta sul mangianastri Sony. Io, da tenero infante già chitarrista nel subconscio, rimasi colpito da questo axeman. A mio avviso bel tocco ed ottimi suoni, nulla di ridire. Già lo sapevo che era uno con le palle. In seguito il mio amore per i Litfiba andò scemando, però quel disco... Azz corro a scaricarmelo, lo devo troppo riascoltare.
Rispondi
Grande Ghigo
di BigThumb [user #22989]
commento del 13/02/2010 ore 14:5
Ghigo è un grande e lo seguo da una vita. Però non mi piace con il pizzetto e l'orecchino.
Rispondi
Renzulli e' un chita
di strato74 [user #4537]
commento del 13/02/2010 ore 15:0
Renzulli e' un chitarrista diversamente tecnico.
Rispondi
Re: Renzulli e' un chita
di valeriomas [user #8328]
commento del 16/02/2010 ore 16:0
Bellissima questa.
Rispondi
la minestra riscaldata!
di zukko [user #6080]
commento del 13/02/2010 ore 15:3
mah di diatribe , processi, tribune chitarristiche ormai ne ho lette e ne ho lette e ne ho lette ma la discussione non si muove e non si evolve mai ,sempre la solita minestra: sarà pure scarso ma le canzoni sono belle........... si ma la canzone è solo in funzione alla sua tecnica non deve essere orecchiabile............ Non capisco perchè una persona deve essere per forza un manico paura ma asettico nella composizione oppure uno dalle 3 note ma con grandi canzoni.......... un artista , un musicista io lo valuto solo da quello che dà emotivamente....... che dà a me ,solo a me , che mi trasmette qualcosa, che mi fà commuovere, che mi fà pensare ,che mi mette allegria, che mi trasmette paranoia........ Poi che la trasmissione di emozioni mi arriva con una gran tecnica oppure con poca tecnica ,sinceramente non è un problema, non mi interessa ,non è un problema.......... mi piace sì mi piace no. il mio mito massimo è il buon vecchio zio gilmour ma che centrerebbe fare un paragone con ghigo? Quando ascolto marooned, sorrow, dogs ,echoes mi emoziono pensando che in quel contesto, quel tipo di chitarra ha dato tutto ciò che poteva dare ,ma lo penso anche quando ascolto fata morgana , animale di zona, sparami........ certo capisco molti chitarristi frustrati......... hanno studiato, studiato, sono dei chitarristi tecnicamente arrivati e suonano nel pup nel paesello in mezzo alle campagne mentre lui ghigo ha imparato solo i fondamenti della chitarra ma ha fatto concerti sù concerti ed ha pubblicato dischi con la emi......... ma non tutti possiamo diventare professionisti io dico.........
Rispondi
Re: la minestra riscaldata!
di Aktarus [user #5855]
commento del 13/02/2010 ore 19:4
"certo capisco molti chitarristi frustrati......... hanno studiato, studiato, sono dei chitarristi tecnicamente arrivati e suonano nel pup nel paesello in mezzo alle campagne mentre lui ghigo ha imparato solo i fondamenti della chitarra ma ha fatto concerti sù concerti ed ha pubblicato dischi con la emi......... ma non tutti possiamo diventare professionisti io dico........." Ma dovresti saperlo bene che se è arrivato così in alto è perchè è sceso a compromessi col mercato..:P
Rispondi
Re: la minestra riscaldata!
di yasodanandana [user #699]
commento del 14/02/2010 ore 03:2
perche'?
Rispondi
Re: la minestra riscaldata!
di Aktarus [user #5855]
commento del 14/02/2010 ore 09:1
era una battuta.....
Rispondi
Re: la minestra riscaldata!
di zukko [user #6080]
commento del 14/02/2010 ore 12:3
beh questo è ovvio! qualsiasi gruppo o artista che viene da una scena underground come ad esempio i litfiba , ad un certo punto devono sceglire: piegarsi quel che basta per arrivare ad un publico più ampio con conseguente successo oppure rimanere nell ombra senza compromessi nella loro musica...... i pink floyd lo hanno fatto tre volte in modo radicale: la prima volta allontanando syd per poter diventare professionisti al 100% la seconda volta lasciandosi alle spalle la psicadelia dopo meddle per uscire definitivamente dal regno unito divenendo una band mondiale e la terza rompendo definitivamente da waters dando un taglio al filone ormai esausto dell alienazione per farsi conoscere alle nuove generazioni con tour e concerti fra i più belli di sempre.... se lo hanno fatto loro......
Rispondi
A me..
di eucenestesi [user #13942]
commento del 13/02/2010 ore 16:2
...personalmente non piace e penso che obiettivamente, quanto a tecnica, sia ben lontano dai virtuosismi del guitar hero o da gente come solieri(per stare in italia), ma bisogna riconoscere che ha dato un notevole contributo nel creare i sound di vari bei pezzi dei litfiba che molti di noi suonano o hanno suonato,apprezzandoli molto,pur nella loro semplicità (vedi dimmi il nome,fata morgana,lo spettacolo ed altri..).Quindi, visto che non si vive di soli assoli a 100 all'ora, ma anche di creatività(che ritengo la prima qualità fondamentale di qualunque artista..penso per esempio al grandissimo Brian May dei Queen),ritengo che Ghigo sia un artista bravo e degno di rispetto. Bravura equivale a virtuosismo?!Non sempre..
Rispondi
Beh oddio, come chit
di carlone [user #22992]
commento del 13/02/2010 ore 17:3
Beh oddio, come chitarrista Renzulli è obrobrioso, a livello tecnico. Sporchissimo, mai un assolo normale, suona tre accordi e basta, come praticamente tutti quelli che studiano chitarra da un mese. Il suo pregio, però. è stato proprio quello di avere vvcicinato tanti ragazzini all'uso dello strumento stesso: faccio quel riff banalissimo, cazzo so suonare i pezzi dei Litfiba, sono un grande ecc... Questa è stata la sua peculiarità. Ha comunque creato un suono riconoscibile, è un autore sempre scarso ma comunque lo è e deve essere premiato per la tenacia con cui ha portato avanti il sogno di diventare chitarrista rock. Grande Ghigo.
Rispondi
Non sarà bravo, sic
di Aktarus [user #5855]
commento del 13/02/2010 ore 18:5
Non sarà bravo, sicuramente lo è più di me, ma è per chitarristi semplici e sanguigni come lui che mi vien voglia di prendere e suonare Penso che ghigo abbia sfornato riff e assoli che nella loro semplicità sono di una efficacia senza pari. nel panorama rock italiano non dico un eresia se metto ghigo e il suo modo di suonare, i suoi riff al pari di tanti altri chitarristi più blasonati
Rispondi
scusate
di asidisi [user #16165]
commento del 13/02/2010 ore 20:3
scusate,ma seguendo questo post mi e' tornato in mente un "professionista"della mia zona che dava lezioni di chitarra e faceva il turnista per artisti piu' o meno famosi del panorama italiano.Era una decina di anni fa' e diceva a me e ai miei amici pischelli che Ghigo faceva schifo a suonare. Noi allora gli chiedevamo (facendolo innervosire) come mai lui o gli altri "maestri" che erano cosi bravi non li conosceva nessuno. Lui allora diceva che era musica commerciale e canzoni di tre accordi che piacevano alla gente che di musica capiva ben poco. Negli anni mi sono fatto un' opinione diversa dalla sua (e lo dico da amnte di chitarristi come Kotzen,Braido,G.Moore,SRV e tanti altri),e cioe' che se Ghigo e' emerso dalla massa di milioni di dilettanti e professionisti e' perche' ha avuto qualcosa da dire,ha creato con le poche cose che sa' fare sulla chitrarra della musica che arriva a tanta gente,dono di pochi che vorrebbero in molti.Lui ha suonato negli stadi e venduto tanti dischi,il "professionista" della mia zona suona ancora nei pub e mette la sua chitarra anonima sulle canzoni degli altri. Per questo lo reputo ad un livello artistico superiore ai tanti e bravissimi turnisti in circolazione.
Rispondi
Re: scusate
di antani85 [user #22504]
commento del 14/02/2010 ore 09:3
W chi la pensa come me!! Buttiamo nel cesso i pregiudizi e cominciamo ad aprire gli occhi!! Commerciale non è sinonimo di banale(non sempre almeno). E che tutti quelli che rosicano imparino da Ghigo,che ha fatto della semplicità e dell'immediatezza la sua arma!! Impariamo ad ascoltare prima di giudicare,cerchiamo di sentire le emozioni che può regalarci la musica(di qualunque genere essa sia) prima di sparare,e poi,ragazzi,un po'di umiltà e rispetto verso chi,se è arrivato dove è arrivato,è più bravo di noi!!
Rispondi
Diamo a Ghigo quel c
di alexus77 [user #3871]
commento del 13/02/2010 ore 20:5
Diamo a Ghigo quel che e' di Ghigo! E' stato uno dei chitarristi, o forse il chitarrista, che mi ha spinto ad imbracciare lo strumento - sempre sia lodato! Non e' uno shredder, non e' mai stato un velocista della sei corde, non pulito, tecnicamente impreciso... ma era un musicista, e questa era l'unica cosa importante. Per me, negli anni s'e' rovinato, dopo "Pirata" ha iniziato a ripetersi e s'e' spento lentamente (specialmente quando ha iniziato ad abusare della leva), ma tutto cio' che i Litfiba avevano fatto fino ad allora era spesso geniale. Ghigo ha scritto e suonato riff incredibilmente musicali, brillanti, diretti. Grande Ghigo, e grandi Litfiba... quelli di una volta... onore alla memoria per quelli di oggi...
