CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RITMI NEWS SHOP
Niente più valvole dalla Russia: cosa succede, cosa provocherà
Niente più valvole dalla Russia: cosa succede, cosa provocherà
di [user #17844] - pubblicato il

Lo stop all’export delle valvole dalla Russia ha messo in allarme i musicisti. Ecco da dove arrivano le “vacuum tubes” dei nostri amplificatori e perché potrebbe - o no - essere un problema anche per noi.
L’invasione dell’Ucraina da parte della Russia non accenna a rallentare, con conseguenze tragiche sul piano umanitario. Per quanto non paragonabili alla perdita umana e sociale, le ripercussioni sui mercati e sulle finanze internazionali sono una realtà che ha già fatto sentire il proprio effetto sulla vita quotidiana di ognuno di noi.

La politica delle sanzioni ha innescato un meccanismo al rialzo da entrambe le parti, con il costo della vita destinato a continuare a crescere in numerosi Paesi.
In Italia lo abbiamo visto dapprima con i carburanti, gas e petrolio, ma anche olio di semi, grano e derivati.
Esattamente com’è accaduto nei primi giorni di lockdown nel 2020, il timore che le scorte potessero finire o i prezzi impennarsi ha spinto molti a fare scorta di viveri.
Così in diverse città italiane, nei giorni scorsi, si è assistito all’ennesimo “saccheggio” dei supermercati, salvo poi vedere gli scaffali regolarmente riforniti nei giorni successivi.
Le continue sanzioni da ambo le parti colpiscono anche settori che si possono ritenere meno fondamentali, come il lusso. Diamanti, vodka e caviale non arriveranno dalla Russia per un bel pezzo, e anche le valvole usate dai nostri amati amplificatori tirano giù la saracinesca.

Niente più valvole dalla Russia: cosa succede, cosa provocherà

Niente più valvole dalla Russia
Il ban all’esportazione di valvole dalla Russia era nell’aria già da alcuni giorni quando Make Matthews di ElectroHarmonix ha diffuso un comunicato in cui annunciava l’imminente svuotamento dei suoi magazzini, almeno per tutto il 2022. Lo scenario della corsa ai rifornimenti si è ripetuto come da copione, e oggi può risultare difficile mettere le mani su quantità significative di valvole made in Russia.

Mentre scriviamo, il sito TheTubeStore.com risulta offline per i troppi ordini ricevuti.
Tube Depot spiega che i prodotti “non sono momentaneamente in vendita”.
Resiste Tube Amp Doctor, con solo alcuni prodotti esauriti o in scarsa disponibilità. Perché, a conti fatti, non tutte le valvole in commercio provengono dalla Russia.

Chi produce valvole
Al momento esistono quattro Paesi produttori principali di valvole per tutto il mondo: Russia, Cina, Repubblica Ceca e Slovacchia.

Provengono dalla Slovacchia le valvole JJ. Shuguang, dalla Cina, è stato per lungo tempo uno dei maggiori produttori fornendo materiale a numerosi marchi occidentali che acquistano, testano, accoppiano e rimarchiano a proprio nome i prodotti.

È appunto il caso di TAD, Tube Amp Doctor, che tratta valvole realizzate da altri stabilimenti, principalmente cinesi.
Si pensi anche a GT, ovvero Groove Tubes, che in passato ha collaborato con fabbriche cecoslovacche, poi prodotto una piccola quantità di valvole in USA. Oggi si rifornisce in parte presso produttori russi, in parte cinesi.

Il blocco dell’esportazione colpisce principalmente Electro Harmonix, che in Russia possiede e gestisce una fabbrica in cui vengono prodotte valvole EHX, Tung-Sol Genalex Gold Lion, Mullard, Svetlana e Sovtek.
Un duro colpo per un mercato già di nicchia, ma non una chiusura totale dei rubinetti che lascia comunque uno spiraglio.

Si poteva prevedere?
Come molti altri elementi tecnologici, anche la valvola ha sofferto in tempo di Pandemia con problemi di approvvigionamento dei materiali, lungaggini nei tempi di consegna, ritmi di lavoro ridotti in modo forzato.
Nel mentre, l'attenzione del pubblico si è spostato sempre più verso le nuove tecnologie, a stato solido e digitale, segnando una diminuzione significativa dell’interesse verso il settore.
Un restringimento del mercato della valvola era da tempo oggetto di discussione: Mike Matthews ne parlava a Guitar.com già nell’agosto del 2021.

