CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
Posizionare il compressore
Posizionare il compressore
di [user #16167] - pubblicato il

Quello del posizionamento degli effetti è un mondo senza regole ferree, ma alcuni suggerimenti possono cavare d'impaccio e mettere sulla strada giusta nella ricerca del risultato ideale, soprattutto se si parla di compressori. Parlano Vinteck e FXCase
Quello del posizionamento degli effetti è un mondo senza regole ferree, ma alcuni suggerimenti possono cavare d'impaccio e mettere sulla strada giusta nella ricerca del risultato ideale, soprattutto se si parla di compressori. Parlano Vinteck e FXCase.

"Nessuna regola" non vuol dire che nel routing dei pedali non ci siano accorgimenti da seguire, delle linee guida tracciate da chi magari ha passato più di qualche pomeriggio tra cavetti, saldatori e pedalanza varia, come nel caso di Guido di Vinteck e Claudio di FX Case. Per la rubrica Entry Level si parla del compressore, un effetto da molti amato, da altri odiato ma che a seconda di dove lo si mette può regalare gioie o dolori.

Un argomento molto delicato è quello legato al compressore. Solitamente, messo dopo il wah e prima di tutto il resto è un buon piazzamento. Ci spieghi se ritieni valida questa affermazione oppure hai altri suggerimenti?

Risponde Claudio di FXCase: hai usato le parole giuste, è un argomento delicato. Metterlo subito dopo la chitarra, è il miglior sistema anche per me se si suona dal vivo. Questo perché il compressore, portando le parti basse di dinamica a livelli più alti, incrementa la media sonora e sembra aumentare la saturazione anche sulle parti distorte. In realtà lo preferisco anche dopo il wah stesso, questo perché su ritmiche funky per esempio tende a incrementare la parte bassa prodotta col piede in posizione tallone, facendo suonare tutto in modo più udibile.

Posizionare il compressore

Risponde Guido di Vinteck: Come tutti i pedali è il gusto personale che ci deve portare a decidere dove posizionare un effetto.
Il compressore messo dopo il wah e prima delle altre dinamiche, quindi OD e dist, ne cambia abbastanza radicalmente l’intervento. In questa posizione, di fatto, tende a dare uniformità alla distorsione eliminando i picchi e arrotondando il suono. Messo dopo, invece, la dinamica dalla pennata rimane più fedele ma il decadimento della distorsione è più evidente. Tenendo presente poi che il compressore è un effetto che crea, se non regolato molto leggero, una quantità enorme di fruscio, messo dopo a un distorsore ne esalta e riamplifica la rumorosità. Ed è un altro dei motivi per cui la scelta cade spesso come primo pedale.
Se qualcuno ha voglia di giocare e sperimentare è interessante provare con i pedalini la compressione parallela. Questa tecnica è molto usata in fase di mixaggio dei brani. È necessario procurarsi uno spiltter/mixer passivo (un oggetto banale da realizzare). Mettendo due OD simili in parallelo tra loro, ma uno con un compressore in ingresso, si riesce a mantenere attacco e dinamica abbinato all’effetto del compressore (note lunghe). C’è solo da verificare che i pedali non invertano la fase per evitare, appunto, dei controfase in uscita.

effetti e processori entry level
Link utili
Vinteck
FXCase
Nascondi commenti     36
Loggati per commentare