Rispondi
Nel video di maudit
di coltrane [user #15328]
commento del 14/02/2010 ore 00:0
Nel video di maudit si vede Marrazzo quando ancora faceva l' anchorman. Lo so non c' entra niente ma volevo dirlo . :-)
Rispondi
Re: Nel video di maudit
di fabionez [user #14237]
commento del 15/02/2010 ore 16:2
l'avevo notato: brrr, fa veramente effetto
Rispondi
Per me tutti sti pro
di essevuesse [user #14172]
commento del 14/02/2010 ore 00:4
Per me tutti sti problemi non esistono. I Litfiba per me sono stati un grande gruppo forse e adesso verrò lapidato il miglior gruppo italiano, quindi per me Ghigo è un grande per le canzoni che ha fatto e questo non glielo toglie nessuno poi se è scarso tecnicamente ( ed è vero ) siceramente non me ne frega niente c'è stato e ci sarà di peggio nel mondo della musica. L'importante è che si compongano ancora (spero nel futuro) sempre grandi canzoni. E poi basta dire la solita frase:o tre note che emozionano o mille che sono fredde; ma cosa vuol dire? Vai non emoziona?Satriani nemmeno?Gilmour?Srv?Clapton?Hendrix?Malmsteen(almeno il primo)?Allman?Moore?Kai Hansen?Adrian Smith?Buddy Guy?Criss Oliva?Randy Rhoads?Duog Aldrich?....... Per me questi sono dei grandi artisti(detti a caso e ce ne sono altri mille e mille) perchè sono bravi punto e basta.La tecnica deve essere al servizio della musica sempre e comunque se no sei un chitarrista scarso perchè dopo tre minuti rompi solo le palle perchè non emozioni, non sei interessante e non fai divertire.Questo vale per la musica composta NON solo per gli assoli. E questo per me vale sia per per gli spacca metronomi esempio Angelo Batio e Vinnie Moore sia per i grandi idoli del passato esempio Santana e B.B. King. Per il me discorso è questo.A me piace la musica di Ghigo le sue canzoni, i suoi arrangiamenti e i suoi assoli anche se dal vivo fanno schifo perchè non è bravo a rifarli. p.s. chiudo dicendo che non sono un suono difensore ma uno a cui semplicemente piacciono i Litfiba ma state certi che non mi vedrete alla loro grande reunion che trovo altamente patetica. Buona musica a tutti.
Rispondi
Re: Per me tutti sti pro
di Nightlock utente non più registrato
commento del 14/02/2010 ore 00:5
Condivido quasi tutto,ma aspetta un attimo,il live immortalato nel bootleg The Platinum Collection è ottimo da tutti i punti di vista
Rispondi
Re: Per me tutti sti pro
di essevuesse [user #14172]
commento del 14/02/2010 ore 14:5
"il live immortalato nel bootleg The Platinum Collection è ottimo da tutti i punti di vista" scusa ma non ti seguo ;-) a chi ti riferisci?
Rispondi
Re: Per me tutti sti pro
di Nightlock utente non più registrato
commento del 14/02/2010 ore 15:2
ai Litfiba ovviamente,esiste un bootleg che gira su internet che scimmiotta nell'aspetto e negli ''intenti'' il suo famoso omonimo dei Queen,e in questo ''lavoro'' ci sono delle versioni live veramente devastanti,dove la chitarra svolge un ottimo lavoro (anche se non sarà Van Halen)
Rispondi
Re: Per me tutti sti pro
di Nightlock utente non più registrato
commento del 14/02/2010 ore 15:2
ai Litfiba ovviamente,esiste un bootleg che gira su internet che scimmiotta nell'aspetto e negli ''intenti'' il suo famoso omonimo dei Queen,e in questo ''lavoro'' ci sono delle versioni live veramente devastanti,dove la chitarra svolge un ottimo lavoro (anche se non sarà Van Halen)
Rispondi
127 commenti...
di gaveyn utente non più registrato
commento del 14/02/2010 ore 00:5
... ma se uno diventa famoso senza essere un mago della tecnica (e senza mazzette) che deve fare, si deve sparare?
Rispondi
.....ma se non c'era pelù?
di theedge [user #1079]
commento del 14/02/2010 ore 01:1
da fan accannito quale ero da pischello dei litfiba mi fa piacere leggere un articolo sul mitico ghigo!!! è vero ha portato tanti ragazzi ad imbracciare una guitar (me compreso)! ma se non c''era pelù a cantare e fare da frot-man qualcuno oggi saprebbe chi è ghigo renzulli? secondo me no....o meglio avrebbe dovuto incontrare qualcuno di pari carisma e doti vocali! perciò credo che a volte quello che porta un chitarrista (o musicista in genere) ad avere la possibilità di esibirsi su grandi palchi e ad avere un carriera come quella di ghigo è la fortuna di fare certi incontri! poi è chiaro che uno deve avere determinate capacità, talento, perseveranza per sfruttare tali occasioni!!!! in ogni caso pezzi come "prima guardia" o "fata morgana",per quanto essenziali sono da "manuale dell'arrangiamento" .....anzi mo me li vado ad ascoltà che è un bel po che non mi sparo per intero un bel cd dei litfiba!!! :)
Rispondi
Re: .....ma se non c'era pelù?
di yasodanandana [user #699]
commento del 14/02/2010 ore 03:2
==da fan accannito quale ero da pischello dei litfiba mi fa piacere leggere un articolo sul mitico ghigo!!! è vero ha portato tanti ragazzi ad imbracciare una guitar (me compreso)! ma se non c''era pelù a cantare e fare da frot-man qualcuno oggi saprebbe chi è ghigo renzulli?=== mmh.. sembra cosi' anche a me...
Rispondi
Re: .....ma se non c'era pelù?
di HighwayStar [user #17218]
commento del 14/02/2010 ore 08:2
Quello che molti non hanno capito è che l'artista non è ne piero ne Ghigo ma l'unione dei due elementi che potremo finalmente definire Artista!
Rispondi
Re: .....ma se non c'era pelù?
di yasodanandana [user #699]
commento del 14/02/2010 ore 17:4
beh.. penso che questo si possa dire di sicuro, che so, di ringo starr o charlie watts, o del bassista dei van halen, o di deacon, o di mason dei pink.. che un po' meno "rilevanti" degli altri del loro gruppo, hanno comunque avuto un grande peso nell'economia dello stesso... ma a me.. quando pelu' si e' messo a fare il solista.. e' sembrato addirittura migliorato.... :-)
Rispondi
Re: .....ma se non c'era pelù?
di HighwayStar [user #17218]
commento del 14/02/2010 ore 18:5
Credo tu abbia avuto un'impressione sbagliata :)
Rispondi
Re: .....ma se non c'era pelù?
di yasodanandana [user #699]
commento del 14/02/2010 ore 20:0
dipendendo cio' dal gusto.. non penso proprio.. :-)
Rispondi
Re: .....ma se non c'era pelù?
di HighwayStar [user #17218]
commento del 14/02/2010 ore 20:1
Beh sono stato impreciso ed ho sbagliato! I Litfiba fino a "Pirata" erano una vera e propria band e lì era farina del sacco di tutti i componenti del gruppo più o meno poi, dopo la scissione, a partire da El Diablo in su, la coppia artistica era Piero & Ghigo e devo dire che se la sono cavata molto bene! Ma Piero da solo meglio dei Litfiba lasciamo perdere via... Però gli ultimi due album in studio di Piero mi sono piaciuti, negli altri dischi non proprio tutti i brani direi. Ma cosa hai sentito dei Litfiba per dire che è meglio Piero da solo? Comunque ti lascio una delle tante perle di questo gruppo: vai al link
Rispondi
Re: .....ma se non c'era pelù?
di yasodanandana [user #699]
commento del 15/02/2010 ore 02:3
==Ma cosa hai sentito dei Litfiba per dire che è meglio Piero da solo?== eppure a me non risulta scandaloso che tu abbia gusti differenti dai miei.. :-)
Rispondi
Re: .....ma se non c'era pelù?
di Vitorbahia [user #3405]
commento del 14/02/2010 ore 15:1
che è un po' lo stesso discorso che faccio per il sig Slash: "E se fosse stato calvo?" Entrando più nel topic, Renzulli purtroppo non lo conosco bene come artista, ho visto un video su una sua prestazione live, a mio avviso scadente, da un link presente in un commento ma non penso sia così facile poterlo bollare come scarsone come viene detto da alcuni.
Rispondi
Ma no che c'entra?Qu
di carlone [user #22992]
commento del 14/02/2010 ore 01:3
Ma no che c'entra?Qui si discute delle virtù techiche di Renzulli, che sono praticamente inesistenti. Tecnicamente è un cane; non ha mai preso lezioni di chitarra. Ho insegnato a mio nipote 18enne molti pezzi di Ghigo, e lui li sa già fare, malgrado abbia imbracciato la chitarra da solo 3 mesi. Detto ciò, ribadisco, Renzulli rappresenta altro e mi piace per questo.