Niente più valvole dalla Russia: cosa succede, cosa provocherà

Le conseguenze
Ora che la Russia è fuori dai giochi, almeno per il momento, la Cina resta uno dei principali Paesi produttori di valvole.
Ciò, se da una parte tranquillizza circa la possibilità di acquistarne in futuro - sperando che la frenesia dell’accumulo da ansia e da speculazione finisca presto - dall’altra porterebbe a un nuovo problema nel prossimo futuro: una dipendenza globale ancora più pronunciata nei confronti del gigante cinese per tutto ciò che riguarda la tecnologia, dai chip alle valvole all’elettronica in generale.

Ma ogni cosa a suo tempo: concedetemelo, credo che al momento le emergenze da affrontare siano ben altre.

AGGIORNAMENTO (16/3/22 ore 21:00): In un nuovo comunicato stampa, Electro Harmonix dichiara che la produzione di valvole continuerà, almeno per il momento. Sono però previsti degli aumenti di prezzo che interesseranno sia i nuovi ordini, sia gli ordini già in essere.
curiosità electro harmonix musica e lavoro valvole
Link utili
TheTubeStore
Tube Depot
Tube Amp Doctor
Lo stop all’importazione di valvole russe per EHX
L’avvertimento di Mike Matthews nel 2021
Aggiornamento da Mike Matthews
Nascondi commenti     30
Loggati per commentare