Ahahahahil compressore fini grande ! ...
di qualunquemente1967 [user #39296]
commento del 15/02/2015 ore 08:17:45
Ahahahahil compressore fini grande !
Rispondi
Re: Ahahahahil compressore fini grande ! ...
di Tubes [user #15838]
commento del 15/02/2015 ore 09:43:34
E comunque quel compressore lì va posizionato sicuramente prima ... ( della ruota sgonfia !!! )
Rispondi
Interessante
di AndreaCom [user #39134]
commento del 15/02/2015 ore 09:47:33
Interessante l'idea della compressione in parallelo, sicuramente da provare. Magari anche con due overdrive/distorsori di natura diversa.
Rispondi
Re: Interessante
di scottt [user #5541]
commento del 15/02/2015 ore 10:08:04
il buon Massimo Varini utilizza questo sistema..nei suoi video dove presenta le sue "profilate" col Kemper lo spiega molto bene e ne da una prova d'ascolto.
Rispondi
Re: Interessante
di AndreaCom [user #39134]
commento del 15/02/2015 ore 10:31:08
Grazie per la segnalazione. Intendi i video di questa serie?
vai al link
Rispondi
Re: Interessante
di scottt [user #5541]
commento del 15/02/2015 ore 11:02:26
esatto..son lunghetti come video ma interessanti e in una di questi si parla proprio di quel sistema li..
Rispondi
Re: Interessante
di AndreaCom [user #39134]
commento del 15/02/2015 ore 11:24:5
Me li sto guardando/gustando.
Grazie mille.
Rispondi
domandone!
di tormaks [user #26740]
commento del 15/02/2015 ore 10:23:24
E' corretto limitare (anzichè aumentare sustain) nelle parti ritmiche con molto gain?
E se si (alidilà del gusto personale), il posizionamento è sempre preferibile prima di tutti gli altri pedali anche in questo caso?

Io sono ad un livello molto entry.....e per sbaglio, lasciando (credo) il sustain al minimo, registrando una parte power chord su una sette corde con molto gain, per la prima volta sono riuscito a capire cosa avevo suonato, cioè il tutto era molto definito...

Ho scoperto l'acqua calda? Vi domando ciò, fratelli accordiani, perchè ho riascoltato solo dopo due giorni ciò che registrai e non sono esattamente sicuro del setting degli effetti che usai, ma ho subito pensato che la parte sembrava suonata da un metallaro "professionista" (boom!).

Grato a chiunque voglia darmi una risposta anche con annessa pernacchia di scherno.

Danke
tormaks
Rispondi
Re: domandone!
di Urghs [user #33916]
commento del 15/02/2015 ore 20:04:49
Secondo me suonando hi-gain (presumo metalcore o affini) di compressione ne hai già troppa dall'ampli in sé...Quello che hai avvertito è forse (forse!) una minore durata del suono perchè avendo compresso sei stato costretto a tirar giù il volume complessivo, e una volta che il compressore ha finito il suo lavoro -ovvero una volta trascorso il tempo di release- ti resta un segnale molto basso, praticamente inesistente se paragonato a quello "compresso". Attenzione però perchè comprimendo un suono distorto tiri su sicuramente i fruscii, che già sono tanti immagino. La soluzione migliore volendo usare questo setup è mettere il compressore prima della distorsione/OD con una ratio bassa e una release bassa; così dovresti (dovresti) guadagnare in definizione
Rispondi
Re: domandone!
di tormaks [user #26740]
commento del 16/02/2015 ore 21:50:32
grazie per i consigli, li metterò in pratica.
alla proxima
maks
ps
è pur vero che il primo compressore che abbiamo sono le nostre mani!
Rispondi
Loggati per commentare