Rispondi
Re: Ma no che c'entra?Qu
di Aktarus [user #5855]
commento del 14/02/2010 ore 09:2
Il problema non è saper copiare ma saper creare. A copiare in fondo possono essere capaci tutti, anche a fare i virtuosismi più difficili. Basta stare ad allenarsi 20ore al giorno per 10 anni e si diventa dei grandi copiatori ultratecnici. mA chi è capace di inventare, creare qualcosa di nuovo anche di una grande semplicità da essere ricordato da tutti e anche copiato ?
Rispondi
Re: Ma no che c'entra?Qu
di gaveyn utente non più registrato
commento del 14/02/2010 ore 14:0
bravo! sembra la solita discussione demenziale coi sapientoni improciuttati di fresco che sparando sui Beatles sperano di acquistar punti facili (invece che passar poi per capre)... LA TECNICA è come gli ingredienti del pranzo: possono esere ricercati, costosi e buoni quanto ti pare, però se se il cuoco è passionalmente mediocre, le portate sortiscono lo stesso effetto di quelle dello zozzone all'angolo. lezioni di musica? ma che davvero qualcuno pensa che Jimi Hendrix si sia formato a scuola di musica invece che per strada? mo' ovviamente i Litfiba NON sono i Beatles, NE' Ghigo è Jimi, però stargli a contare le note in tasca mi sembra veramente da frustrati... se uno rosica perchè passa le ore sulla chitarra, diventa bravo, ma nessuno se lo caga nel senso che vorrebbe lui, forse dovrebbe chiedersi se non gli manca qualcosa d'altro, rispetto a chi invece con tre note (e poca scuola) attira magari subito l'attenzione. tutto il resto poi, i Litfiba...il suono, son gusti personali. e de gustibus non disputandum est
Rispondi
Re: Ma no che c'entra?Qu
di antani85 [user #22504]
commento del 14/02/2010 ore 15:0
Pollice su per gaveyn,che come al solito dice cose assolutamente sensate!! P.S. Dimmi chi è che spara sui Beatles che lo vado a cercare!!
Rispondi
Re: Ma no che c'entra?Qu
di gaveyn utente non più registrato
commento del 15/02/2010 ore 14:0
qui intorno ce n'è più nessuno. li ho ammazzati tutti. tempo fa m'è toccato perfino sentir dire da uno che i Led Zeppelin sono uno dei gruppi più sopravvalutati della storia del rock. no comment, ovviamente.
Rispondi
Re: Ma no che c'entra?Qu
di Kata_ts [user #2290]
commento del 15/02/2010 ore 15:2
** * da uno che i Led Zeppelin sono uno dei gruppi più sopravvalutati della storia del rock*** Beh dai ! sempre su un forum qualcuno è riuscito a scrivermi che Pat Metheny suona ................ 'sporco e lento' ;pO LOL Cosa vuoi, 'loro' nascono 'maestri' ..... sì - Maestri del Cazzeggio !!!!!!!!!!!!!! SaluTOneS
Rispondi
Re: Ma no che c'entra?Qu
di gaveyn utente non più registrato
commento del 15/02/2010 ore 16:0
;) ...pensa che tra tutti i dischi di Pat Metheny che ho, quello che amo di più è quello dove meno si sente la chitarra... tanto per dire: quanto colpisce più il genio del numero di note messe in fila
Rispondi
Re: Ma no che c'entra?Qu
di fabionez [user #14237]
commento del 15/02/2010 ore 16:2
In effetti il primo a dirlo fu il grandissimo critico musicale Lester Bangs che, più che altro, criticava il loro "divismo". A me personalmente gli Zeppelin piacciono molto ma l'opinione di Bangs la rispetto, soprattutto perchè aveva ben presente TUTTO, MA DAVVERO TUTTO il rock dagli Anni 50 in poi. Ciao!
Rispondi
Re: Ma no che c'entra?Qu
di gaveyn utente non più registrato
commento del 15/02/2010 ore 16:4
non conosco, lo ammetto, Bangs, però se ben mi ricordo (per averlo letto, che ero troppo piccolo) i Led avevano gran parte della critica contro (oltre a lui)... questo però va, credo, a loro merito, nel senso che la gloria alla fine se la son conquistata sul palco, invece che nelle riviste... voglio dire: con tutto il massimo rispetto della critica vera, quella professionale, poi contano i risultati: saranno stati pure poco ortodossi, avranno pure scopiazzato qualcosa (chi non lo fa) però che emozioni... "since i've been lovin' you" mi faceva piangere ancora prima che ne capissi il testo... pure i Litfiba (con tutte le siderali distanze dai Led) nei primi album qualche emozione me l'hanno data. poi dopo Pirata non ce l'ho fatta più a seguirli
Rispondi
Re: Ma no che c'entra?Qu
di fabionez [user #14237]
commento del 15/02/2010 ore 16:5
Pienamente d'accordo. A me gli Zeppelin piacciono veramente (e non mi si dica che Page è un chitarrista preciso o tecnico, per lo meno TECNICO come si intende oggi), si sono cimentati in generi anche differenti dal rock/hard-rock... pensa a Royal Orleans, che è una specie di funky rock a mio avviso stupendo! Però credo che ai Led Zeppelin fosse contestato proprio il divismo, ho recentemente letto "Il martello degli dei - La saga dei Led Zeppelin" (ed. Arcana, credo) ed emerge che questo fantastico gruppo era anche, e sottolineo ANCHE, marketing. Bangs non tollerava questo, non accettava il gruppo idolatrato, diciamo che era per gente più ruspante (Stooge, troggs, Count Five...). Ciao!!!
Rispondi
Re: Ma no che c'entra?Qu
di gaveyn utente non più registrato
commento del 15/02/2010 ore 17:0
bellissimo libro (per quel che mi ricordo, che lo lessi appena uscito... son malato dei Led fin da quand'ero imberbe) Page è veramente viscerale: mi è sempre sembrato che sperimentasse per sua estrema goduria, sia sulla tastiera che in produzione (credo, se mi confermate, uno dei primi chitarristi ad usare in studio più microfoni diversamente posizionati per l'ampli, oltre che la guitar synth...) un mito. quanto al divismo, non saprei... certo è che, se ben ricordo, Page si oppose alla pubblicazione di singoli tratti dagli album, che già era una scelta anti-commerciale. per il resto, non riesco ad impedirmi di perdonargli tutto... (lacrimuccia)
Rispondi
Re: Ma no che c'entra?Qu
di LucaLester [user #21971]
commento del 17/02/2010 ore 12:5
la cosa dei microfoni posizionati diversamente su vari ampli, se non ricordo male gliela insegno Les Paul, o cmq la imparò tramite lui :) infatti Page ha sempre sostenuto che via via negli anni s'era persa questa tecnica della giusta combinazione posizione microfono-ampli
Rispondi
Re: Ma no che c'entra?Qu
di yasodanandana [user #699]
commento del 15/02/2010 ore 17:1
==credo che ai Led Zeppelin fosse contestato proprio il divismo== cosa che non mi sembra abbiano cercato allo spasimo.. nel senso che io li ho sempre visti come gente che per una certa percentuale si smitizza.. vedi i costumi ridicoli e del tutto, a mio parere, fuori luogo in un gruppo hard con testi spesso tetri e (presunte) mire magico/esoteriche
Rispondi
Re: Ma no che c'entra?Qu
di fabionez [user #14237]
commento del 15/02/2010 ore 17:2
A me sembra invece che alimentassero (o che comunque non demolissero) fiorenti leggende sul loro conto, relative a poteri magici, riti esoterici, potenza sessuale etc. Inoltre trovo che quei costumi siano autoironici sui gruppi di oggi (vedi Darkness o Twisted Sisters) ma all'epoca, mah...
Rispondi
Re: Ma no che c'entra?Qu
di yasodanandana [user #699]
commento del 15/02/2010 ore 17:2
boh!
Rispondi
Re: Ma no che c'entra?Qu
di carlone [user #22992]
commento del 14/02/2010 ore 17:3
Improciuttati? Ma come cazzo scrivi? Personalmente, sono d'accordo con l'articolo: Renzulli, è tecnicamente disastroso, fa schifo, fa 3 pentatoniche in croce, si incasina, fa sempre le stesse armonie, non fa assoli e se li fa, dopo un po' butta la schitarrata per coprire il tutto. Tu suonerai i pezzi di Ghigo perchè facilissimi, così come le migliaia di cover band italiane che da 25anni suonano i pezzi dei Litfiba, facilissimi da suonare e cantare. Poi, chiuso il discorso tecnico, io sono un grandissimo fan di Renzulli perchè originale, ha creato un suo suono, è divertente, fa riffs facilissimi e melodicissimi, che qualsiasi ragazzino di 18anni può fare con la chitarrina. Non me lo si descriva come un bravo chitarrista tecnicamente, che manco sa leggere la tablatura, lo spartito. Grande Ghigo, grande Piero, grande Reunion Litfibaaaaaa
Rispondi
Re: Ma no che c'entra?Qu
di gaveyn utente non più registrato
commento del 15/02/2010 ore 14:1
...quando faccio un libro scrivo coi congiuntivi al posto loro, qui mi abbasso al livelo degli interlocutori di turno: se uno parla a cazzo, io scrivo a cazzo. due note: - "improciuttatti" significa con due fette di prosciutto davanti agli agli occhi, o alle orecchie, a scelta (lo slang rende sempre bene l'idea) - i pezzi dei Litfiba, non ci crederai, ma non li suono. detto questo, sei stato ignorante inutilmernte, che magari manco ce l'avevo con te...per cui, pace.