di adriphoenix [user #11414]
commento del 16/03/2022 ore 13:05:45
"Ma ogni cosa a suo tempo: concedetemelo, credo che al momento le emergenze da affrontare siano ben altre." Concordo assolutamente con la frase di chiusura dell'articolo... sinceramente rinuncio ben volentieri alle valvole del mio Hot Rod se questo potesse risparmiare vite umane, da entrambe le parti del fronte di guerra. Il contesto geo-politico ed economico è piena rivoluzione, dovremmo fare i conti con ben altre rinunce a livello globale e credo che per 2 valvole ce ne faremo una ragione. Inoltre, come per altri beni di consumo (essenziali, altro che valvole), molto probabilmente riprenderà la produzione in occidente, il che non è affatto un male, anzi, a parte il fatto che i prezzi saliranno inevitabilmente. Ma diciamocelo, ci siamo troppo abituati bene ad avere tutto con prezzi al ribasso, è un modello economico non sostenibile...e prima la pandemia, ora questa guerra (si spera unica e ultima) hanno scoperchiato il vaso di pandora. Ne usciremo migliori? mah...
Rispondi
di Ghesboro [user #47283]
commento del 16/03/2022 ore 19:01:33
Difficilmente vedremo una produzione occidentale di valvole oltre agli stabilimenti già attivi; cominciare a produrre valvole è ESTREMAMENTE costoso, nonchè un investimento che non ripaga i costi di partenza.
Di fabbricatori di valvole occidentali ce ne sono, oltre agli storici già menzionati, vedi Western Electric in america. Gran belle valvole devono essere, costando come un televisore di buona fattura.
Rispondi
di DarioB [user #62057]
commento del 16/03/2022 ore 14:20:08
E se finisse che comprassimo un giorno valvole made in russia, ri-brandizzate come cinesi?
Rispondi
di Shoreline [user #20926]
commento del 16/03/2022 ore 14:35:15
credo che le valvole si possano costruire anche in Italia e in europa come la magior parte dei prodotti sul mercato. L'unica differenza è che aumentera' il prezzo ma almeno non si andranno ad arrichhire le tasche di chi lavora senza regole e di paesi sotto dittatura. Cazzi loro detta come va detta le valvole le compreremo da un altra parte e loro impareranno a stare al mondo invece di fare di tutto per distruggerlo..
Rispondi
di Ghesboro [user #47283]
commento del 16/03/2022 ore 19:02:47
No, come dico sopra produrre valvole da zero è come mettersi a costruire rampe di lancio per space shuttle sotto il profilo economico. A maggior ragione in Italia. Si può fare, ma dubito il chitarrista medio spenderebbe 800-900 euro a valvola. Poi non si sa mai eh..
Rispondi
di FranxAJ [user #18541]
commento del 16/03/2022 ore 15:33:29
Sono alla ricerca di un nuovo amplicatore valvolare e non vi nego che sul nuovo si trova poco o nulla e soprattutto a prezzi più alti anche semplicemente rispetto all'estate scorsa.
Se trovo una cosa che mi piace alla fine non è un aumento del prezzo che mi ferma fortunatamente, ma un po' mi rode perché ho tergiversato nell'acquisto ed ora che mi son deciso, nada.
Se ci sono problemi di approvvigionamento la situazione non credo migliorerà...insomma non è il momento adatto per acquistare un nuovo ampli.
Rispondi
di dariothery [user #12896]
commento del 16/03/2022 ore 16:27:34
io ho preso un Marshall Origin qualche mese fa...ero titubante, ora ne sono contento
Rispondi
di FranxAJ [user #18541]
commento del 16/03/2022 ore 22:12:56
Puntavo a qualcosa di relativamente semplice tipo un Deluxe Reverb, però il '65 ormai non si trova, c'è la linea Custom 68 che però è un po' rumoroso...sto pensando a Tone Master e via, però vedremo.
La caccia è appena iniziata
Rispondi
di E! [user #6395]
commento del 17/03/2022 ore 14:51:06
Perché dici che il Custom 68 è un po' rumoroso?
Rispondi
di FranxAJ [user #18541]
commento del 18/03/2022 ore 09:08:02
Quello che ho provato io era piuttosto rumoroso, è un difetto che alcuni hanno riscontrato. E' un peccato però perché l'ampli mi piaceva...vedremo in futuro cosa trovo :)
Rispondi
di mauricioz [user #34887]
commento del 18/03/2022 ore 09:16:3
io ho il Tone Master Custom Deluxe e ho avuto in contemporanea il Custom Deluxe 68 valvolare che ho poi venduto... al confronto diretto, fatto da me e da altri chitarristi in studio da me, a parità di settaggio e volumi, la differenza è assolutamente impercettibile ma la quantità di vantaggi del Tone Master, leggerezza, selezione dei Watt, uscita bilanciata, uso in casa, manutenzione (si spera) a zero, etc, è un valore aggiunto incredibile!
Rispondi
di FranxAJ [user #18541]
commento del 18/03/2022 ore 11:44:31
Si infatti, poi ho avuto modo di provare il Tone Master più di qualche volta e confermo che per quello che serve a me va benissimo, la versione Cream mi piace ancora di più...vedremo come andrà a finire :)
Rispondi
di mauricioz [user #34887]
commento del 18/03/2022 ore 11:54:14
Ho giusto il cream, anche esteticamente una bomba... e ti dirò che mi sono quasi pentito di non aver preso la versione Tone Master del Twin Reverb, 15kg di morbidezza.... ;.)
Rispondi
di FranxAJ [user #18541]
commento del 18/03/2022 ore 14:19:17
Un conto è provarlo in negozio ed un conto è averlo...per cui ne approfitto e ti chiedo nel complesso come ti trovi con questo ampli? :)
Rispondi
di francesco72 [user #31226]
commento del 16/03/2022 ore 15:59:07
E va ben: porte aperte al digitale. Se i mali sono questi, credo che ci staremo dentro.
Ciao
Rispondi
di Zoso1974 [user #42646]
commento del 16/03/2022 ore 17:01:26
Nell'articolo c'è un errore fondamentale.
La fabbrica cinese è andata a fuoco un paio di anni fa e non è ancora stata riaperta. Quindi al momento la cina non sta producendo nessuna valvola.
Direi che al momento è tutto sulla schiena delle JJ che non già al limite di produzione da tempo...