Sarà ... Ma..
di blue stoner sound [user #8271]
commento del 15/02/2015 ore 10:39:38
Sarà , ma ogni volta che compro un compressore dopo un paio di mesi li ho rimessi in vendita.
E' vero che è quasi fondamentale averlo. Quasi;-) buona domenica a tutti
Rispondi
Re: Sarà ... Ma..
di tittis [user #28285]
commento del 15/02/2015 ore 18:57:
..uguale uguale
Rispondi
Re: Sarà ... Ma..
di Tubes [user #15838]
commento del 15/02/2015 ore 19:39:08
uguale uguale uguale
Rispondi
Re: Sarà ... Ma..
di ciun [user #15167]
commento del 16/02/2015 ore 08:33:20
Io ci ho messo un paio .... di decenni.
Ho voluto fare il testardo, ma poi uguale uguale uguale uguale.
Rispondi
Re: Sarà ... Ma..
di blue stoner sound [user #8271]
commento del 16/02/2015 ore 12:38:45
Eeee.. Io una volta ogni anno mezzo, due anni, ho questo flash che mi prende di colpo: "il Compressore!!! Diamine come faccio ogni volta a stare senza". Così parto alla ricerca di quello che non ho ancora avuto, lo prendo, lo installo in pedaliera (alle volte anche fuori) e poi... E poi...lo metto prima, dopo acceso per i soli, no fai solo per i puliti, no per le ritmiche con poco gain, ma no mi serviva per il wah, ma no l'ho preso per misto ritmiche -pulito- poco medio gain, poi sempre acceso. Ma dopo arriva il momento che è' spento, vai fuori a suonare e ti dicono: e quello? Ed io rispondo: e' il compressore... Bellissimo,fantastico non puoi starne senza lo vendo lo vuoi???;-)) . La cosa che mi preoccupa che tra un paio di mesi si ritorna al solito ciclo, mannaggia alla g.a.s. Uff
Rispondi
Io di comp ne uso ...
di elgaldil [user #22921]
commento del 15/02/2015 ore 12:40:29
Io di comp ne uso normalmente due: uno ad inizio catena (non ho un wah in pedaliera cmq) ed uno verso la fine, prima delle modulazioni e degli effetti d'ambiente.
Hanno ovviamente funzioni (e settaggi) molti diversi, ma in ogni caso ormai da un paio d'anni fatico a rinunciare al compressore a valle di OD/DIST ...è il sistema che prediligo nel 90% dei casi per "uscire" e dar corpo ad un solo.
Rispondi
la posizione migliore è proprio non usarlo
di Actarus_the_Ufo [user #37848]
commento del 15/02/2015 ore 12:43:26
date retta a me ;-)
Rispondi
Tutti prima o poi....
di Repsol [user #30201]
commento del 15/02/2015 ore 17:32:24
...comprano un compressore...e poi lo rivendono!!!
È un passaggio quasi obbligatorio per il chitarrista :-)
Rispondi
Re: Tutti prima o poi....
di Tubes [user #15838]
commento del 15/02/2015 ore 19:43:19
Esatto ! Impossibile resistere alla tentazione di prendere un compressore , così come poi a quella di rivenderlo ! Detto questo, so che molti guitar hero ne fanno un anello imprescindibile della loro pedalboard, ma io con tutta la buona volontà non sono mai riuscito a tenerne uno per più di un mesetto ... Massimo rispetto per chi sa come farne buon uso .
Saluti
Rispondi
Oggi ho forato una ruota ...
di Peterpanico utente non più registrato
commento del 15/02/2015 ore 18:02:50
Oggi ho forato una ruota alla Panda...dove lo posiziono il compressore? :-(
Rispondi
uno degli effetti ( se ...
di giuseppe40 [user #18743]
commento del 15/02/2015 ore 20:10:35
uno degli effetti ( se cosi si puo' chiamare ) più utile, versatile e difficile da usare. Sempre nella mia pedaliera.
Rispondi
Io ho il keeley compressor c4.
di Benedetto utente non più registrato
commento del 16/02/2015 ore 09:46:06
Lo uso moltissimo, in passato ho avuto pure un boos cs3 e un dyna comp.
Per anni ho pensato di poterne fare a meno poi mi son dovuto ricredere (anche perchè è presente in quasi tutte le pedaliere dei professionisti).
Ho capito che se usato bene può dare più qualità al vostro suono e agevolare alcune esecuzioni.
Il compressore è come gli ansiolitici...chi dice di non averne bisogno ne prende (o ne dovrebbe prendere) ancora di più!!! ;)
Rispondi
tra distorto e pulito
di francesco72 [user #31226]
commento del 16/02/2015 ore 09:51:33