Rispondi
Re: Ma no che c'entra?Qu
di carlone [user #22992]
commento del 15/02/2010 ore 15:1
livelo? Ma allora sei proprio ignorante, figlio mio. Non solo non capisci un cazzo di musica, ma secondariamente manco sai scrivere, ignorante. Ragazzi, l'importante è che siano tornati i Litfiba e che tutti noi, cresciuti negli anni '80/'90 con questo grandioso gruppo, potremo finalmente tornare a sognare con loro, a ballare, ad ascoltare il Piero, cazzo. QUE VIVA EL BANDIDO LITFIBAAAAAAAAAAAA
Rispondi
Re: Ma no che c'entra?Qu
di Kata_ts [user #2290]
commento del 15/02/2010 ore 15:3
Scusa !! CHI sono questi Liftiba ?!??! Io non li conoscevo fino a che non ho letto questo post , poi sono andato ad 'ascoltare', parolona un pò grossa ma .... è quello che ho fatto !, dicevo 'ascoltare' la loro musica e ...... beh ! sì dai ..... ;/ .... cos'e stà roba !?!?!? SaluToneS
Rispondi
Re: Ma no che c'entra?Qu
di gaveyn utente non più registrato
commento del 15/02/2010 ore 15:4
... il post sotto sembra incollato male: ovviamente la mia risposta era diretta non te, Kata, bensì all'ignorante di sopra... che scrive appunto, come si dice da queste parti, alla "carlona"
Rispondi
Re: Ma no che c'entra?Qu
di gaveyn utente non più registrato
commento del 15/02/2010 ore 15:3
bello mio, allora oltre che maleducato sei pure poco sveglio. io manco t'avevo considerato, visto che mi ero collegato al post di un'altra persona... però, visto che continui ad attirare l'attenzione su di te, in effetti noto che alcune cose già dette ti potrebbero calzare a pennello: - a criticare disttruttivamente gli altri son buoni tutti: basta essere frustrati al punto giusto. - fare delle garbate critiche costruttive, già è più difficile. - fare degli elogi poi, sembrerebbe, impossibili per molti... visto che i frustrati rischiano così, tramite l'elogio altrui, di rimarcare ulteriormente i propri limiti ( a meno che non siano in area da leccaculo). detto questo io non mi sono permesso, di dire a qualcuno che scriveva a cazzo... tranne che nel caso specifico di inopinato interpellamento diretto. ma soprattutto NON mi sono MAI permesso di dire a nessuno, nome e cognome, che è un CANE. a offendere la gente son bravi tutti, ma a produrre risultati apprezzabili come stiamo messi?
Rispondi
Re: Ma no che c'entra?Qu
di Lisso92 utente non più registrato
commento del 15/02/2010 ore 15:4
non farci caso, sto Carlone si è iscritto ad accordo solo per commentare questo articolo, vai a guardare sulla sua pagina personale.
Rispondi
Re: Ma no che c'entra?Qu
di gaveyn utente non più registrato
commento del 15/02/2010 ore 15:5
grazie.. in effetti non ci avevo fatto caso. l'impulsività mi ha fatto perdere tempo a ribattere... ;)
Rispondi
Re: Ma no che c'entra?Qu
di pkaos [user #12738]
commento del 15/02/2010 ore 11:0
***Tecnicamente è un cane; non ha mai preso lezioni di chitarra.*** Non credo che le due cose siano per forza coincidenti... IMHO.
Rispondi
di dariothery [user #12896]
commento del 29/04/2022 ore 16:08:47
Hai detto niente!ricordo una frase di Ozzy Osbourne che diceva "...preferisco avere un chitarrista che faccia venire voglia ad un dodicenne di suonare la chitarra piuttosto che uno che faccia voltare Joe Satriani!"
Rispondi
Fortunatamente un gruppo
di Denis Buratto [user #16167]
commento del 14/02/2010 ore 08:2
Non è ogni singolo elemento! Vogliamo parlare delle doti canore di Piero Pelù? Eppure lui e Ghigo nei litfiba sono perfetti. Poi non saranno strepitosi a livello di tecnica, ma in quanti gruppi è così? a proposito del rock italiano, molti italiani lo snobbano secondo me perchè capiscono le parole dei testi, credono che i pezzi stranieri siano chissà quali recondite poesie, mentre i testi di Vasco, Ligabue, Elisa Negrita Negramaro, per restare in ambito Rock li capiscono e allora dicono aaaaaa il rock italiano fa schifo.
Rispondi
Re: Fortunatamente un gruppo
di Kata_ts [user #2290]
commento del 15/02/2010 ore 15:2
;) (ironicamente) ***** Vogliamo parlare delle doti canore di Piero Pelù? *** Chiiiii !?!?!? ;O) --- doti 'canore' !?!?!?!? lui sà cosa sono ?!? ;) ***mentre i testi di Vasco,.. ***** Vasco resta "mitologico" dagli anni che furono ! E' come .... Babbo Natale oramai ;))) *** Ligabue, *** Non nominare mai questo nome in mia presenza !!!!!!!!!!!!!!!!!!! LOL *** Elisa **** Simpatica con i primi CD, ... adesso comsì comsà ;P *** Negrita Negramaro *** .......... chiiiiiiiiiii !!??!?? Cosa sono ?!?!?! Digestivi !!? ,) SaluToneSsssssssssss
Rispondi
Re: Fortunatamente un gruppo
di hivez [user #9272]
commento del 16/02/2010 ore 14:3
Hai condensato un sacco di verità in un unico post! Insegnami maestro! :D cosa sono digestivi...? hahahahaha! grande!:D
Rispondi
pardone mua
di Zoeromeo [user #4897]
commento del 14/02/2010 ore 10:0
scusate ma dove sta scritto che uno per fare musica deve essere bravo o avere un bagaglio tecnico alle spalle? il rock zappa e deve zappa' mi spiego meglio, io sono un dobrista ababstanza capra ma mica per questo non posso suona? il discorso è lo stesso
Rispondi
Re: pardone mua
di gaveyn utente non più registrato
commento del 14/02/2010 ore 13:2
bravo. visto che non è il musicista che paga il pubblico, bensì viceversa, stare a disquisire sulle virtù tecniche di qualcuno che non è diventato noto per aver pagato critici bensì per aver fatto cose che molti piacciono... ... non sarà che cova l'invidia? a criticare son bravi tutti, ma a complimentarsi...
Rispondi
Re: pardone mua
di Kata_ts [user #2290]
commento del 15/02/2010 ore 15:1
tu sei avanti !!!!!!!!!!!!!!!!! ;) SaluToneS
Rispondi
Re: pardone mua
di hivez [user #9272]
commento del 16/02/2010 ore 14:3
Quoto!
Rispondi
Non saprei
di Pestolesto [user #12533]
commento del 14/02/2010 ore 11:0
Non li ho mai ascoltati con attenzione ma quel poco che ho ascoltato non mi ha minimamente invogliato a spendere tempo approfondendo la conoscenza musicale di questi signori. In particolare il suono di Renzulli mi ha quasi sempre fatto schifo. Si è riconoscibile (ed in alcuni casi è un merito), ma fa schifo. Rispetto chi li apprezza così tanto ma forse alle volte ci sono delle componenti emozionali che non permettono analisi serene (io per esempio non potrei essere assolutamente oggettivo parlando di Ivan Graziani).
Rispondi
Re: Non saprei
di EdoFrasso [user #13197]
commento del 16/02/2010 ore 00:4
"alle volte ci sono delle componenti emozionali che non permettono analisi serene" Ma appunto, piantiamola di emozionarci per le canzoni per favore.
Rispondi
Re: Non saprei
di yasodanandana [user #699]
commento del 16/02/2010 ore 00:5
:-)
Rispondi
Re: Non saprei
di Pestolesto [user #12533]
commento del 16/02/2010 ore 09:0
Ovviamente mi riferisco al fatto che alle volte si rimane affezionati a dei musicisti perchè li si è ascolati in una particolare fase della vita nella quale magari non si avevano nemmeno grandi strumenti di interpretazione (magari durante l'adolescenza). Non a caso l'etere è pieno di ciarparme che provoca emozioni a qualcuno (basta che tu accenda radio Italia o Kiss kiss per rendertene conto). Diamo merito, come dici tu, a chi è capace di provocare emozioni con una canzone ma non necessariamente questo li rende musicisti degli di nota, IMHO. Detto questo io ho ammesso che non conosco nel dettaglio i Litfiba e quindi mi sono astenuto da giudizi sostanziali su questo gruppo e chitarrista e magari non è nemmeno il caso loro. Quel poco che ho sentito non mi ha stimolato, come ho già detto, ad approfondirne l'ascolto. Cioè non mi ha emozionato neanche un po', visto che siamo in un area molto soggettiva.