Speriamo che qualche grande brand di amplificatori si decida ad investire e ad aprire una produzione nuova.
Rispondi
di Ghesboro [user #47283]
commento del 16/03/2022 ore 19:04:09
In cina produce Psvane, stabilimento diverso da Shuguang (formato da ex impiegati della medesima fabbrica). Non hanno problemi di produzione, se non dettati dalla recrudescenza della pandemia.
Rispondi
di Ghesboro [user #47283]
commento del 16/03/2022 ore 18:58:22
In realtà la EHX ha oggi comunicato che il problema di fornitura è, almeno al momento, risolto. CI saranno aumenti, molteplici, ma cosa non è aumentato negli ultimi mesi?
Rispondi
di Ampless [user #60399]
commento del 16/03/2022 ore 19:04:48
com'era quel detto di Toro Seduto?
Quando l’ultimo albero sarà abbattuto, l’ultimo pesce mangiato, e l’ultimo fiume avvelenato, vi renderete conto che non si può mangiare il denaro!
Ci stiamo arrivando, piano piano, ma ci stiamo arrivando..
E le valvole?
Sono davvero così importanti?
Ma..l'unica cosa bella di questi giorni, parlo per me, è che essendo cieco parziale per fortuna non posso vedere quelle tristissime immagini di bambini, uomini e donne trucidati ingiustamente, anche se il dolore e l'ansia di queste notizie mi fa male dentro, scusate lo sfogo ma chi cazzo se ne frega delle valvole, ma fatemi il favore..
Rispondi
di Ghesboro [user #47283]
commento del 16/03/2022 ore 19:07:5
Esatto, meglio non iniziare discussioni che non parlino di altro che la guerra, le magagne, le sofferenze, le pandemie, la morte e le disgrazie. Chiundiamo forum e communities che non parlino di quello, tutto il resto non è importante.


Rispondi
di maddog [user #21222]
commento del 16/03/2022 ore 21:11:51
ma come, non ti preoccupi del sound che esce da quelle mezze lampadine, come fai a vivere cosi.
Grande.
Siamo sull'orlo della terza guerra mondiale che, se non lo sapete, è l'ultima, e ci preoccupiamo che non ci sono più valvole per gli amplificatori?
Mi associo allo sfogo "ma chi cazzo se ne frega delle valvole".
Suonate acustico che è meglio.
Rispondi
di BizBaz [user #48536]
commento del 16/03/2022 ore 21:32:12
Pollice su per Ampless 👍
Rispondi
di Shoreline [user #20926]
commento del 17/03/2022 ore 01:09:33
D acccordissimo con te!!
Rispondi
di fraz666 [user #43257]
commento del 17/03/2022 ore 09:27:27
Sì le valvole sono così importanti. In un sito che parla di strumenti le valvole sono importanti. Al punto che anche chi scrive "chi se ne frega" ha speso tempo a leggere articolo e/o commenti e scriverci pure.
Rispondi
di ironface [user #340]
commento del 17/03/2022 ore 11:05:11
Concordo pienamente, le valvole sono importanti qui su Accordo, altrimenti entriamo nel "benaltrismo" e non ne usciamo più. Se c'è ben altro a cui pensare, allora tutto il sito potrebbe chiudere perché senza la guerra in Ucraina, ci saranno altre guerre e la fame nel mondo e il riscaldamento globale...
Anzi, per fortuna c'è il problema delle valvole che ci distrae!
Rispondi
di maddog [user #21222]
commento del 17/03/2022 ore 12:56:2
Uno pensava che era da ride. Visti i tempi.
Rispondi
di Ampless [user #60399]
commento del 17/03/2022 ore 13:54:08
Punto primo io sono un chitarrista come te e come altri, e uso ampli a valvole come te e come altri, per cui, anche se sono sopra un sito di strumenti, visto che so cosa sono le valvole, posso tranquillamente dire la mia.
Punto secondo, qui il tempo mi sa che lo buttiamo tutti non solo io a commentare, e anche tu che mi hai risposto hai buttato il tuo tempo, se non ti garba quello che penso io delle valvole in questo periodo storico, di certo non è un problema mio, e comunque se fosse solo questo il male di questa follia, beh io ci farei la firma a non vedere più le valvole, ma purtroppo, come ben sai, le valvole che non arriveranno, o forse, in confronto a tutto il resto mi pare una fischiata, e non tiriamo fuori per favore che c'è gente che ci campa o che ci perde il lavoro, io a 19 anni ho perso la vista e mi sono dovuto reinventare, le vite umane e la vita in generale vale molto di più che un posto di lavoro, se non ti va bene ciò che ho scritto la prossima volta mi ignori
Rispondi
di ironface [user #340]
commento del 17/03/2022 ore 15:35:0
Scusa Ampless, non so se ti riferisci alla mia risposta, ma credo si stiano alzando i toni per un nonnulla. Se qui su un forum di musicisti si discute di un problema di fornitura valvole, è una questione che è perfettamente in tema col forum, ha la sua dignità e può essere affrontata tranquillamente anche con una guerra in corso.
Se per te questo thread si riassume con “ma chi cazzo se ne frega delle valvole, ma fatemi il favore”, allo stesso modo non avrebbe senso parlare di niente che non sia importante quanto la guerra. Guerre e tragedie ce ne sono continuamente nel mondo, senza pause, dalla notte dei tempi, eppure l’umanità va avanti a fare arte, musica, marmellate, gare di rutti, viaggi nello spazio e gioca ai videogame, anche durante le guerre.
Se per te in questo periodo non ha senso parlare di strumenti musicali su Accordo, temo non sia il sito adatto a te.