dopo anni di tentativi per utilizzare il compressore sul canale distorto ho deciso di concentrarmi solo sul clean ed ho trovato un effetto molto utile. Lo posiziono ad inizio catena ed il suono pulito riesce più definito e guadagna anche in volume. In questo modo si livella anche l'impatto sonoro tra il distorto ed il pulito poichè solitamente uso per il primo il pick up al ponte e per il secondo quello al centro che ha meno spinta. Magari lo stesso risultato si potrà raggiungere in altri modi (ad esempio con un equalizzatore), ma dubito che il sustain che da' il compressore si possa avere altrimenti che con un effetto di dinamica.
ciao
Rispondi
Se sai come e dove ...
di angusnoodles [user #13408]
commento del 16/02/2015 ore 09:56:28
Se sai come e dove utilizzarlo, è un effetto fondamentale...
Rispondi
Re: Se sai come e dove ...
di Repsol [user #30201]
commento del 17/02/2015 ore 19:01:46
Come avrai notato dalla discussione (e dalla storia di questo pedale) c'è chi lo usa e lo ritiene fondamentale e chi invece non lo usa (come me..).
Sarebbe interessante capire da chi lo usa in cosa lo ritiene un pedale fondamentale
Rispondi
Re: Se sai come e dove ...
di angusnoodles [user #13408]
commento del 17/02/2015 ore 23:16:57
Quando si suona insieme ad altri strumenti in un gruppo, alcune frequenze della chitarra, quelle più alte di volume, si avvertono bene, altre invece non si sentono... Il risultato è che il suono della chitarra nel mix diventa molto diverso da quello che si sente quando la si suona da sola... Il compressore livella le varie frequenze abbassando quelle troppo alte ed alzando quelle troppo basse facendo in modo che dal mix emerga il suono della chtarra in tutte le sue sfumature... Questo si avverte di più sui puliti... Sui distorti invece, specie nelle ritmiche, aiuta ad avere sempre la stessa botta, specialmente quando devono essere precise e serrate, perchè se qualche corda la colpisci con meno decisione, non si avverte la differenza... Ovviamente da disattivare in tutti i casi in cui serve sfruttare la dinamica e la risposta al tocco, perchè il compressore, per definizione, la azzera... Se si suona in un trio basso, chitarra e batteria, il compressore il più delle volte serve a poco, ma in un gruppo più numeroso con suoni più complessi, aiuta a trovare le frequenze giuste per fare emergere la chitarra senza alzare troppo il volume...
Rispondi
Re: Se sai come e dove ...
di yasodanandana [user #699]
commento del 18/02/2015 ore 00:01:31
==perchè il compressore, per definizione, la azzera.==
semmai la riduce.. la azzera se uno lo regola in modo estremo..
Rispondi
Re: Se sai come e dove ...
di angusnoodles [user #13408]
commento del 18/02/2015 ore 01:01:24
Se vogliamo trovare il pelino... Beh... Certo...
Rispondi
Re: Se sai come e dove ...
di yasodanandana [user #699]
commento del 18/02/2015 ore 13:44:51
alla faccia del "pelino".. e' come dire che il funzionamento tipico di un apparecchio e' regolarlo sempre e comunque al massimo .. ;-)
Rispondi
Re: Se sai come e dove ...
di angusnoodles [user #13408]
commento del 18/02/2015 ore 14:00:34
Il punto è che secondo me limitare la dinamica di una chitarra equivale a renderla cmq inutilizzabile... Quindi limitarla sul lato pratico equivale già a non averne affatto... Per cui se mi serve io il compressore non lo attivo proprio anche con una regolazione al minimo... Ma poi... Chi è che lo usa al massimo... Di solito oltre metà corsa il suono si appiattisce così tanto da essere sgradevole...
Rispondi
Re: Se sai come e dove ...
di yasodanandana [user #699]
commento del 18/02/2015 ore 14:32:34
non c'e' problema .. ma limitare la dinamica non equivale ad eliminarla .. ;-)
(che poi, in realta', non viene limitata precisamente la dinamica, ma la differenza fra piano e forte in termini di volume)
Rispondi
Ne ho avuti e rivenduti ...
di SuperAdrian76 utente non più registrato
commento del 16/02/2015 ore 12:55:40
Ne ho avuti e rivenduti innumerevoli....alla fine ho capito: anche se non lo uso, me lo tengo di scorta per quando potrebbe servire (cioè mai!) :D
Beato chi sa come usarlo al meglio!
Rispondi
:-)
di yasodanandana [user #699]
commento del 18/02/2015 ore 14:48:1
personalmente non posseggo un vero compressore a pedale, ma uso, in studio, il compressore di un vintagissimo pre Roland a rack da basso. Oltre, ovviamente, ai virtuali, che applico alla chitarra praticamente sempre anche se in modo, spesso, piuttosto lieve ..