Rispondi
anche per me e' sott
di donfun utente non più registrato
commento del 14/02/2010 ore 17:0
anche per me e' sottovalutato...non di trovano in giro molti chitarristi che hanno un suono loro!!! molti chitarristi sembrano fatti in serie,bravi quanto volete nella tecnica ma assolutamente freddi e inespressivi!! ghigo anche se non e' un mago della chitarra pero' sa suscitare qualcosa..
Rispondi
Ghigo for ever
di bruce_banner [user #16925]
commento del 14/02/2010 ore 18:5
Tecniche perfette che non servono a vincere sono inutili Myamoto Musashi
Rispondi
Re: Ghigo for ever
di Kata_ts [user #2290]
commento del 15/02/2010 ore 15:1
Questo è TAO ;)))))))))))))
Rispondi
I FATTI NON SONO GUSTI
di KAGYPSO [user #16853]
commento del 14/02/2010 ore 19:5
I miei gusti : mi sono piaciuti molto i primi LITFIBA poi da EL DIABLO in poi mi hanno fatto letteralmente vomitare. Un fatto : Ghigo renzulli e' un grande artista, ma e' un chitarrista mediocre.
Rispondi
a me pare..
di eucenestesi [user #13942]
commento del 14/02/2010 ore 20:3
..che il punto sia che il tecnicamente(presunto)scarso renzulli è divenuto ciononostante famoso, nel panorama musicale italiano,suscitando le invidie di coloro che si ritengono dei mostri o comunque molto piu bravi di lui e che sono frustrati perche' non se li fila nessuno.. Un po di umilta' a volte non farebbe male..e inoltre,per avere successo non è fondamentale essere bravissimi tecnicamente.. Renzulli docet! ;) ..per buona pace di tutti..
Rispondi
ho letto molti post !
di Kata_ts [user #2290]
commento del 14/02/2010 ore 21:2
alcuni divertenti altri no ;) Io la mattina mi alzo e vado in ufficio a lavorare,. .. ormai è "tardi" per avere velleità professionistiche/musicali, stò Ghigo, che nemmeno conoscevo perchè NON ascolto questa musica e tantomento CHI la fà, suona, si diverte, fà CD e concerti, VIVE con la sua musica ..... ha fatto le SUE scelte 'giuste' per lui !!!! STOP -- il resto sono , come spesso dico, pippolate ;)))))) SaluTOneS
Rispondi
Re: ho letto molti post !
di Nightlock utente non più registrato
commento del 14/02/2010 ore 21:3
Hail antonè!
Rispondi
Re: ho letto molti post !
di HighwayStar [user #17218]
commento del 15/02/2010 ore 00:4
Perfettamente d'accordo con te ;-)
Rispondi
Ho 30 anni e oltre a
di sebastian [user #3527]
commento del 15/02/2010 ore 03:0
Ho 30 anni e oltre alla mia attività di costruzione di amplificatori,suono la chitarra da 15 anni e mi ritengo a buoni/ottimi livelli tecnici(suono in 3 band,suono principalmente metal e apprezzo da Hendrix ad Andy Timmons,per esempio) e mi sono avvicinato al sound litfiba quando usci' El diablo,perchè iniziai ad appassionarmi di rock allora e di chitarra successivamente.Ovvio che per me ciò che rappresentavano i Litfiba e Renzulli hanno avuto una grossa influenza su di me e su tanti ragazzini che da allora si avvicinarono alla chitarra.Alcune cosen da dire ovvie: i Litfiba dell epoca new wawe erano una cosa diversa,certamente da apprezzare per l'originalità ma considero cmq fondamentale per il rock italiano la loro svolta verso il rock,hanno creato pezzi e riff che trasmettevano emozioni,ed è quello che era l'importante. Altra cosa vorrei direi,perchè mi sta un pò sulle palle sentire giudizi del tipo "fino a pirata erano validi,poi facevano cagare" solo perchè certe persone nn apprezzano sonorità diverse/piu pesanti. El diablo usci nel 90,negli anni 90 si ascoltava ancora molto metal,stava emergendo il grunge,era normale che il sound di molte band ne fosse influenzato.Ancora di piu con Terremoto si sentiva questa influenza,era il 93,imperversava il sound alla black album (Metallica) e pure i Litfiba fecero un disco con sonorità ai limiti del metal su certi pezzi.Poi io apprezzo anche il sound di Spirito e Mondi sommersi,piu pulito,prodotto meglio,curato,ecc ecc e credo che in questi 2 album qualcosa di buono Ghigo lo abbia fatto eccome,pur nella sua semplicità.Insomma,il tutto è sempre da valutare con cura,i Litfiba non saranno stata una band originalissima nel loro periodo rock,tuttavia molto importante per il panorama rock italiano (e intendo rock nel vero senso del rock come era nato all estero: duro puro e sporco) ,che seppur fossero pure loro abbastanza politicizzati,apprezzo di piu loro che altri gruppi secondo me TROPPO estremamente politicizzati come potevano essere i CCCP/CSI.Per me non c'è niente da fare,quando la musica punta ad esprimere esclusivamente un disagio sociale visto troppo da un solo lato,diventa troppo lontana dal rock cosi come era nato,piu "ludico" e "carnale" .Ovvio che io la vedo dal punto di vista dei miei gusti,ma da quando i Litfiba si sciolsero,da quando i Timoria si son messi a fare della merda,da quando i Negrita idem e da quando Vasco fa delle schifezze,per me in Italia non c'è piu un gruppo rock!!!
Rispondi
Sono tornati i Litfi
di carlone [user #22992]
commento del 15/02/2010 ore 15:1
Sono tornati i Litfiba. Tutta l'Italia aspettava la reunion cazzo. QUE VIVA EL BANDIDO LITFIBA
Rispondi
Re: Sono tornati i Litfi
di Kata_ts [user #2290]
commento del 15/02/2010 ore 15:2
io non sò nemmeno chi sono !!!!!! Fai un pò te ;)))))))))))) SaluToneS
Rispondi
Re: Sono tornati i Litfi
di Lisso92 utente non più registrato
commento del 15/02/2010 ore 15:3
Quoto.
Rispondi
Re: Sono tornati i Litfi
di fabionez [user #14237]
commento del 15/02/2010 ore 16:3
Beh, Kata... spero sia una provocazione! Eddai, dimmi che lo è!
Rispondi
Re: Sono tornati i Litfi
di Kata_ts [user #2290]
commento del 15/02/2010 ore 16:4
Veramente ?!?!? Conosco pochissimo questo "genere" ed i Liftiba sinceramente li ho "ascoltati" dopo aver letto questo articolo - LOL A parte il "cantante", più di nome che altro, il chitarrista proprio non avevo idea dichi fosse ;P Sono un vecchio dinosauro che ascolta tutto altro ;))))))))))))))))))))))))) SaluToneS
Rispondi
Re: Sono tornati i Litfi
di valeriomas [user #8328]
commento del 16/02/2010 ore 16:1
Non ci posso credere :) Anche i dinosauri conoscevano Ghigo Renzulli e Piero Pelu'...
Rispondi
Re: Sono tornati i Litfi
di antani85 [user #22504]
commento del 17/02/2010 ore 10:1
Evidentemente il Kata-tsaurus rex non li conosce :-) :-).
Rispondi
C'è qualcuno qui' ...
di raw utente non più registrato
commento del 15/02/2010 ore 16:0
C'è qualcuno qui' a cui piacciono i Litfiba e non il chitarrista Renzulli o piace il chitarrista Renzulli e non la musica dei Litfiba ?
Rispondi
Io non smetterò mai
di vhgianky84 [user #14967]
commento del 15/02/2010 ore 16:0
Io non smetterò mai di ringraziare i Litfiba e in particolare Ghigo Renzulli per avermi fatto scoprire che cosa è la musica rock e quello che riesce a trasmettere, e cioè non solo tecnica chitarristica a iosa, ma soprattutto emozioni, cosa che oggi difficilmente si trova in quella che viene definita musica rock, la quale non ha nulla a che vedere col vecchio buon rock sanguigno stile Litfiba. Per me sono e rimarranno i più grandi in Italia in questo, nulla togliendo al vecchio Vasco degli anni '80 e primi '90, ma che adesso a mio parere starebbe meglio a casa a godersi i suoi miliardi, invece di propinarci certe schifezze che sono un non so che di pop-falso rock-elettronica che nulla ha a che vedere con la vera musica rock. Sicuramente adesso qualcuno mi odierà per questa mia affermazione.......ma che volete farci, io sono più per la musica vera.. I Litfiba sono sempre stati nel mio cuore e mi hanno dato tanto e forse più di tanti altri gruppi rock storici. Con loro ho iniziato ad apprezzare l'armonia prima di tutto e le emozioni che può trasmettere una canzone, piuttosto che virtuosismi tecnici privi di anima, e se Renzulli fa parte di quella schiera di chitarristi considerati scarsi ma che sa trasmettere tutto ciò, allora EVVIVA I CHITARRISTI SCARSI! Nonostante questo penso che lo studio della tecnica sia importante al mondo di oggi in cui ci si fronteggia con chitarristi sempre più bravi, ma non si deve mai abusare, altrimenti ammazziamo la melodia e l'armonia. Scusate se mi sono dilungato troppo ma ci tenevo troppo ad esprimere il mio pensiero. E ora vado a prenotare il biglietto per il concerto dei Litfiba ad Acireale. Buona musica a tutti!!!
