CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS
Roberto Gualdi:
Roberto Gualdi: "Essere se stessi è l'unica vera ricchezza"
di [user #116] - pubblicato il

“Siamo tantissimi: se c’è una cosa della quale il mondo oggi non ha bisogno sono altri poeti, pittori, batteristi e musicisti. Questo, però, non vuol dire che un ragazzo debba rinunciare a inseguire questa passione. Significa solo che se vuole perseguire questa strada lo deve fare con un piglio maturo, cosciente del fatto che per riuscire a ritagliarsi un posto al sole, sarà necessario distinguersi. L’unica vera ricchezza che abbiamo è essere noi stessi”
Nella sua precedente pillola Roberto Gualdi raccontava di come avesse orientato il percorso di crescita della sua carriera.
Spiegava come fosse riuscito, da semplice session man, turnista, a costruirsi una situazione privilegiata nella quale, oggi,  si sente partecipe e peculiare  nei progetti nei quali è coinvolto: PFM, Roberto Vecchioni, Twinscapes... Una posizione artistica e professionale agiata e invidiabile, frutto della capacità e investire e credere nelle situazioni musicali e lavorative che amava, sentiva proprie e nelle quali percepiva di poter dare un contributo unico.
In questa nuova puntata, Roberto approfondisce questa riflessione, investigando sulla maniera nella quale un giovane musicista può ritagliarsi un’identica apprezzabile, capace di distinguerlo.
Benché la versatilità e le capacità tecniche restino talenti imprescindibili per un musicista che ambisca al professionismo, una personalità spiccata, un carattere deciso e una precisa coerenza artistica possono esserlo ancor di più.

Roberto Gualdi: "Essere se stessi è l'unica vera ricchezza"

“Siamo tantissimi: se c’è una cosa della quale nel mondo oggi non c’è bisogno sono altri poeti, pittori, batteristi e musicisti. Questo, però, non vuol dire che un ragazzo debba rinunciare a inseguire questa passione. Significa solo che se vuole perseguire questa strada lo deve fare con un piglio maturo, cosciente e consapevole del fatto che per riuscire a ritagliarsi un posto al sole, sarà necessario distinguersi”. Ed è questo il punto più interessante della valutazione di Roberto Gualdi: l’esclusività, l’eccezionalità di un musicista possono arrivare esclusivamente dalla sua capacità di guardarsi - ma anche accettarsi - nella sua unicità, di passioni, attitudini, ambizioni, capacità.
“Bisogna tornare a un approccio artistico alla musica; serve chiedersi: “Chi sono io? Cosa artisticamente mi rappresenta? Dove posso andare con le mie potenzialità? Perché l’unica vera ricchezza che abbiamo è cercare di essere noi stessi”. Questo ovviamente non deve essere inteso come un sedersi, accontentarsi delle proprie capacità perchè quella che, artisticamente e professionalmente, dovremo mettere in gioco servirà sia “la miglior versione di noi stessi”. Ed in questa direzione bisognerà lavorare, studiare e orientare la propria crescita di musicisti: guidati da una coerenza che punterà a farci migliorare,  perseguendo un percorso musicale e artistico scolpito sulla nostra singolarità.



Roberto Gualdi è un gigante della batteria italiana. Ha suonato, tra i tanti, con Lucio Dalla, Nek, Piero Pelù, Enzo Jannacci, Ron, Elio & Le storie Tese e Dolcenera. Attivissimo come didatta (sua la cattedra di batteria al CPM di Milano) è un musicista versatile e curioso che spazia tra l'attività come session man di lusso
( batterista nelle trasmissioni televisive XFactor o Zelig) a progetti di sperimentazione e ricerca come Twinscapes, trio strumentale con  Lorenzo Feliciati e Colin Edwin, bassista dei Porcupine Tree. Da anni ha consolidato la sua collaborazione artistica con Roberto Vecchioni e la Premiata Forneria Marconi.
lezioni lezioni di batteria roberto gualdi Rob's Corner
Link utili
Il sito di Roberto Gualdi
La pagina officiale di Roberto Gualdi
Il corso di batteria di Roberto Gualdi sul sito del CPM
Tama, la batteria di Roberto
Mostra commenti     6
Altro da leggere
Il Setup di Simon Phillips
Marco Minnemann fa 13!
Marco Minnemann & i Tempi Dispari - Il 5/16
Simon Phillips: Suono & Accordatura
Simon Phillips: Paese che vai, tempo che trovi
Simon Phillips e gli ostinato
Ellade Bandini & le spazzole di Paolo Conte
Aaron Spears: sospensione & pulsazione
Agostino Marangolo e la batteria di "“Quanno Chiove” di Pino Daniele
PFM: doppia batteria o batteria doppia?
Linear Fill: il metodo di batteria
Federico Paulovich: tra clinic, tour e lezioni on line
Una doppia cassa fake
Paiste, Master Dry & Extra Dry Ride: test comparato
Adam Deitch. Suonare la batteria Dubstep: influenze
Basta primi piano al chitarrista: vogliamo il batterista
Seguici anche su:
News
Billy Gibbons suona Rudolph La Renna con il capitano Kirk
SHG Music Show Milano 2018 apre i battenti
Paganini Rockstar
Roy Clark: il chitarrista intrattenitore
Come suona la chitarra in una camera anecoica
Chi ha inventato davvero il tapping
Come suona la mia stanza?
Certificato CITES: quando serve e come ottenerlo
Country Music Hall of Fame: il cerchio non sarà interrotto
Ryman Auditorium: la chiesa americana della musica live
La chitarra sparafulmini degli ArcAttack
Chris Shiflett vende tutto: "ho troppe chitarre!"
La storia del delay
La truffa delle chitarre online a prezzi bassissimi
Ecco perché finirai per acquistare il solito overdrive




Licenza Creative Commons - Chi siamo - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964