il problema del compressore e' che, regolato "giusto", fa qualcosa che realmente sostiene e valorizza la prestazione e il suono, ma per il chitarrista "amatoriale" e', in genere, troppo poco spettacolare .. per cui e' normale che uno non capisca cosa farci e vada a comprarsi qualcosa di piu' appariscente.. che so, un flanger, un distorsore ..

Rispondi
Re: :-)
di Repsol [user #30201]
commento del 18/02/2015 ore 18:50:29
Hai ragione...io credo ad esempio che mentre senza un Fuzz difficilmente riesci a creare quel suono (per cui diventa indispensabile averlo), senza un compressore ci puoi stare tranquillamente perchè non incide sul suono, ma come ha spiegato molto bene Angusnoodles ti serve per uscire bene in un certo contesto.
Il mio dubbio rimane ancora in quanto molti musicisti professionisti non lo usano, eppure anche loro avranno necessità di avere presenza nel mixer, di uscire bene etc...
Io in pedaliera ho un Keeley, regolato poco invasivo, quando lo accendo sento sicuramente un suono più corposo, ma questo risultato lo ottengo anche con un boost, per cui non credo sia nato per dare un suono più corposo. Il livellamento tra i vari picchi io lo percepisco più come una mancanza di dinamica, con il compressore si appiattisce molto.
Probabilmente io non ho le esigenze per cui è nato il pedale e quindi non lo sfrutto a dovere...
Rispondi
Re: :-)
di yasodanandana [user #699]
commento del 19/02/2015 ore 00:21:2
dell'utilita' del compressore ci si accorge bene mixando.. uno applica un compressore regolato anche blandamente, ad una traccia e questa traccia, che suonata da sola e' uguale, nel brano, invece la si comincia a sentire bene, senza che invada e in tutte le sue parti, varianti e sfumature ..
E' uno strumento che va di solito regolato in modo discreto (a meno che non si voglia un sustain "eterno" quasi da tastiera), e che si sente soprattutto nel pieno di un'orchestrazione .. in ambito professionale non e' possibile farne a meno, se uno non ce l'ha in pedaliera, sicuramente viene compresso dal mixer. E viene compresso dal mixer anche se ce l'ha in pedaliera, dato che, spesso (come fanno per esempio nel country), il compressore a pedale viene usato per incrementare l'attacco, non per limitare la dinamica......

semplicemente, di solito, il chitarrista casalingo, non capisce l'utilita' di una regolazione discreta e realizza che, con un delay si diverte di piu'.... ;-)
Rispondi
Re: :-)
di Repsol [user #30201]
commento del 19/02/2015 ore 04:20:00
Grazie per l'ottima spiegazione...io lo terró in pedaliera giusto perchè al momento male non fa :-)
Rispondi
Altro da leggere
Il trucco c'è ma non si vede
BOSS Loop Station: perché averne una e come sceglierla
Two Notes ReVolt: amp sim analogico e valvolare con IR
AIRA Compact: strumenti Roland in tasca
JHS presenta l’ennesimo Tubescreamer, e spiega perché
BOSS Waza tra loadbox e IR: abbiamo solo scalfito la superficie?
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Takamine G330 lawsuit
Visualizza l'annuncio
AKAY GXC 310 D
Visualizza l'annuncio
gibson les paul tribute
Seguici anche su:
Altro da leggere
Nile Rodgers e il mito della Hitmaker
Guarda Marcus King live in streaming dal Ryman Auditorium
La Giapponese di Jimi Hendrix di nuovo all’asta
Perché i commessi non ci odiano più
Progettisti di giocattoli: mi sorge un dubbio
L’asta per la White Falcon dei Foo Fighters surclassa le previsioni
Il primo BOSS CE-1 mai prodotto è in vendita
Gibson sostiene l'Ucraina
Guarda Tommy Emmanuel suonare la Ibanez Jem di Steve Vai
La chitarra elettrica fatta con mobili Ikea
Pantera reunion: gli strumenti di Dimebag Darrell sul palco con Zakk W...
In video dal vivo il prototipo della PRS Robben Ford Signature
Dean non ci sta: in appello contro Gibson
“Fulltone chiude”: il comunicato
In vendita la Gretsch White Falcon dei Foo Fighters




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964