Rispondi
:-) 200 :-)
di antani85 [user #22504]
commento del 15/02/2010 ore 17:2
200 Commenti!! Il duecentesimo commentatore ha appena vinto la strato di SRV!! Complimenti!! Scarso o non scarso,Ghigo ci sta animando un bel po',che dite? Tra lodi,offese,infangate,botta e risposta non ci sto capendo più niente,ma mi sto divertendo da matti!! Per cui grazie a fabionez per questo articolo!!!
Rispondi
Re: :-) 200 :-)
di fabionez [user #14237]
commento del 15/02/2010 ore 18:4
Grazie a voi! Molti spunti sono interessanti. Certo, poi c'è anche qualche deriva "da pollaio", ma è bello così... Ciao!
Rispondi
Beh, dai, i Litfiba
di Carlonee [user #23026]
commento del 15/02/2010 ore 18:3
Beh, dai, i Litfiba sono stati un grandissimo gruppo rock italiano degli anni 80 e 90 e quindi è normale che i ragazzini di 20anni non li conoscano. Con questa reunion però, acquisiranno visibilità anche tra loro.
Rispondi
Ci metto anche la mia...
di Storx [user #19716]
commento del 15/02/2010 ore 18:4
Non resisto dal post-are perchè è un gruppo che mi piace tanto e lui è un chitarrista che apprezzo... Ghigo e il Litfiba sono inevitabilmente, per me, un "piezz'e'core" perchè sono cresciuto con loro e li ho ascoltati fino a squagliare i loro cd. Il mio primo concerto come spettatore è stato a Roma, sempre con loro e, si sa, la prima volta non si dimentica mai! E' anche vero che il chitarrista che sono (o che non sono, vista una certa mia "permamente scarsità" ahahaha), lo devo in parte a loro (come in parte ad altri gruppi tecnicamente scarsissimi come i Nirvana). La mia opinione, però, è che tante volte la genialità passa anche attraverso canoni diversi da quelli prettamente "accademici" e convenzionali. E come è noto non è bello ciò che è bello, ma... Se lui ed i Litfiba sono riusciti a piacere a tanti, significa che un bel po' di "buono" ci deve essere sotto. Ne è passata di acqua sotto i ponti e per quanto sia concorde su una sua tecnica non stratosferica (una cosa di lui che non ho mai sopportato, ad esempio, sono quei tapping lentissimi), ogni volta che risento qualche loro pezzo continuo a provare delle forti emozioni. Il fatto che siano una fetta importante della musica italiana lo testimoniano in tanti (eh già, anche un certo Elio ci ha fatto sorridere con loro) e questo rende giustizia alla loro storia di grande band. E poi, volete mettere...lui è stato probabilmente il primo in Italia ad usare una PRS (gliel'ho chiesto a voce e me l'ha confermato...eh sì l'ho anche conosciuto e vi garantisco che è davvero una persona fantastica...come la maggior parte dei grandi musicisti con cui ho parlato, d'altronde ehehe) - vedere le foto di Colpo di Coda. Un mito!!!!!!
Rispondi
...quoto..
di eucenestesi [user #13942]
commento del 15/02/2010 ore 19:1
Se una band o un chitarrista,trasmette emozioni e piace a tanta gente, potete criticare e disquisire sulle qualita' tecniche quanto volete..ma non c'è storia.. p.s. i fatti sono testardi..
Rispondi
ragazzi ghigo è uno
di cicciocammarata utente non più registrato
commento del 16/02/2010 ore 18:2
ragazzi ghigo è uno dei migliori chitarristi italiani secondo me...riesce a trasmettere emozioni e belle sensazioni con le sue note...certo tecnicamente non è il massimo...ma la sua tecnica e il suo tocco sono inconfondibili...ed è un chitarrista a cui mi ispiro molto...anzi andrò pure a vederlo ad acireale il 21 aprile :-P...tornando al discorso della tecnica io penso e dico anche per esperienza che un buon chitarrista non è quello che riesce a fare scale esatonali in tapping a 250 bpm...ma quello che riesce a trasmettere a chi lo ascolta il suo stato d'animo...un esempio su tutti : com'è che CHIUNQUE conosce eric clapton...che ascolti rock o meno...e invece solo una cerchia di fedeli del metallo conosciamo john petrucci?? chi è piu tecnico tra i due??? ma intanto la situazione è quella...
Rispondi
Vabbè, ma cosa c'en
di carlone [user #22992]
commento del 17/02/2010 ore 12:0
Vabbè, ma cosa c'entra scusa? Allora, seguendo il tuo discorso, Madonna è la migliore cantante del mondo, e Jovanotti ha la migliore voce del mondo, che gli permette di raggiungere tre ottave, di fare gorgheggi, ghirigori con la voce, quadrifonie alla Stratos. Renzulli tecnicamente fa cagare, dai. Sentivo di ragazzini 18enni che sostenevano che Ghigo fosse più bravo di Vai, Satriani, Malmsteen, per favore dai. Piuttosto, Ghigo ha creato un suo stile, un suo suono, una sua comunicazione ed il suo modo facilissimo di suonare, unito ai pezzi semplici da suonare e cantare dei Litfiba, hanno permesso ad una pletora di ragazzini di avvicinarsi alla chitarra, di cercare di imparare lo strumento, di sognare, di sentirsi chitarristi, di formare il gruppettino al liceo. Lo stesso, accadde anni prima col fenomeno punk, per cui tutti i ragazzini 18enni erano stanchi dei gruppi prog anni '70, difficilissimi da imitare, e quasi per reazione impugnavano la chitarra, due bicordi ed il giuoco era fatto. Ma Ghigo è grandissimo per questo, è e rimane uno che ha creato un suono rock in Italia. Grande Ghigo, grande Piero, grande reunion LITFIBAAAAAAA
Rispondi
Re: Vabbè, ma cosa c'en
di LucaLester [user #21971]
commento del 17/02/2010 ore 12:5
"Sentivo di ragazzini 18enni che sostenevano che Ghigo fosse più bravo di Vai, Satriani, Malmsteen, per favore dai." secondo me, ma proprio secondo me eh, c'era un perchè ti dicevano così :)))))
Rispondi
Re: Vabbè, ma cosa c'en
di yasodanandana [user #699]
commento del 17/02/2010 ore 17:1
===Madonna è la migliore cantante del mondo, e Jovanotti ha la migliore voce del mondo== per chi ama la loro musica piu' di altre musiche.. e' giusto. La voce la si giudica in funzione del brano dove e' impegnata, non in astratto.. ====Sentivo di ragazzini 18enni che sostenevano che Ghigo fosse più bravo di Vai, Satriani, Malmsteen, per favore dai.===== la penso un po' cosi' anch'io.. i litfiba non mi piacciono moltissimo, ma qualche brano lo sopporto.. Vai, Satriani, Malmsteen non li reggo.. per me Vai, dopo aver suonato con David Lee Roth, Bill Sheenan e Appice (era lui?) poteva anche smettere e andare a fare lo spedizioniere..
Rispondi
Re: Vabbè, ma cosa c'en
di Pinus [user #2413]
commento del 21/02/2010 ore 17:1
Vai l'ho apprezzato molto quando suonava con David Lee Roth e gli Alcatrazz, ultimamente è un pò noioso, ma ha fatto dei lavori da solista che mi sono piaciuti molto. Tra i tre quello che apprezzo di più è sicuramente satriani. Per quanto riguarda Ghigo Renzulli, ho sempre rispetto per chi ci mette del proprio nel modo di suonare e penso che lui lo faccia. secondo me è poco utile giudicare un chitarrista per la sua bravura in assoluto, ma bisognerebbe giudicarlo in base a come suona nel suo contesto. Secondo me svolge il suo compito ottimamente nei Litfiba
Rispondi
Vabbè ciao allora.
di carlone [user #22992]
commento del 17/02/2010 ore 18:3
Beh, se scrivi queste cose, si nota che non sei un musicista e che di musica non capisci una nerchia.
Rispondi
De Gustibus
di KUjO [user #18433]
commento del 04/12/2010 ore 00:2
Qualcuno diceva: Bene o male, l'importante e' che se ne parli. Per lui parla la sua carriera trentennale...e i palasport strapieni anche ora a 60 anni
Rispondi
I Litfiba e Ghigo
di pokercaffy [user #9168]
commento del 17/12/2013 ore 17:33:01
A me Ghigo sta enormemente simpatico,prima di essere un chitarrista è un compositore, e questa è una cosa molto, ma molto importante.
L'unica cosa che non sopporto di lui è il suono, quel wah sempre acceso mi ha sempre infastidito, per il resto i pezzi sono in alcuni casi (molti) veramente epocali.
Rispondi
di Ernestor [user #46937]
commento del 28/04/2022 ore 19:56:54
Solo onore e rispetto per Ghigo.
Più di un chitarrista, un artista!
