CHITARRA DIDATTICA ONSTAGE RECnMIX RITMI NEWS SHOP
Fender licenzia John Cruz per un post violento [aggiornato]
Fender licenzia John Cruz per un post violento [aggiornato]
di [user #116] - pubblicato il

Il masterbuilder avrebbe pubblicato una vignetta profondamente scorretta sul suo profilo Facebook, un gesto che secondo alcuni gli sarebbe costato il licenziamento.
A poche ore di distanza dal ciclone mediatico che ha investito il fondatore di Fulltone, c'è una nuova tempesta che stavolta si abbatte su John Cruz. Uno tra i più stimati Master Builder di casa Fender avrebbe pubblicato un post molto sgradevole sulla sua pagina Facebook, e questo gli sarebbe costato il posto di lavoro.

Secondo il magazine Gearnews, Cruz avrebbe postato un meme sarcastico e a sfondo violento, ironizzando sulle proteste che stanno scuotendo gli USA dalla morte di George Floyd.
Il post non risulta ora essere pubblico sulla sua pagina. La notizia arriva imprevedibile: solo pochi giorni fa, un comunicato stampa con firma del CEO Fender Andy Mooney esprimeva solidarietà nei confronti della comunità afroamericana e della popolazione impegnata nelle proteste.

Mentre scriviamo, la vicenda non trova ancora conferma ufficiale dalle parti chiamate in causa. Tuttavia, il nome di John Cruz appare depennato da una versione del catalogo Custom Shop 2020 appena resa disponibile online a sostituire quella di ieri. Il bassista Gregor Fris, tra i primi a mostrare indignazione per l'accaduto, sul suo profilo Facebook, spiega: "Fender mi ha chiamato e abbiamo avuto uno scambio amichevole e costruttivo circa l'incidente. A questo punto, John non è più un dipendente Fender".

In un momento tanto difficile per l'intera umanità, di questa vicenda - qualora confermata, ma sono pochi i dubbi - si sarebbe davvero fatto a meno. Rinunciamo a dare visibilità  o commentare la squallida immagine che John Cruz avrebbe condiviso e che sta girando in Rete in queste ore, perché la riteniamo indegna delle nostre pagine.
La musica deve unire. Per questo anche noi, da musicisti contrari a qualunque violenza e discriminazione, intendiamo limitarci a manifestare la nostra solidarietà al management Fender per il coraggio dimostrato. Non è facile per unmanger - soprattutto in momenti di una profonda crisi mondiale - privarsi della collaborazione di uno dei più celebrati masterbuilder in nome di un ideale. Il mangement di Fender l'ha fatto, dimostrando di essere una grande azienda, anche oltre gli iconici strumenti che produce da oltre settant'anni.
 
Seguiremo la storia da vicino in attesa di dichiarazioni a riguardo da parte di John Cruz e Fender, nella speranza che l'intera storia si riveli infondata.

Aggiornamento del 9 giugno 2020. La notizia è confermata da un portavoce dell'azienda: "Fender has terminated its relationship with Custom Shop Master Builder John Cruz, he is no longer with the company". Dopo queste parole il portavoce ha aggiunto che "Fender would issue no further comment as a matter of policy”.
curiosità fender john cruz
SOSTIENI LA MUSICA

Dal 1992 ACCORDO si impegna a favore di chi fa musica, offrendo gratuitamente contenuti di alta qualità e servizi. Sostieni ACCORDO per sostenere la musica italiana nella sua stagione più difficile.

Dona adesso e usufruisci dei serviizi riservati ai sostenitori!
Link utili
Fulltone al centro delle critiche
La notizia su Gearnews
Il comunicato Fender
La brochure Fender con John Cruz
La brochure Fender senza John Cruz
Il post di Gregor Fris
In vendita su Shop
 
KLUSON MECCANICHE PER BASSO JAZZ STYLE 5 CORDE
di Boxguitar.com
 € 49,00 
 
VOX - amPlug 2 Metal
di Music Works
 € 39,00 
 
Squier Stratocaster Bullet HSS Artic White
di Music Island
 € 129,00 
 
Soundsation GO-LINK BMD-3BK Cavo Midi 3mt
di Music Island
 € 7,00 
 
DV MARK - LITTLE 250 M
di Music Works
 € 357,90 
 
XOTIC - BASS RC BOOST
di Music Works
 € 149,00 
Visualizza il prodotto
Quik Lok S/384 Cavo Di Connessione Per Casse Amplificate
di Music Delivery
 € 12,00 
 
Gator G-Club Control
di Banana Music Store
 € 93,50 
Mostra commenti     61
Altro da leggere
Il condensatore della Telecaster messicana
Fender svela le Player Plus: le testiamo in anteprima
Fender: la Stratocaster e il Princeton Reverb in versione Lego
Jazz Bass del 1960 e Stratocaster del 1959: come cambia il Sunburst? Il restauro Tone Team
Paul Stanley positivo al COVID-19: “mi ha preso a calci”
La Les Paul del ’52 salvata da un tornado torna a cantare: ascoltala in video!
Gli annunci dei lettori
Visualizza l'annuncio
Fender Telecaster 1960 Relic - Master Built Yuriy Shishkov
Visualizza l'annuncio
Fender Stratocaster 69 Master Built Dennis Galuszka Real Gold 24K
Seguici anche su:
Altro da leggere
Paul Stanley positivo al COVID-19: “mi ha preso a calci”
La Les Paul del ’52 salvata da un tornado torna a cantare: ascoltala...
Quando Charlie Watts prese a pugni Mick Jagger
Gibson diventa un'etichetta discografica: il primo album sarà di Slas...
Un chitarrista duetta con il suono del Golden Gate che gli ingegneri n...
Pickaso Guitar Bow: chitarra acustica ad arco
La Telecaster di Hallelujah diventa criptoarte da 26mila euro
Eric Clapton non suonerà per i soli vaccinati, ma non è un No Vax
I Radiohead remixano Creep per una versione “Very 2021”
Chibson USA Placebo Pedal: il pedale che fa… niente!
Cavi sessisti: no, non è uno scherzo
Living Electronics: un album che si ascolta solo su Game Boy?!
Fender Stratocaster #0689 dell'agosto 1954: il restauro ToneTeam
Se sei bravo ti basta una scopa con le corde? Sì, ma anche no
La Les Paul è davvero come la voleva Les Paul?




Licenza Creative Commons - Privacy - Accordo.it Srl - P.IVA 04265970964