PS: e, stando a questa logica, potrebbe non esserlo per molto tempo perché c’è sempre ben altro a cui pensare…

Guerre o guerriglie attualmente in corso nel mondo:
Ucraina (invasione da parte della Russia), Afghanistan (Talebani hanno preso il potere ad Agosto 2021), Birmania-Myanmar (guerra contro i gruppi ribelli), Filippine (guerra contro i militanti islamici), Pakistan (guerra contro i militanti islamici), Thailandia (colpo di Stato dell’esercito Maggio 2014)
Iraq (guerra contro i militanti islamici dello Stato Islamico), Israele (guerra contro i militanti islamici nella Striscia di Gaza), Siria (guerra civile), Yemen (guerra contro e tra i militanti islamici)
Colombia (guerra contro i gruppi ribelli), Messico (guerra contro i gruppi del narcotraffico)
Burkina Faso (scontri tra etnici), Egitto (guerra contro militanti islamici ramo Stato Islamico), Libia (guerra civile in corso), Mali (scontri tra esercito e gruppi ribelli), Mozambico (scontri con ribelli RENAMO), Nigeria (guerra contro i militanti islamici), Repubblica Centrafricana (scontri armati tra musulmani e cristiani), Repubblica Democratica del Congo (guerra contro i gruppi ribelli), Somalia (guerra contro i militanti islamici di al-Shabaab), Sudan (guerra contro i gruppi ribelli nel Darfur), Sud Sudan (scontri con gruppi ribelli).

Se invece sei un troll, beh, onore al merito! ;)
Rispondi
di DarioB [user #62057]
commento del 17/03/2022 ore 08:18:41
Dobbiamo anche ricordare che piccoli artigiani in Italia, Mezzabarba, Brunetti, Cicognani, etc... comunque rischiano di abbassare la serranda, per loro passo al digitale non è un'opzione che si fa con un semplice click. La guerra è qualcosa di atroce e più grande dei discorsi, che ci sta che qui vadano relegati all'orticello della musica, per epidemiologi e strateghi ci sono altri palcoscenici.
Rispondi
di 5maggio2001 [user #36501]
commento del 18/03/2022 ore 10:29:44
il problema sono i chip per il digitale, è rimasta ancora gente che guarda ampli normali e valvole???????? forse gli svalvolati
Rispondi
Altro da leggere
Le chitarre Fender diventeranno NFT da collezione?
This Is Spinal Tap: confermato il sequel nel 2024
Marty Friedman: ecco perché la gente skippa gli assolo
Rara Les Paul burst del 1960 spunta da una soffitta: sì, può ancora succedere
È morto Richard Benson: chi era il chitarrista, il personaggio, l’uomo
Gear: la Flop Ten di una vita - Parte 1
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Takamine G330 lawsuit
Visualizza l'annuncio
AKAY GXC 310 D
Visualizza l'annuncio
gibson les paul tribute
Seguici anche su:
Altro da leggere
Le chitarre Fender diventeranno NFT da collezione?
This Is Spinal Tap: confermato il sequel nel 2024
Marty Friedman: ecco perché la gente skippa gli assolo
Rara Les Paul burst del 1960 spunta da una soffitta: sì, può ancora ...
È morto Richard Benson: chi era il chitarrista, il personaggio, l’u...
Gear: la Flop Ten di una vita - Parte 1
Flea dei RHCP nell’universo di Star Wars
Guitars of my life: una top 10 romantica
Il paradosso di Enesidemo (ovvero, noi delle chitarre non sappiamo un ...
Crisi delle valvole: Western Electric le produrrà in USA
Dal metal alle big band: Mark Tremonti canta Sinatra per la Sindrome d...
Visita alla fabbrica Gibson nel 1967: guarda il video
Niente più valvole dalla Russia: cosa succede, cosa provocherà
Quel dubbio che ci frega. Sempre
La GAS come l’amore? Una storia semiseria




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964