Rispondi
di Shoreline [user #20926]
commento del 28/04/2022 ore 21:44:2
Ce ne fossero di gruppi come i Litfiba oggi in Italia. Un chitarrista non deve per forza emergere o fare virtuosismi ma è molto importante a mio parere suonare per la buona riuscita finale di un pezzo cosa che Ghigo ha sempre fatto. Credo che si debba guardare il chitarrista Ghigo come chitarra unica in quel gruppo e quindi orientando quello che suonava con un occhio di riguardo alla ritmica che faceva egregiamente.
Rispondi
di bettow [user #30179]
commento del 28/04/2022 ore 23:42:38
Ghigo ha creato dei fraseggi "cantabili" che tutt'oggi sono neĺla memoria di quanti hanno apprezzato i Litfiba. Quanti sono i chitarristi, anche più "tecnici", che possono vantare un repertorio del genere? Possibile che si continui a soppesare le qualità di un musicista sulla base della velocità di esecuzione di un fraseggio o di una scala?
Rispondi
di reca6strings [user #50018]
commento del 29/04/2022 ore 16:05:4
Questa contrapposizione tecnico/orecchiabile fa un po' ridere; a me pare più sensato chiederci quanti chitarristi (e basta) possono vantare un repertorio paragonabile a quello dei Litfiba e, temo, la risposta demolirebbe il nostro Renzulli.
A me pare che nessuno pesi la qualità di un chitarrista dalla sua velocità; fosse così, Clapton e Gilmour (due a caso che non so se possono valere nella tua top Ghigo) sarebbero da considerare assai scarsi, invece (mistero) hanno decine di migliaia di fans in 50 anni di carriera ed in tutto il mondo.
Buona musica
Rispondi
di bettow [user #30179]
commento del 30/04/2022 ore 15:14:4
Non voleva essere una contrapposizione tra tecnica e gusto, possono coesistere entrambi. Solo che spesso si sottovalutata l'aspetto compositivo e lirico, prediligendo quello tecnico. Poi Ghigo può piacere o meno, però insieme a Piero Pelù ha dato vita alla unica rock band italiana popolare negli anni 80/90, e questo è un dato di fatto.
Rispondi
di XFiles [user #62088]
commento del 29/04/2022 ore 07:01:28
Fhiuu" !! 1 ora di lettura e ho finito.... ma... alla fine, .....non ci ho capito un casso! 🙄 Devo ricominciare da capo, mi sono perso tra sputi e insulti, quasi. 😉 Minchia, e meno male che la musica ha il potere di unire tutti i popoli della terra,. Ma allora, il server di Accordo, where is it, su Marte? Che minchioni che siete, ( in senso buono ok ? ) spero dopo questo educato confronto di opinioni, vi siate ritrovati in birreria a riderci sopra..( No, non e' cosi', lo so ). Peccato,.. avevo dimenticato la formula, la musica unisce i popoli, ma non i musicisti.. WTF. Allora la birra me la bevo io alla vostra salute ...con Saluti ✌😉🎸
Rispondi
di edgar587 [user #15315]
commento del 29/04/2022 ore 08:28:52
pensate che ci sono tanti che hanno il coraggio di dire che Slash non abbia tecnica; il livello di disabilità cognitiva deve essere gravissimo. Se si studiasse un po' ci si renderebbe conto di molte castronerie che vengono dette dall'alto del proprio nulla artistico.
Rispondi
di Sykk [user #21196]
commento del 29/04/2022 ore 08:40:10
Avrò il piacere di risentirlo a Ferrara questo 16 luglio, l'ultima volta era credo il 1996 o 1997 al palamalaguti di Bologna.
Rispondi
di sombrerobianco [user #8769]
commento del 29/04/2022 ore 10:29:11
Ci sono i compositori e gli esecutori
Facendo un paragone c'è chi scrive un libro ....
e qualcuno che lo legge magari bene benissimo e davanti ad un platea enorme (ma non l'ha scritto lui ...)

Ritengo che ghigo renzulli e maurizio solieri siano i migliori compositori che esprimendosi attraverso la chitarra hanno scritto note che hanno varcato generazioni del rock italico dagli anni 80 ad oggi
Spesso quando i loro pezzi vengono suonati da altri (anche più bravi tecnicamente) non hanno lo stesso sapore
La musica è un qualcosa che arriva al cuore delle persone all'anima e non bastano i tecnicismi o la precisione pulizia e chi più ne ha più ne metta
Immaginate i RHCP con un qualunque chitarrista più bravo di Frusciante ...facciamo un Guthrie Govan o Steve Vai giusto per citarne alcuni indiscutibilmente bravi e virtuosi...non ci sarebbe mai la stessa magia nel creare musica

Alcuni chitarristi sono dei compositori e come tali degli artisti ....altri sono solo chitarristi bravi su youtube è pieno anzi sono più quelli bravi che quelli meno bravi da quanto vedo in rete ma finito il video di loro non ricordo nulla i 2 signori che ho citato prima hanno fatto cantare i loro soli anche a mia nonna ed ora a mia figlia




Rispondi
di martipie [user #20731]
commento del 29/04/2022 ore 22:20:34
92 minuti di applausi !!
Rispondi
di WATERLINE [user #51250]
commento del 29/04/2022 ore 15:51:57
Non sono un fan dei Litfiba anche se diverse canzoni mi piacciono e le ho anche suonate in qualche live. Non esprimo giudizi sulla tecnica di Renzulli, mi sentirei ipocrita perché, comunque, e' un chitarrista migliore del sottoscritto. Certo, paragonandoli ai benchmark chitarristici perde alla grande ma questo non avrebbe senso. Ha senso invece che il suo stile sia efficace al contesto dei brani nei quali, forse, i virtuosismi non sarebbero musicalmente efficaci, almeno per me. Canzoni crude e dirette. Band senza fronzoli. Per me va bene cosi'
Rispondi
di dariothery [user #12896]
commento del 29/04/2022 ore 16:07:24
i Litfiba sono un'istituzione e per quanto lo si possa criticare Ghigo sarà sempre un grande
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 29/04/2022 ore 16:15:27
Se lo dici tu.
Per me i Litfiba non sono alcuna istituzione, anzi fatico ad ascoltarli: ovvietà da 15enni con l'ormone mosso ai testi, musica banalotta al servizio di una voce monocorde.
Ghigo sarà anche un grande, il problema è quale sostantivo mettiamo dopo l'aggettivo.
Ciao
Rispondi
di dariothery [user #12896]
commento del 29/04/2022 ore 16:43:29
c'è un vecchio disco di Elvis che si intitola "100.000.000 fans can't be wrong" (titolo rubato anche dai Bon Jovi per un loro cofanetto). Il concetto è semplice: quando piaci a così tanta gente è difficile che tu possa aver fatto qualcosa male...i numeri dicono parlano per te. Con i Litfiba vale lo stesso discorso.
Possiamo discuterne quanto vogliamo: i bending calanti, il suono brutto, il tocco approssimativo...ok, ma alla fine nell'arte conta quello che si fa
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 30/04/2022 ore 15:59:14
Per prima cosa tu hai scritto di "istituzioni" ossia un elemento dotato di autorità e valori oggettivi, cosa che un gruppo musicale non può essere: a te piaceranno anche, ma a molti altri no. Inoltre ora la butti sui numeri. Le due cose non sono sovrapponibili e se bastassero i numeri allora vorrei ricordarti che mentre El Diablo (ad esempio) ha venduto circa 400.000 copie, Asereje delle Las Ketchup ne ha vendute 2 milioni e mezzo (ed il pessimo album contenente il singolo 900.000), come i Litfiba, le sorelle spagnole cantano nel loro idioma natale (quindi non c'è la scusa che "so ammeregane"); dunque come funziona: i Litfiba sono un'istituzione e le Las Ketchup le regine del mondo musicale? D'altra parte se fosse corretto il tuo discorso, dovremmo considerare Van Gogh men che un misero artista, un povero fallito, visto che vendeva i suoi quadri pe runa ciotola di minestra. Fortunatamente l'arte ha altre coordinate che, ahite, escludono i buoni artigiani, come i Litfiba.
Ciao
Rispondi
di dariothery [user #12896]
commento del 02/05/2022 ore 12:06:48
stai confondendo l'intrattenimento con l'arte. Pure io avevo un tributo a Vasco e facevo 100 date all'anno, ma questo non faceva di me un musicista "di successo"
Rispondi
di reca6strings [user #50018]
commento del 29/04/2022 ore 16:12:01
Temo che la riedizione del post non sia un grande spot per Ghigo: il nostro ha avuto grande risalto con i Litfiba, anzi con Pelù alla voce dei Litfiba, scarsissima popolarità quando gli è cascato in mano il timone della band ed ora vive una seconda giovinezza da palco, tornato in sella Pelù. Sarò strano io, ma mi sembra che lui o un altro poco sarebbe cambiato. Fosse stato questo gran compositore che leggo sopra, magari qualcosa avrebbe combinato anche da solo.
Insomma, per me è un buon mestierante: al posto giusto nel momento giusto. Non gli è mai stato chiesto più del minimo che qualsiasi ragazzo con alcune settimane di scuola di musica non sappia fare e gli è andata bene così, ma ergerlo a riferimento mi pare eccessivo.
Buona musica
Rispondi
di dariothery [user #12896]
commento del 29/04/2022 ore 16:40:44
i musicisti sono quelli che ne capiscono meno di musica
Rispondi
di reca6strings [user #50018]
commento del 30/04/2022 ore 16:12:08
Ah, quindi tu sei un musicista. Buono a sapersi,
buona musica
Rispondi
di dariothery [user #12896]
commento del 02/05/2022 ore 12:01:43
a me fa ridere questa filosofia assurda che pervade spesso la cultura di chi suona uno strumento, secondo cui uno che fa musica dovrebbe essere giudicato anche in base alle sue capacità tecniche.
Io ragiono da ascoltatore: esiste cosa mi piace e cosa no.
Poi ci sono altri fattori tipo le vendite, "il successo", l'impatto culturale ed artistico che, quando si parla di un artista, vanno presi in considerazione. Perchè come diceva qualcuno, i numeri spesso possono raccontare il successo di realtà che di artistico hanno ben poco. Bisognerebbe avere l'intelligenza di comprendere che esiste l'intrattenimento e l'arte. Se ho un tributo a Vasco e faccio 100 serate all'anno, oppure faccio musica dance in cui il testo dice "who let the dogs out?" posso dire di essere parte di un progetto di successo che INTRATTIENE il pubblico. Ma non sto producendo nulla di artistico. Viceversa, se ho una band di inediti e faccio musica mia, il discorso è totalmente diverso e la mia attività andrà valutata anche sui contenuti.
A mio avviso nel caso dei Litfiba l'impatto sulla generazione di fine 900, in Italia, è stato forte, e non è certo un caso se negli anni '90 in molti provavano a riproporre quel tipo di sonorità anche in un discorso di musica inedita.
Fanno ridere quelli che ironizzano su Renzulli, come se avesse qualche tipo di importanza il modo in cui uno fa il vibrato o il tapping. Personalmente io venderei l'anima per avere uno stile tutto mio. Alla fine conta se tu il disco lo rimetti per ascoltarlo e i Litfiba in questo sono una band di successo.
Rispondi
di zabu [user #2321]
commento del 30/04/2022 ore 04:22:16
Io credo che per far sfondare un gruppo Rock come i Litfiba in Italia ci voleva necessariamente un frontman capace di accentrare l'attenzione come Pelù. A me non sorprende che uscito Pelù dal gruppo il tentativo di far ripartire la band con un altro cantante fosse un tentativo destinato a fallire. Senza considerare che già nel 1999-2000, ai tempi della nuova formazione, erano completamente cambiati i tempi e i gusti musicali del pubblico. Era un insuccesso annunciato, che poco dice del valore o no di Ghigo come musicista/compositore. Credo che quello che doveva dire (o non dire, ad essere critici) in senso musicale l'aveva già detto prima.

Il discorso dei ragazzini che girano oggi (vedi su YouTube) che tecnicamente farebbero impallidire molti chitarristi famosi del passato, è assolutamente vero. Però appunto un conto è ragionare di tecnica, un conto di musica tout court e espressione artistica. Nella storia del Rock musicisti con un bagaglio tecnico tutto sommato semplice sono riusciti spesso a esprimere e dare molto.
Rispondi
di reca6strings [user #50018]
commento del 30/04/2022 ore 16:11:34
Sono argomenti ragionevoli, ma io non sono così ecumenico. Jimmy Villotti è tutt'altro che un frontman, ma è riconsociuto come uno dei migliori chitarristi italiani, non ha certo avuto cali di carriera e si è potuto permettere di saltare da Dalla a Guccini, dalal Vanoni a Paolo Conte. Inoltre credo che se hai fatto della grande musica, può anche cambiare il vento e subire un periodo di minor popolarità, ma prima o poi torni sulla breccia: Clapton è stato un grande ad inizio carriera, ha avuto un periodo no, poi uno si ed ora lo ascoltano i vecchi fans (che hanno la sua età) come persone meno mature; i Litfiba li ascoltavano e li ascoltano sempre gli stessi che allora avevano 15/20 anni ed ora 45/50.
Insomma io non ho nulla contro Ghigo, mi sembra solo un po' come alcuni che passavo al Costanzo Show: alcuni avevano delle qualità e sono emersi e rimasti, altri hanno avuto un breve periodo di gloria sull'onda di Costanzo e poi sono stati rimpiazzati da altri di egual caratura evidentemente non eccelsa. Quindi buon per lui che l'ha sfangata, ma non facciamone un riferimento per la chitarra.
Buona musica
Rispondi
di zabu [user #2321]
commento del 30/04/2022 ore 17:16:06
Ma certo, farne un riferimento per la chitarra proprio no, però appunto non sarei nemmeno troppo severo. Ha dato il contributo che serviva per portare al successo un gruppo come i Litfiba. Negli anni '90 ha funzionato, oggi probabilmente non sarebbe la stesa cosa e ovviamente chi ascolta ora i Litfiba sono (credo) soprattutto i vecchi fans. Tralasciando Ghigo, secondo me è che in Italia c’è proprio uno spazio limitatissimo per emergere come chitarristi. C’è una manciata di sessions veramente bravi che lavora a fianco di artisti famosi, ma da tempo credo nessun chitarrista sia riuscito a sfondare come artista indipendente noto al grande pubblico. Per fare un esempio, mi vengono in mente figure del passato come Pino Daniele o Ivan Graziani.
Rispondi
di Axilot [user #52908]
commento del 29/04/2022 ore 16:23:16
A me non dispiace come chitarrista (pur non essendo particolarmente fan dei Litfiba).
Comunque una volta anni fà mi dissero "suoni come Ghigo Renzulli" e non era un complimento.
Rispondi
di Ampless [user #60399]
commento del 30/04/2022 ore 09:10:41
Alla fine mi avete fatto venire voglia di tornare ad ascoltare qualcosa dei vecchi Litfiba, anche perché non è che vengano trasmesse granché delle loro canzoni per radio,
in casa poi non ho nemmeno un loro cd,
però li ho sentiti live nel 1991 tour di El Diablo,
e nel 1997 tour di Mondi Sommersi,
e sarei un ipocrita se dicessi di non aver mai suonato una loro canzone o un loro riff di chitarra,
ma preferisco rimanere fuori dalla discussione delle doti artistiche o chitarristiche del Renzulli.
Rispondi
di theoneknownasdaniel [user #39186]
commento del 02/05/2022 ore 12:29:46
Secondo me è la somma delle parti che dà il risultato.
Sia Ghigo che Pelù da soli hanno fatto dei dischi, più fortunati per il buon Piero che per i Litfiba di Ghigo, ma comunque lontani dai fasti deli anni '90. L'insieme delle parti, invece, aveva trovato, in un determinato periodo storico, il modo giusto di veicolare un messaggio adeguato. Per i miei gusti ciò è successo soprattutto con Terremoto, l'album che fece breccia anche tra i ragazzini delle scuole medie come me.
Tornerei a rivederli dal vivo? Diamine sì, e ci porterei anche i miei figli. Ma non per Ghigo o per Pelù, ma per la magia che insieme hanno creato: canzoni semplici, dirette, orecchiabili e non necessariamente legate a tormenti d'amore o altri cliché della musica leggera italiana.
Rispondi
di ovinda [user #46688]
commento del 05/05/2022 ore 21:03:42
Non è nè sopravvalutato nè sottovalutato. Quello che fa va bene nel contesto dei Litfiba, funziona, riesce a creare atmosfere evocative in quel contesto. La musica dei Litfiba fino ad un determinato periodo storico (che io inquadro tra Desaparecido a Terremoto, il resto è “frattaglie” più qualche buono spunto) è stata di ottima qualità.
Rispondi
Altro da leggere
Di chitarre buone, pedaliere e dello stare bene
Le chitarre Fender diventeranno NFT da collezione?
Marty Friedman: ecco perché la gente skippa gli assolo
Il paradosso di Enesidemo (ovvero, noi delle chitarre non sappiamo un c@##o)
Crisi delle valvole: Western Electric le produrrà in USA
Crisi pandemica e rincari: "Niente speculazione: è sopravvivenza"
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Takamine G330 lawsuit
Visualizza l'annuncio
AKAY GXC 310 D
Visualizza l'annuncio
gibson les paul tribute
Seguici anche su:
Altro da leggere
Di chitarre buone, pedaliere e dello stare bene
Il nemico in pedaliera
Stratoverse: Fender è nel metaverso
Ecco… Il Guanto: il synth futuristico di Matt Bellamy
Su Radiofreccia uno speciale sui Rolling Stones
Ikea pensa ai musicisti: arriva Obegränsad
Usato: abbiamo perso la ragione?
PRS è al lavoro su una Tele-style con Myles Kennedy?
Bob Taylor si ritira: annunciato il nuovo CEO e Presidente
Nick Drake e gli altri: Guild, icona al collo dei giganti
Le chitarre Fender diventeranno NFT da collezione?
This Is Spinal Tap: confermato il sequel nel 2024
Marty Friedman: ecco perché la gente skippa gli assolo
Rara Les Paul burst del 1960 spunta da una soffitta: sì, può ancora ...
È morto Richard Benson: chi era il chitarrista, il personaggio, l’u...




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964